Mondiali: ancora due lampi di Rodriguez e la Colombia va

Pubblicato il 28 giugno 2014 da redazione

RIO DE JANEIRO. – Un ‘golazo’, una doppietta del migliore giocatore dei Mondiali – James Rodriguez – decide l’ottavo di finale tutto sudamericano della Coppa del Mondo tra Colombia e Uruguay che promuove i ‘cafeteros’ chiamati adesso ad un’altra sfida fratricida contro il Brasile il 4 luglio allo stadio di Fortaleza. Che questo 23enne colombiano del Monaco fosse un predestinato lo si poteva forse immaginare, che potesse però diventare un crack, l’uomo decisivo di questa Coppa del Mondo – 4 partite e 5 gol – probabilmente non lo avrebbe pronosticato nessuno. Il suo lampo, al 28′ – stop di petto spalle alla porta e sinistro al volo da fuori area che si infila sotto la traversa – è stata forse la cosa più bella vista fin qui ed anche giusto che abbia deciso questa sfida ruvida, maschia, ai limiti dell’agonismo. Nella ripresa il bis grazie ad un’azione “abc” da manuale del calcio: cross di Armero, sponda di Cuadrado e James (come ama farsi chiamare) che appoggia in rete da pochi passi. Orfani di Falcao e Suarez, Colombia e Uruguay arrivano a Rio con umori opposti: al settimo cielo quello dei ‘cafeteros’ che hanno chiuso a punteggio pieno il girone eliminatorio e mostrato una condizione fisica invidiabile; nervoso, umorale e ansioso quella della ‘celeste’, che ha passato paradossalmente gli ultimi giorni più a districarsi dalla matassa-Suarez che a preparare la partita. Del ‘pistolero’ restano solo le maschere e le tante magliette sventolate dai tifosi arrivati a Rio per assistere al secondo derby sudamericano della giornata dopo Brasile-Cile: chi vince ai quarti troverà proprio la Seleao. Nella Colombia (4-2-3-1) resta fuori Ibarbo. Pekerman opta per le due punte, Jackson Martinez e Teo Gutierrez, dietro al folletto n.10 e a Cuadrado che dopo la partita di stasera avrà visto crescere ancora di più il cartellino. Tabarez conosce le ripartenze dei ‘cafeteros’ e sceglie un più prudente 3-5-2. La Colombia appare da subito più in palla contro un Uruguay che non cambia lo spartito visto nelle prime tre tornate, più attento a contenere gli avversari che a proporre gioco. Il progetto tattico di Tabarez è chiaro: tutti dietro la linea della palla, compresi Cavani e uno spento Forlan. Tra campo e panchina nelle due squadre ci sono ben 18 giocatori che giocano o hanno giocato in Serie A e il fatto di conoscersi così bene all’inizio imbriglia gioco e occasioni da rete. La prima mezzora scorre via senza sussulti, con Armero (strepitosa la sua partita), Zuniga e Cuadrado sistematicamente raddoppiati e Muslera e Ospina raramente chiamati in causa. L’Uruguay fa giocare male gli avversari, non pressa e aspetta nella sua metà campo, così Pekerman si decide a cambiare e passa a un 4-4-2 che col possesso palla si trasforma in un 4-2-4. Il cambio produce gli effetti sperati e la parla di J.Rodriguez porta meritatamente in vantaggio la squadra più intraprendente. Lo svantaggio non ha nemmeno il merito di scuotere la ‘celeste’ che continua a cercare, senza riuscirvi, il bandolo del gioco: la prima vera occasione solo al 64′ con “Cebolla” Rodriguez con un gran tiro da fuori. Il secondo gol di Rodriguez, a inizio ripresa, chiude anzitempo i giochi; inutile e tardivo il pressing deglu uruguayani negli ultimi 15′ che finalmente produce tiri e occasioni da rete che sfumano per imprecisione e bravura di Ospina (prodigioso in due situazioni). Il risultato non cambia più e promuove – per la prima volta nella sua storia ai quarti di finale – meritatamente la squadra forse più spettacolare vista in questo Mondiale.

Ultima ora

20:11Nuoto: Europei 25 m, Orsi oro nei 100 misti

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Dopo Luca Dotto, oro nei 100 sl, tocca a Marco Orsi rimpinguare il medagliere dell'Italia agli Europei in vasca corta in corso a Copenhagen. L'azzurro delle Fiamme Oro Roma lo fa nel modo migliore, vincendo, in 51"76, nei 100 misti. Batte in rimonta, nella frazione a libero, il russo Fesikov che cede allo sprint con 51"94. Con quest'oro, mai vinto dall'Italia, sale a ben 19 medaglie (8 individuali) il bottino azzurro agli Europei.

20:09Calcio: Allegri, scudetto ci crediamo ma attenti alla Roma

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Se spero più nel settimo scudetto o nella Champions? Credo che la Juve possa andare in fondo agli obiettivi. In Italia il campionato è più equilibrato rispetto agli anni scorsi, e cercheremo di arrivare in fondo e di dare la zampata vincente". Al termine di Bologna-Juventus, Massimiliano Allegri sottolinea che la sua squadra punta, come sempre, a vincere tutto. La Juve sembra essersi ritrovata: per Allegri "i ragazzi stanno facendo delle buone prestazioni, stiamo crescendo fisicamente e come compattezza. Abbiamo creato molto e concesso niente". "Finora i numeri del campionato sono importanti - dice ancora -, poi Napoli e Inter stanno facendo numeri altrettanto importanti e per stare in alto non potevamo fare meno di loro". Ma di chi è il merito della compattezza ritrovata? "Di chi gioca e di chi sta in panchina - risponde Allegri -. C'è grande disponibilità e i meriti sono dei ragazzi. Chi temo di più per lo scudetto? Della Roma si parla poco, ma è migliorata: ha giocatori di spessore e subisce pochissimo".

20:03Calcio: Pioli “Fiorentina meritava vittoria ai punti”

(ANSA) - FIRENZE, 17 DIC - Contro il Genoa, grazie anche alle sconfitte di Milan, Sampdoria e Torino, la Fiorentina aveva la possibilità di far un balzo in classifica e invece è arrivato un pareggio a reti bianche: "Sicuramente dispiace non essere riusciti a vincere - dice il tecnico Stefano Pioli -. Non siamo riusciti ad essere continui nella manovra nel primo tempo, nella ripresa un po' meglio, abbiamo concluso 20 volte contro un avversario chiuso. È stata una prova di maturità dei miei, siamo stati attenti, concentrati e non abbiamo rischiato, ci voleva un pizzico di fortuna anche su qualche occasione, magari sulle palle inattive. Per mole di gioco avremmo meritato la vittoria". Poi, ancora sulla gara e i risultati delle altre squadre: "Ci è mancato qualcosa dentro l'area, ci vuole anche più precisione perché su oltre 20 tiri fatti solo 4-5 sono finiti in porta. Gli avversari hanno concesso pochi spazi, dovevamo sicuramente fare qualcosa in più. Abbiamo avuto 7-8 occasioni in area, purtroppo non siamo riusciti a concretizzare".

19:54Bbc, diplomatica Gb trovata assassinata in Libano

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Una diplomatica britannica, Rebecca Dykes, che lavorava all'ambasciata del Regno Unito a Beirut, è stata trovata assassinata. Lo riferisce la polizia, citata dalla Bbc online. Rebecca Dykes, è stata "violentata e strangolata". Il suo corpo è stato trovato ieri sul ciglio di un'autostrada.

19:38Chiesa: comunità Assisi “si ferma” e prega per la pace

(ANSA) - ASSISI (PERUGIA), 17 DIC - In una domenica di shopping pre-natalizio la comunità religiosa di Assisi si è fermata per pregare per la pace in Terra Santa, portando fiammelle di pace fino alla Tomba di San Francesco. In tanti infatti si sono ritrovati al Santuario della Spogliazione per lanciare un messaggio di speranza "per Gerusalemme e per tutti i Paesi colpiti dalle avversità e dalla guerra". È stata una preghiera "intensa, ardente e fiduciosa" come l'ha definita il vescovo monsignor Domenico Sorrentino. "Una preghiera speciale - ha aggiunto - in un periodo in cui sentiamo solo espressioni di guerra, odio e violenza. Abbiamo ascoltato eventi che ci preoccupano molto; ad essi dobbiamo dare risposte che hanno il carattere della saggezza. Abbiamo un anno speciale che riteniamo particolarmente importante, l'anno della preghiera". Di fronte alla Tomba del Poverello il vescovo ha quindi letto una preghiera da lui scritta in cui si invoca la pace. Ha poi ricordato il Papa nel giorno del suo compleanno. (ANSA).

19:28Nuoto: oro Dotto a Europei 25 m, è campione dei 100 sl

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Luca Dotto conquista la medaglia d'oro nei 100 stile libero agli europei in vasca corta in corso a Copenaghen. Il velocista azzurro, campione europeo in vasca lunga a Londra 2016, ha dominato la gara regina chiudendo in 46"11 davanti al belga Pieter Timmers secondo in 46"54 e all'inglese Duncan Svott terzo in 46"64.

19:28Ex calciatore ucciso: Rullo a gip, io non sono stato

(ANSA) - MILANO, 17 DIC - Raffaele Rullo, nel suo interrogatorio davanti al gip per la convalida del fermo, ha dichiarato di essere estraneo all'omicidio dell'ex calciatore di serie C Andrea La Rosa e, contrariamente a quanto si era appreso in un primo tempo, non ha accusato la madre del delitto. Era stata la donna, nell'interrogatorio davanti al pm, ad affermare di avere ucciso lei il calciatore. Era stata fermata con il corpo di La Rosa nella sua auto, in un bidone per il gasolio. Stamani, davanti al gip, la donna si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

Archivio Ultima ora