Vettel verso Ferrari, Alonso punge: “Vincerò ancora”

Pubblicato il 04 ottobre 2014 da redazione

ROMA – Giunto al capolinea un matrimonio che durava dal 2010, come di fatto annunciato giovedì da Montezemolo, la Ferrari e Fernando Alonso trattano gli ultimi dettagli della separazione e intanto guardano altrove per il rispettivo futuro. Se il nuovo team dello spagnolo resta da mettere nero su bianco – uno come lui tutti lo vogliono ma pochi se lo possono permettere – per prendere il suo posto alla Ferrari nel 2015 è Sebastian Vettel il candidato numero uno: lo sostiene anche il tedesco Sport Bild, uno che col quattro volte campione del mondo gioca in casa.

“Al momento – fanno sapere però dalla Ferrari – la scuderia di Maranello non prevede annunci”. Dal Giappone, intanto, Alonso punge la Ferrari: “Prima di andare in pensione vincerò ancora”, assicura, parlando più da vincente che da prepensionato. “Voglio vincere – è la rivendicazione di orgoglio del pilota che in Ferrari non e’ riuscito a mantenere le promesse, e ora al passo di addio con due stagioni di anticipo – e sono pronto a massimizzare le prestazioni in questo momento della mia carriera, che considero il più bello, perché mi sento bene”. “Ho adattato lo stile di guida alle nuove regole ogni anno, sento che sono nel momento migliore della mia carriera”, ha concluso Alonso.

Concluse le due sessioni di prove libere del venerdì – che vedono ancora una volta davanti le Mercedes di Lewis Hamilton e Nico Rosberg e le Ferrari sesta e settima con Raikkonen davanti -, tutto l’interesse si è di nuovo concentrato sul futuro dello spagnolo, perché le mosse di top player come lui sono di sicuro più interessanti dello spettacolo in pista, che riproporrà il duello in casa Mercedes.

Alonso non ha lasciato trasparire nulla sui suoi programmi, limitandosi a confermare che il suo vero obiettivo è “vincere altre gare e aggiungere alcuni titoli, in modo da poter andare in pensione con più di due Mondiali”.

Quale team sceglierà lo spagnolo? La scelta più sicura, ma anche la più complicata, è quella di planare in casa Mercedes se Lewis Hamilton dovesse decidere di non rinnovare. Più probabile nel paddock, anche secondo il sito specializzato Autosport, è considerato il matrimonio con la McLaren-Honda, pronta a coprire d’oro forse l’unico fuoriclasse della Formula 1 attuale, mentre ieri l’Honda ha svelato sul circuito di casa le prime immagini del nuovo motore che potrebbe spingere lo spagnolo verso il terzo titolo.

L’arrivo di Vettel sulla Rossa, dato in Germania per più che probabile, apre anche alla suggestione di uno ‘scambio alla pari’ tra Ferrari e Red Bull. Questo in estrema sintesi, perché le questioni, tecniche, economiche e contrattuali, sono decisamente complesse riguardando piloti di primo piano dagli ingaggi pesanti e dagli ego enormi. A Maranello uno come Vettel fa comodo: è giovane rispetto ad Alonso, abituato a vincere, voglioso di dimostrare di essere forte anche lontano dalla Red Bull e un nome tale da tranquillizzare i tifosi.

“In questo momento il meteo incerto rende assolutamente imprevedibile qualsiasi decisione”, ha detto Alonso parlando del weekend in pista, minacciato da un tifone, ma la frase, meteo a parte, si adatta anche perfettamente alla situazione sua e della scuderia. Della quale sta parlando col team principal Mattiacci, come chiarito da Montezemolo. Di certo, a brevissimo verrà fatta chiarezza.

Ultima ora

15:48Calcio: Mondiale Club, Fifa, Real? Var giusta

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Fifa non condivide le critiche del Real Madrid sulla Var entrata in azione due volte nel match vinto dai blancos 2-1 contro l'Al Jazira nella semifinale del Mondiale per club giocata ieri. La prima per annullare un gol a Benzema nel primo tempo, la seconda sulla possibile rete del 2-0 per la formazione araba non convalidata per un leggero fuorigioco. Una protesta quella delle merengues che - come riporta il quotidiano spagnolo As - il massimo organo del calcio mondiale "non condivide né capisce, perché pensa che nei due episodi siano state prese le decisioni giuste".

15:31Calcio: Donnarumma, tifosi Milan contro Raiola

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Da San Siro ai social network, monta la contestazione dei tifosi contro Gianluigi Donnarumma per aver messo in discussione il rinnovo con il Milan firmato a luglio per presunte pressioni psicologiche. Secondo chi lo ha visto allenarsi in mattinata a Milanello, l'umore del portiere è piuttosto negativo, in linea con quanto è apparso ieri durante la partita contro il Verona, quando ha reagito ai fischi e agli insulti scuotendo la testa sconsolato, fin quasi alle lacrime. Dopo la partita il ds rossonero Massimiliano Mirabelli ha criticato ("Sappiamo da dove viene il male") l'agente del portiere, Mino Raiola, senza mai nominarlo, e c'è lo stesso obiettivo nel mirino dei tifosi, che sui social network stanno rilanciando l'hasthag #gigiomollalo, esortando il calciatore a prendere posizione e scaricare il procuratore.

15:09Migranti:sbarcati in 41 in porto Crotone, erano su veliero

(ANSA) - CROTONE, 14 DIC - Quarantuno migranti sono sbarcati stamani al porto di Crotone a bordo di una motovedetta della Guardia di Finanza che li ha intercettati ad un miglio al largo di Capo Colonna. I migranti, tutti irakeni, viaggiavano a bordo di un veliero. Sono in corso, nel porto di Crotone, le operazioni di accoglienza dei profughi come previsto dal sistema coordinato dalla Prefettura che prevede anche delle visite mediche e tutti gli accertamenti relativi alla loro provenienza. I migranti verranno ospitati nel Centro di accoglienza di Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto.(ANSA).

15:02Calcio: Torino, Petrachi ds per altri due anni

(ANSA) - TORINO, 14 DIC - Gianluca Petrachi sarà il direttore sportivo del Torino per altri due anni, fino al 2020. Il club granata, sul proprio sito, ha infatti annunciato di avere prolungato il rapporto con il dirigente. "Dopo otto anni di proficua collaborazione - si legge - ed un importante lavoro svolto insieme, il presidente Urbano Cairo comunica di aver rinnovato il contratto" del direttore sportivo. L'accordo mette fine alle voci sull'addio di Petrachi, che ha molti estimatori, anche all'estero.

14:53Calcio: Serie A, Verona-Milan a Orsato

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Queste le altre designazioni per le partite della 17/a giornata di serie A in programma domenica 17 dicembre alle ore 15. Benevento-Spal (ore 18): Pasqua; Crotone-Chievo: Pairetto; Fiorentina-Genoa: Calvarese; Verona-Milan (ore 12.30): Orsato; Sampdoria-Sassuolo: Gavillucci.

14:52Schiaffi e maltrattamenti bimbi,sospese maestre

(ANSA) - SAN GIORGIO ALBANESE (COSENZA), 14 DIC - Schiaffi, pizzicotti e tirate d'orecchie ai bambini, una decina in tutto, dell'unica classe della scuola d'infanzia di San Giorgio Albanese nel cosentino. E' l'accusa rivolta a due insegnanti alle quali i carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno notificato una misura interdittiva della sospensione per sette mesi. I provvedimenti sono stati disposti dal gip dell Tribunale di Castrovillari su richiesta della Procura della Repubblica. L'indagine condotta dai carabinieri e coordinata dal procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla e dal sostituto Valentina Draetta, è stata avviata a seguito di una denuncia presentata da alcuni genitori. Gli accertamenti effettuati dai militari hanno permesso, in poco tempo, di documentare, con servizi di osservazione e di video riprese all'interno degli spazi didattici, una serie di maltrattamenti posti in essere dalle due insegnanti nei confronti dei bambini in un arco temporale di appena quindici giorni. (ANSA).

14:44Calcio: serie A, Inter-Udinese a Mariani

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sarà Mariani ad arbitrare l'anticipo della 17/a giornata di serie A tra Inter e Udinese, in programma sabato 16 dicembre alle 15. Torino-Napoli (sabato alle 18) sarà diretto da Mazzoleni e Roma-Cagliari (sabato alle 20.45) da Damato. Per Bologna-Juventus (domenica alle 15) designato Banti. Il posticipo delle 20.45 tra Atalanta e Lazio è stato affidato a Irrati.

Archivio Ultima ora