Mennea day: ex atleta denuncia, pista del record oltraggiata

BARLETTA. – Sulla pista dello stadio comunale ‘Puttilli’ di Barletta, dove il campione Pietro Mennea si allenava e il 17 agosto 1980 stabilì il record mondiale dei 200 metri sul livello del mare in 19″96, transitano macchine che trasportano materiale per la manutenzione del campo erboso, danneggiando la stessa pista. A denunciarlo è l’ex atleta e allenatore di pallavolo, Franco Frezza, già amico del campione barlettano, intervenuto in uno degli appuntamenti del ‘Mennea day’. “Capita spesso di vedere su quella pista, per i lavori di manutenzione del manto erboso dello stadio, transitare macchine – ha spiegato Frezza – con la massima incuranza per i danni strutturali causati alla pista e quelli che ne derivano per gli atleti che la utilizzano”. Alcuni atleti presenti all’incontro hanno sottolineato che “questo non è l’unico problema per gli atleti che si allenano a Barletta, nel cui stadio, purtroppo vige una visione calcio egocentrica dello sport. Si pensi che, per chi pratica il salto in alto, le pedane sono fatiscenti e i materassi sono un cumulo di polvere e ricettacolo di rifiuti e piccoli animali”.