Calciomercato: James Rodriguez colpo Real, Pereyra è della Juve

Pubblicato il 22 luglio 2014 da redazione

ROMA. – E’ il vero colpo del calciomercato 2014: James RODRIGUEZ passa ufficialmente al Real Madrid in cambio di 80 milioni. Al colombiano contratto di 6 anni e la maglia numero 10. E’ il terzo colpo più caro della storia del Real, dopo Bale e Ronaldo. Per il dopo James e con il cash incassato i monegaschi valutano diversi nomi: RODRIGO, SNEIJDER, GRIEZMANN, CERCI, ICARDI e SHAQIRI. Quest’ultimo è finito però nel mirino della Juventus che avrebbe offerto al Bayern 15 milioni. In attesa della risposta (soprattutto del giocatore), i bianconeri hanno chiuso per PEREYRA. All’Udinese vanno 12 milioni (1 mln subito e 11 l’anno venturo) più SORENSEN. Allegri e Marotta devono però guardarsi dall’assalto del Liverpool per VIDAL e POGBA visto che i reds hanno parecchio cash dopo gli 80 milioni incassati per Suarez. Restano vive le piste SAVIC e NASTASIC in difesa e quella di Lukaku in attacco, soprattutto dopo il ko di Morata. Radiomercato parla anche di un contatto con ETO’O. La Samp ufficializza il centrocampista spagnolo CAMPANA e sempre per la metà campo studia TROTTA del Fulham ma è soprattutto in attacco che Ferrero vuol far sognare i tifosi: OSVALDO. In casa Fiorentina siamo ai dettagli per BASANTA e in attacco rispunta Papu GOMEZ che Montella ha già allenato a Catania. Per il resto, tutto ruota intorno a CUADRADO: il Barcellona, dicono in Spagna, presenterà un’offerta di 35 milioni per il colombiano, pareggiando quella dello United, anche se Pradè vorrebbe spuntare qualcosa di più. La Roma sembra resistere alle lusinghe su BENATIA (“quest’anno giocherà con noi”, le parole rassicuranti di Garcia) e per la difesa si fa strada l’opzione B, quella più economica: TOLOI, BASA o ROLANDO in rotta col Porto ma sul quale c’è anche l’Inter. Sembrerebbe invece finita la telenovela Lazio-ASTORI: entro 48 ore si dovrebbe chiudere a 7 milioni. Il Napoli dopo il no di KRAMER torna su Mario SUAREZ, mediano dell’Atletico (magari inserendo BEHRAMI nella trattativa). Le altre piste portano i nomi di LUCAS LEIVA del Liverpool, SANDRO del Tottenham, PAREJO del Valencia, Ignacio CAMACHO del Malaga. DZEMAILI potrebbe tornare da Walter Mazzarri. L’Inter, che ha ridotto la forbice col Cardiff per MEDEL, studia due punte messicane: oltre al solito ‘chicarito’ HERNANDEZ, anche Alan PULIDO, classe ’91 in forza al Tigres, in passato accostato anche al Milan e al Parma, magari con i soldi incassati con GUARIN sul quale c’è il Monaco, mentre LAMELA si defila (”voglio rimanere al Tottenham”). Il Milan non riesce a liberarsi di ROBINHO (troppo altro l’ingaggio per il Santos), non incassa offerte importanti per BALOTELLI e quindi non può gettarsi sui sogni che si chiamano Jackson MARTINEZ e Alessio CERCI. Per gli esterni probabile che Inzaghi debba pescare da una rosa di tre nomi: ROMULO, ARMERO e DOUGLAS COSTA, in fuga dall’Ucraina. Nel Parma, che aspetta offerte ‘importanti’ per cedere BIABIANY, si fa strada l’idea BELLOMO, quest’anno al Chievo, che per la difesa pensa a Guillermo BURDISSO. COMPPER e REVEILLERE sono i due nomi buoni per la difesa del Verona che davanti cerca LAZZARI. Tutte trattative (e soldi) di poco conto quelle del mercato italiano se paragonate al ‘colpacci’ messi a segno dal Real e da quelli in rampa di lancio in casa Psg (intenzionato a portare al Parco dei Principi Angel DI MARIA per 50 mln), Manchester Utd (pronti 40 mln per BLIND e HUMMELS) e Liverpool (che oltre ai due juventini punta BENZEMA). Una notizia dalla Spagna: Xavi ci avrebbe ripensato e resta ancora un anno a Barcellona. New York può attendere.

Ultima ora

15:52Champions: Malagò, poteva andare peggio

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "I sorteggi di Champions? Ora gli allenatori (Allegri e Di Francesco, ndr) diranno, come è giusto che sia, che serve la massima cautela, ma mi sembra che poteva andare peggio. Non ci si può lamentare". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della presentazione della partnership di Coni e Comitato Paralimpico con la Toyota avvenuta a Roma, commentando i sorteggi degli ottavi di finale di Champions League, che vedono la Juventus affrontare gli inglesi del Tottenham e la Roma gli ucraini dello Shakhtar Donetsk.

15:49Champions: la carica di Di Francesco

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Lo Shakhtar Donetsk è una squadra forte, che ha saputo qualificarsi attraverso un girone molto difficile. Noi abbiamo lottato per guadagnarci questi ottavi, ce la metteremo tutta per continuare il nostro cammino. Forza Roma!". Questo il commento, via Twitter, del tecnico Eusebio Di Francesco dopo l'accoppiamento negli ottavi di Champions League tra la Roma e la formazione ucraina. La Roma in passato ha incrociato già lo Shakhtar nella massima competizione europea. Nel 2006 le due squadre si affrontarono nella fase a gironi (vittoria dei giallorossi per 4-0 all'Olimpico e sconfitta per 1-0 a Donetsk), mentre nel 2011 si sfidarono negli ottavi con due sconfitte per la Roma (2-3 e 3-0) e conseguente eliminazione.

15:44++ New York, esplosione a stazione bus Manhattan ++

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Un'esplosione è avvenuta a Port Authority, la stazione centrale dei bus a New York. La polizia e i vigili del fuoco sono sul posto, secondo i media americani, che riferiscono di scene di panico.

15:43Europa League: il quadro dei 16/i di finale

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Il quadro dei sedicesimi di finale di Europa League dopo il sorteggio di Nyon (andata 15 febbraio 2018, ritorno 22 febbraio): Borussia Dortmund-Atalanta; Nizza-Lokomotiv Mosca; Copenaghen-Atletico Madrid; Spartak Mosca-Athletic Bilbao; Aek Atene-Dinamo Kiev; Celtic-Zenit San Pietroburgo; Napoli-Lipsia; Stella Rossa-Cska Mosca; Lione-Villarreal; Real Sociedad-Salisburgo; Partizan-Viktoria Plzen; Steaua Bucarest-Lazio; Ludogorets-Milan; Astana-Sporting Lisbona; Ostersunds-Arsenal; Sporting Braga-Marsiglia.

15:42Avvelenati tallio: killer ha usato acqua minerale

(ANSA)- MONZA, 11 DIC - Avrebbe utilizzato l'acqua minerale per avvelenare i suoi familiari Mattia Del Zotto, il 27 enne di Nova Milanese (Monza), reo confesso di aver ucciso volontariamente i nonni paterni e una zia e di aver tentato di uccidete i nonni materni, due zii e la badante, perché "soggetti impuri". È quanto emerso stamane dall'interrogatorio di garanzia reso dal giovane al Gip Federica Centonze sabato mattina in carcere a Monza. Le indagini della Procura di Monza si concentrano quindi sulle bottiglie a cui il giovane aveva accesso nella cantina comune della palazzina dove vive tutta la sua famiglia a Nova. Il veleno, senza sapore o odore, potrebbe essere inoltre stato inserito dal giovane anche in alcuni integratori destinati ai nonni materni e ad un infuso alle ortiche.

15:19Violenza sessuale: aggrediva minorenni, va ai domiciliari

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Un uomo di 50 anni, con una vecchia condanna per reati sessuali, è stato arrestato dai carabinieri di Milano con l'accusa di violenza e atti sessuali su minori nei confronti di tre ragazzine di 7, 12 e 13 anni. L'uomo, secondo quanto spiegato, le individuava a caso, per strada, e le seguiva negli androni quando rientravano a casa da scuola. Le avvicinava fulmineamente, le palpeggiava e scappava. I carabinieri lo hanno individuato dopo sei mesi di indagine dal primo caso, avvenuto ad aprile (gli altri due a maggio e ad agosto) e dopo altri sei mesi l'autorità giudiziaria ha emesso un'ordinanza che ha posto l'uomo, impiegato amministrativo, sposato e con figli, ai domiciliari. Al vaglio degli investigatori dell'Arma, però, ci sarebbero in totale una ventina di episodi. A indagare sui casi sono stati i carabinieri della stazione San Cristoforo, che incrociando telecamere e tabulati sono arrivati a uno scooter, guidato dall'uomo poi raggiunto dall'ordinanza mentre si trovava a lavoro.

15:17Maltempo: Umbria, tanti interventi per problemi vento

(ANSA) - PERUGIA, 11 DIC - Sono oltre un centinaio gli interventi nei quali sono impegnati i vigili del fuoco in quasi tutta l'Umbria a causa dei danni provocati dal forte vento. Al momento non vengono comunque segnalati problemi particolari. In provincia di Perugia gli interventi, più di un centinaio, riguardano rami e alberi caduti, danni ai tetti, ai cartelloni pubblicitari divelti dal vento ma anche a pali della luce. I vigili del fuoco del comando provinciale sono impegnati con tutte le squadre disponibili. Situazione analoga in provincia di Terni dove sono decine gli interventi, soprattutto a Terni e in periferia. (ANSA).

Archivio Ultima ora