Tre suore italiane massacrate in Burundi, una decapitata

Pubblicato il 08 settembre 2014 da redazione

ROMA.- Orrore e sgomento per il massacro in Burundi di tre suore missionarie italiane, trucidate nel loro convento alla periferia di Bujumbura, la capitale del Paese africano dove le religiose saveriane erano impegnate da sette anni. Delitti efferati, secondo le prime ricostruzioni della polizia, e ancora senza movente. Forse una rapina finita in tragedia, anche se dagli alloggi delle tre suore non sembra mancare nulla, nemmeno i soldi che erano in casa, riferiscono gli agenti. E’ stata smentita invece, da fonti missionarie saveriane, la violenza sessuale nei confronti delle suore, di cui aveva parlato il vice direttore della polizia burundese Godefroid Bizimana. Un uomo è stato visto fuggire dalla scena del delitto con un coltello in mano. Due sospetti sarebbero stati fermati e i tre guardiani del convento sono stati sottoposti ad interrogatorio. Al momento di certo c’è solo che le tre missionarie sono state uccise in due momenti diversi. Suor Lucia Pulici e suor Olga Raschietti, di 75 e 83 anni, sono state massacrate domenica pomeriggio nel convento presso la parrocchia San Guido Maria Conforti, che sostiene un ‘Centro pastorale giovanile’ che in questi anni ha consentito l’incontro fra ragazzi di etnia hutu e tutsi fondato dai padri saveriani. L’assassino le ha sgozzate e poi si è accanito sul cadavere di una di loro colpendone ripetutamente il viso con una pietra, ha spiegato Bizimana. La terza vittima, suor Bernardetta Boggian, di 79 anni, è stata invece uccisa nella notte tra domenica e lunedì. Era stata lei a ritrovare in una pozza di sangue i cadaveri delle consorelle, come ha raccontato all’agenzia Misna padre Mario Pulcini, superiore dei missionari saveriani in Burundi. Da lui Bernardetta era andata ieri pomeriggio dopo aver notato che dalla casa in cui alloggiava con suor Lucia e suor Olga “non c’erano segnali di vita, tutto era chiuso e con le tende tirate”. Poco dopo la tragica scoperta dei due cadaveri martoriati. La religiosa ha comunque deciso di non abbandonare l’alloggio, scelta che probabilmente l’ha consegnata nelle mani dell’assassino rimasto nascosto. Anche per lei una fine cruenta: decapitata. Padre Pulcini, che si era recato negli alloggi della suora verso le 2 di notte dopo aver sentito delle urla, ha raccontato infatti di essersi ritrovato di fronte a un “bagno di sangue”. “Il sangue versato diventi seme di speranza per costruire l’autentica fraternità tra i popoli”, è stato l’appello del Papa che si è detto “profondamente colpito dalla tragica morte” delle tre missionarie. Di “un atto vile ed esecrabile” ha parlato il capo dello Stato Giorgio Napolitano, mentre il premier Matteo Renzi lo ha definito un “gesto atroce che sgomenta per la ferocia rivolta” nei confronti delle vittime. Il ministro degli Esteri Federica Mogherini, in una nota, ha sottolineato che l’uccisione delle missionarie “è un grande dolore”. Sotto shock la diocesi di Parma, della quale facevano parte le suore, e l’arcivescovo di Bujumbura, monsignor Evariste Ngoyagoye. Il vice presidente del paese africano, Prosper Bazombanza, si è detto “inorridito da tanta barbarie” e ha promesso di “fare luce sulla vicenda il prima possibile”. In Burundi, uno dei paesi più poveri dell’Africa che nel 2006 è uscito da oltre dieci anni di guerra civile, i conventi erano già stati presi di mira. Il 27 novembre 2011, il cooperante italiano Francesco Bazzani era rimasto ucciso in un attacco a un convento a Ngozi, nel nord del Paese, insieme con una suora croata. I due assassini erano stati arrestati il giorno dopo e condannati all’ergastolo. (di Benedetta Guerrera/ANSA)

Ultima ora

13:09Calcio: Milan, ‘Donnarumma patrimonio sportivo ed economico’

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non è il tempo del mercato". Nella consueta rassegna stampa pubblicata sul sito del Milan, si conclude così il commento sull'intricato caso di Gianluigi Donnarumma e sull'ipotesi di cessione tornata d'attualità in questi giorni. "Gigio è un patrimonio del Club, sia sportivo (è reduce da ottime parate contro Torino e Bologna) che economico - si legge sul sito della società rossonera -. Tutto questo è valorizzato da un contratto fino al 2021 e rafforzato da un dialogo sempre aperto e positivo fra il giocatore e il suo allenatore, fra il giocatore e il direttore sportivo rossonero Mirabelli. Stabilito questo come ha già avuto modo di affermare proprio Rino Gattuso ieri, il Milan è concentrato adesso solo sul campo. È lì che la squadra rossonera deve continuare a lavorare per tornare grande. Non è questo il tempo del mercato - è la conclusione -, ma solo ed esclusivamente del campo".

13:07Brexit: Barnier, non accetteremo alcun passo indietro da Gb

(ANSA) - STRASBURGO, 13 DIC - "Non accetteremo alcun passo indietro rispetto alla dichiarazione congiunta" siglata venerdì scorso da Regno Unito e Unione europea. Lo ha detto il negoziatore dell'Ue per la Brexit, Michel Barnier, durante un dibattito in plenaria al Parlamento europeo. I punti della 'fase uno' del negoziato, ha detto, "devono essere rapidamente tradotti in un accordo di ritiro giuridicamente stringente. Questa è una delle condizioni per il buon andamento del negoziato". Barnier ha anche sottolineato che questa "è una tappa importante ma ce ne saranno molte altre".

13:05Cina: Xi Jinping a cerimonia per 80 anni massacro Nanchino

(ANSA) - PECHINO, 13 DIC - La Cina ha ricordato oggi l'80/mo anniversario del "massacro di Nanchino" in una solenne cerimonia alla quale ha assistito per la prima volta in tre anni il presidente Xi Jinping: un minuto di silenzio, osservato in tutta la città, ha reso omaggio alle migliaia di vittime causate dalla occupazione dell'esercito imperiale nipponico nel 1937. "Solo se possiamo ricordare la storia possiamo costruire un futuro migliore", ha detto nel suo intervento Yu Zhengsheng, a capo del Comitato nazionale della Conferenza politica consultiva del popolo cinese. Parole suonate come invito a fare tesoro del passato per guardare ai rapporti futuri tra i due Paesi, "vicini che non possono spostarsi e con molte comunicazioni civili". La vicenda, a distanza di 80 anni, continua a pesare sulle relazioni

13:04Cadavere nelle campagne di Chivasso, forse morto assiderato

(ANSA) - TORINO, 13 DEC - Questa mattina a Chivasso, in via Mezzano, ai margini di una campo, è stato rinvenuto il cadavere di uomo. Il corpo, che non presenta segni esterni di violenza né lesioni, è stato notato da un passante. L'uomo potrebbe essere morto per assideramento. Al polso portava un braccialetto sanitario. Indagini in corso da parte dei carabinieri della compagnia di Chivasso.(ANSA).

13:03Gerusalemme: Mosca, posizione Erdogan non è la nostra

(ANSA) - MOSCA, 13 DIC - La Russia non condivide le parole del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che oggi ha definito Israele "uno Stato terrorista" e ha invitato a riconoscere "Gerusalemme come capitale dello stato occupato di Palestina": lo ha precisato il portavoce di Putin, Dmitri Peskov. "Siamo al corrente della posizione del leader turco e non corrisponde alla nostra", ha affermato Peskov, aggiungendo che "la posizione della Russia su Gerusalemme e sulla soluzione della questione mediorientale è ben nota".

12:59Maltempo: il Po scende di un metro a Boretto nel Reggiano

(ANSA) - BOLOGNA, 13 DIC - Il livello idrometrico del Po è sceso di un metro a Boretto nelle 12 ore successive alla piena causata dal maltempo con un lento ritorno alla normalità nell'intero bacino idrografico e l'inizio della conta dei danni. E' quanto emerge da un'analisi di Coldiretti che evidenzia milioni di euro di danni con centinaia di ettari di campagna finiti sott'acqua, vigneti e coltivazioni di cereali e foraggio sommersi, stalle e edifici rurali danneggiati, animali morti o dispersi, piante divelte e black-out elettrici, frane e smottamenti. La situazione più difficile - riferisce la Coldiretti - in Emilia-Romagna dove è esondato l'Enza con l'allagamenti dei campi del Reggiano nei Comuni di Boretto e Brescello in località Lentigione, ma l'emergenza si estende anche a Parma e Modena mentre in tutta la regione si sono verificati black-out elettrici e telefonici. Danni - continua Coldiretti - sono stati provocati dal gelo alle coltivazioni invernali mentre vigneti e alberi sono stati spezzati dal peso del ghiaccio. (ANSA).

12:55Uccise ladro: pm, la legge vieta furto ma anche omicidio

(ANSA) - BRESCIA, 13 DIC - "Se i carabinieri fossero stati chiamati oggi non saremmo qui a discutere di omicidio volontario, ma di un semplice processo per furto". Lo ha detto il pm Kati Bressanelli davanti alla Corte d'Assise di Brescia nel corso delle repliche del processo di primo grado a carico di Mirco Franzoni, il 33enne che nel 2013 a Serle (Brescia) uccise in strada un ladro che aveva rubato a casa del fratello. Il pm ha chiesto la condanna a 16 anni per omicidio volontario. "Il sottofondo di questa vicenda è chiaro - ha detto il pm - la vittima è un ladro e chi ha sparato è un bravo ragazzo. La legge vieta il furto, ma anche di uccidere". Il pm ha poi aggiunto di non aver "mai pensato che Franzoni sia uscito di casa con l'intenzione di uccidere, ma che si sia trattato di un impeto". La difesa, con l'avvocato Gianfranco Abate, ha replicato: "Una volta che trova il ladro Franzoni fa chiamare da un compaesano i carabinieri. Se avesse voluto ucciderlo avrebbe sparato prima". Sentenza attesa per il tardo pomeriggio.

Archivio Ultima ora