Champions: Higuain non basta, per il Napoli sarà dura

Pubblicato il 19 agosto 2014 da redazione

NAPOLI. – Un pari che fa male e che apre le porte a una qualificazione che il Napoli dovrà giocarsi tutta nella tana basca del nuovo San Mames. Finisce così l’andata del play off del Napoli che chiude con un amaro 1-1 contro l’Athletic Bilbao, figlio dei tanti errori in attacco e di un’amnesia difensiva gravissima. L’esordio agostano, davanti a un San Paolo quasi pieno e che rende omaggio a Ciro Esposito nella prima gara ufficiale dopo la maledetta finale di Coppa Italia, evidenzia la delusione del pubblico, che fischia alla fine del primo tempo e poi nella ripresa in particolare Insigne, il quale risponde con insofferenza e gesti della mano mentre esce dal campo. Ma questa partita mette in mostra anche tutte le lacune del Napoli di oggi, che con Ghoulam e Zuniga in ritardo di condizione affida la fascia sinistra a un Britos vacillante, e manca di qualità a centrocampo. Comunque la squadra di Benitez parte forte. Jorginho lavora con ordine e Gargano si butta su ogni pallone, meritandosi la stima di Benitez e anche una vetrina di mercato. In avvio ci prova due volte Hamsik, ma l’occasione d’oro è per Insigne, ben lanciato da Jorginho, che però liscia il pallone solo davanti a Irazoiz. Il Napoli sfonda al centro dove Laporte e Gurpegui fanno buona guardia nel gioco areo ma lasciano qualche spazio agli inserimenti di Insigne e Hamsik, favoriti da Higuain che arretra o si allarga. Da metà primo tempo, però, gli azzurri calano, l’Athletic fa maggiore densità a centrocampo e gli azzurri vanno in affanno, sbagliando qualcosa di troppo a centrocampo. Rico e Iturraspe sono bravi a spezzare la manovra del Napoli e impostare, i baschi premono sugli esterni con Munian, su cui Callejon deve dare una grossa mano a Maggio, e Susaeta. Il primo rischio arriva a 27′ con un colpo di testa Laporte su corner che esce di poco, poi Benal la mette sulla testa di Aduriz ma Rafael si tuffa e para. A sinistra scricchiola la coppia Koulibaly-Britos. E proporio su quella fascia nasce il vantaggio dell’Athletic. De Marcos riceve e avanza senza che Britos lo contrasti, poi mette al centro basso per Munian, incredibilmente solo sul dischetto del rigore: per la stellina basca battere Rafael è un gioco e il Napoli va all’intervallo tra i fischi del San Paolo. Il Napoli torna in campo scosso, l’Athletic continua a pressare altissimo e non fa ragionare i centrocampisti azzurri. Dopo un quarto d’ora Benitez gioca la carta Mertens, richiamando Insigne. L’attaccante sente i fischi del San Paolo e si indispettisce, cominciando ad incitare i tifosi a fischiare ancora, poi, uscito dal campo, si sfila la maglietta e la lancia con rabbia verso la panchina, disperandosi forse anche per l’occasione sprecata in avvio. L’ovazione arriva pochi minuti dopo, invece, per Higuain che inventa e realizza il pareggio del Napoli, bevendosi da solo al limite tre difensori dell’Athletic. Benitez butta dentro Michu per uno spento Hamsik, ma il neoarrivato si presenta malissimo appoggiando a Callejon quando invece era solo in area. Lo stesso Callejon spreca poi una grossa occasione. Il finale è un vano forcing azzurro, con Mertens che fa impazzire la difesa basca e Irazoiz che compie un intervento miracoloso (respinta d’istinto con una mano) su conclusione di Higuain da due passi. A Bilbao, tra otto giorni, sarà durissima.

Ultima ora

12:06Terrorismo: espulso francese, ha mimato spari contro Cc

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Con un provvedimento firmato dal ministro dell'interno, Marco Minniti, è stato espulso un cittadino francese 23enne, convertito all'Islam radicale, che era stato arrestato per reati comuni il 29 agosto scorso dai Carabinieri in provincia di Cuneo. Già segnalato dalle autorità transalpine quale simpatizzante jihadista, informa il Viminale, durante le procedure di identificazione aveva mimato il gesto di "sparare" contro i Carabinieri e di "far detonare" un ordigno esplosivo, citando Allah. Con quella di oggi sono 101 le espulsioni eseguite con accompagnamento nel proprio Paese, nel corso del 2017 e 233 quelle eseguite dall'1 gennaio 2015 ad oggi, riguardanti soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso.

11:36Litiga per 2 euro con gestore pompa benzina e appicca fuoco

(ANSA) - VITTORIA (RAGUSA), 15 DIC - Un 40enne di Vittoria ha appiccato le fiamme alla colonnina di un distributore di carburanti nella periferia della cittadina, non lontano dall'ospedale. L'allarme è stato dato al commissariato dai vigili del fuoco. Dietro al gesto ci sarebbe la lite avuta la sera prima col gestore del rifornimento per due euro. L'uomo, che è stato arrestato, aveva inserito soldi per comprare le sigarette, ma parte del denaro era rimasta bloccata e, nonostante il proprietario volesse ridargli i soldi, se ne era andato furibondo meditando la vendetta. Gli agenti sono risaliti all'autore dell'incendio esaminando le immagini registrate dall'impianto interno di videosorveglianza. Nelle riprese si vede il 40enne introdurre una banconota nel distributore, selezionare la pompa da utilizzare, estrarre la pistola e "irrorare" l'area circostante con la benzina, poi allontanarsi e appiccare il fuoco. Nella casa dell'arrestato, in lavatrice, sono stati trovati gli indumenti indossati dall'uomo nelle immagini. (ANSA).

11:28Sci: cdm, cancellata anche 2/a prova libera val d’Isere

(ANSA) - Val d'Isère (Francia), 15 dic - Come previsto anche la seconda prova cronometrata per la discesa di cdm donne di val D'Isere e' stata annullata per le abbondanti nevicate. Nella localita' francese domani e domenica erano in programma una discesa e un superG. Dopo l'annullamento delle due prove il programma prevede per domani un superG valido come recupero di quello non disputato per il maltempo una settimana a fa a St. Morizt. Poi la giuria decidera' le mosse successive. Tenendo conto che non si puo' disputare una discesa senza aver prima fatto almeno una prova cronometrata, e' probabile cosi' che domenica venga disputato almeno il superg originariamente previsto in Val d'Isère.

11:25Pedofilia: premier Australia,emersa tragedia nazionale

(ANSA) - CANBERRA, 15 DIC - Il rapporto della Commissione australiana d'inchiesta sulle risposte istituzionali sulla pedofilia "ha rivelato una tragedia nazionale. Ringrazio i membri della commissione e coloro che hanno avuto il coraggio di raccontare le loro storie". Così il premier australiano, Malcolm Turnbull, ha commentato i risultati dell'inchiesta che ha raccolto le deposizioni di oltre 15 mila persone e udito a porte chiuse oltre 8.000 vittime di abusi sessuali, in gran parte subiti in istituzioni religiose.

11:21Gentiloni, su migranti riconosciuta iniziativa Italia

(ANSA) - BRUXELLES, 15 DIC - Sulla migrazione "si è fatto un passo avanti soprattutto sulla dimensione esterna", "l'iniziativa italiana di questo anno è stata apprezzata in modo molto rilevante, ed è importante che lo sia dai leader dei Governi dei più diversi orientamenti e famiglie politiche, c'è un riconoscimento unanime dei passi fatti per la lotta contro i trafficanti di esseri umani". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni entrando al summit Ue.

11:17Basket: Nba, volano Golden State e Cleveland, record James

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Ottava vittoria di fila per i Golden State Warriors, che nella botte Nba hanno battuto i Dallas Mavericks con il punteggio di 112-97, trascinati da un grande Kevin Durant, che ha messo a segno 36 punti. Nelle altre quattro partite che si sono giocate in questo turno, grande successo dei Cleveland Cavaliers ai danni dei Los Angeles Clippers per 121-112, grazie al solito Lebron James in serata di grazia: per lui ennesima tripla doppia (25 punti, 12 rimbalzi e 12 assist) , la 59ma della carriera, eguagliando nientemeno che Larry Bird e conquistando il 6/o posto di sempre in questa speciale classifica. Ancora male gli Atlanta Hawks di Marco Belinelli, in campo per soli 10 minuti, battuti in casa dai Detroit Pistons per 105-91. Da segnalare infine l'altra vittoria esterna dei New York Knicks sui Brooklyn Nets e il successo casalingo di Minnesota sui Sacramento Kings per 119-96. (ANSA).

09:52Riciclaggio e frodi, Dia sequestra beni per 20 mln euro

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Dalle prime ore di questa mattina, la Sezione operativa Dia di Bologna, coadiuvata dai Centri operativi di Bari, Firenze e Napoli, dalle Sezioni operative di Lecce e Salerno e dai Nuclei di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ravenna e Foggia, sta dando esecuzione, nelle province di Ravenna, Foggia e Taranto, a 7 provvedimenti di cattura e contestuali decreti di sequestro per un patrimonio complessivo di 20 milioni di euro, emessi dal gip di Ravenna, nonché a numerosi decreti di perquisizione disposti dalla Procura di Ravenna. L'operazione, denominata 'Malavigna', ha permesso di ricostruire l'operato di un sodalizio criminale, specializzato nel riciclaggio di ingenti capitali di provenienza illecita e nelle frodi fiscali perpetrate mediante l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, capeggiato da un imprenditore ravennate e da pregiudicati contigui alla criminalità organizzata operante nella provincia di Foggia.

Archivio Ultima ora