Obama riceve Bachelet, “La mia seconda Michelle preferita”

NEW YORK. – “Dò il benvenuto alla Casa Bianca alla mia seconda Michelle preferita”: Barack Obama, ha accolto con queste parole scherzose la presidente cilena, Michelle Bachelet. Nel corso dell’incontro Obama ha sottolineato come il Cile sia un modello di democrazia in America Latina, che “è stato in grado di passare costantemente da governi di centrosinistra a governi di centrodestra e viceversa, ma sempre rispettando le tradizioni democratiche”. “La base per il forte rapporto bilaterale tra Cile e Stati Uniti – ha quindi aggiunto il presidente Usa – include il fatto che abbiamo un accordo di libero scambio, il quale ha notevolmente ampliato il commercio e creato posti di lavoro in entrambi i Paesi”. Al centro dell’incontro alla Casa Bianca tra Obama e Bachelet c’e’ stata anche l’analisi di come poter approfondire ulteriormente il rapporto tra i due Stati. “So che l’istruzione, per esempio, è un tema prioritario nell’agenda del presidente Bachelet – ha detto Obama – Ed e’ qualcosa che è in cima anche alla mia agenda”. Dobbiamo pensare a come “rafforzare gli scambi tra studenti, confrontare meccanismi e idee su come possiamo costruire competenze dei giovani in entrambi gli Stati”. E poi c’e’ il tema dell’energia pulita, “a cui entrambi siamo molto interessati”, e le questioni internazionali. Obama ha poi sottolineato anche l’importante lavoro svolto da Bachelet alle Nazioni Unite come capo di Un Women, e non ha perso occasione di un commento sui Mondiali di calcio: Obama ha evidenziato la “spettacolare performance” della squadra cilena, affermando che contro il Brasile “avrebbe potuto vincere”, e ha augurato in bocca al lupo al suo team a stelle e strisce, che é atteso a una partita difficile.

Condividi: