É renzimania, i media esteri scommettono sul premier

ROMA. – Matteo Renzi passa a pieni voti l’esame europeo. Almeno quello sui media esteri che, all’indomani del suo discorso di inaugurazione del semestre italiano dell’Ue a Strasburgo, gli fanno incassare una rassegna stampa internazionale di successo. Con Il New York Times che lo presenta come un “premier carismatico e riformista”, che si presenta “a testa alta” in Europa con una “vittoria” elettorale che “risuona” nel vecchio continente. E in quell’Europa dove il premier italiano rivendica la “svolta” – con il suo “selfie per l’anima”, come scrive qualche giornale europeo – i toni dei media sono sulla stessa linea. Fatta eccezione per qualche testata tedesca che, sulla scia dello scontro emerso anche ieri con alcuni esponenti di Berlino (in testa Manfred Weber del Ppe), lanciano stoccatine e spigolano. Come la Sueddeutsche Zeitung su cui Cerstin Gammelin scrive “Il problema è questo: Renzi deve far seguire alle sue animate parole i fatti. Su questo è manchevole”. Ma l’Handelsblatt, giornale vicino agli imprenditori tedeschi, parla di ‘Rinascimento italiano dopo il bunga bunga’. “Renzi sveglia l’Europa”, titola invece il francese Libération sottolineando che “Bruxelles ha ceduto, senza troppe resistenze, alla renzimania. Il giovane presidente del Consiglio italiano, con la potenza del suo verbo entusiasta e delle sue proposte iconoclaste, ha rimesso in qualche mese il suo Paese al centro del gioco europeo, spezzando il disastroso isolamento degli anni Berlusconi”. “A Strasburgo, la nuova odissea europea di ‘Telemaco’ Renzi”, titola invece Le Monde, sottolineando che l’ex sindaco di Firenze “ha chiesto all’Europa di ‘ritrovare la propria anima e spinge per la crescita”. Ha fatto un discorso da “rigeneratore” dell’Europa. “La Renzimania si impossessa dell’Ue”, titola – sempre oltralpe – Le Figaro, senza un occhio agli affari di casa: “l’infatuazione per il presidente del consiglio italiano dimostra anche l’attuale declassamento della Francia”. “Il premier Matteo Renzi intende utilizzare la presidenza dell’Ue come una piattaforma da cui dare sollievo all’economia del suo Paese appesantita dal debito”, scrive l’International New York Times spiegando come, nella sua intenzione di allentare le regole di bilancio, si sia messo “in rotta di collisione con la Germania”. Un premier “carismatico e riformista”, che “ha ricevuto una standing ovation alla fine del suo discorso a Strasburgo”. E lo spagnolo El Pais – con un pezzo richiamato in prima con foto di Renzi durante il suo discorso all’eurocamera – titola “Renzi chiama a recuperare l’anima dell’Europa per lasciare alle spalle la crisi”.

Condividi: