Bayern in festa, poi anche gli elogi Papa: “Voi meravigliosi”

ROMA. – Rigatoni alla amatriciana, vitello tonnato e tiramisù. La magica notte romana del Bayern in Champions è proseguita dopo la partita, a cena, nella sala Farnese dell’Hotel parco dei Principi. L’abbuffata di gol servita alla Roma ha stuzzicato l’appetito dei giocatori bavaresi, che hanno molto apprezzato il menù servito a 350 ospiti, compreso il comitato esecutivo del club al completo. Questa mattina, poi, altro pieno di emozioni per lo squadrone tedesco, ricevuto in udienza privata da Papa Francesco. Il pullman della delegazione del Bayern, guidata da Karl-Heinz Rummenigge, è stato il primo ad entrare nel Palazzo Apostolico. “Avete giocato una partita meravigliosa” ha detto Francesco (in italiano, secondo quanto riporta il sito del club bavarese) accogliendo i suoi ospiti. “Il calcio è uno sport di squadra sano, un ottimo esempio per i bambini” ha aggiunto il Santo Padre. “Questo incontro è per noi un grande onore” ha ringraziato Rummenigge, anch’egli in italiano. Il presidente gli ha poi donato un pallone firmato da tutti i giocatori del Bayern, simbolo di un’amichevole che si giocherà l’anno prossimo ed il cui incasso servirà a finanziare opere di carità per un milione di euro. Papa Bergoglio ha ricordato di aver visto di persona Rummenigge nella finale del Mondiale ’86, a Città del Messico.  Ben conoscendo la sua passione per il calcio, il capitano Lahm e il portiere Neuer hanno consegnato al Papa una maglia del Bayern con la scritta ‘Franziskus’ e il numero 1. Ogni giocatore ha a sua volta ricevuto una piccola croce ed una catenina. “E’ stata un’esperienza entusiasmante, tra le più intense della nostra vita” hanno commentato Philip Lahm e David Alaba. Entusiasmo, ben più profano, quello che ha contagiato la stampa. Il 7-1 inflitto ai giallorossi è paragonato al sacco di Roma del 1527, perpetrato dai lanzichenecchi (non a caso tedeschi pure loro): “Il Bayern vince in Champions. Roma saccheggiata in una notte”, titola la Sueddeutsche Zeitung, mentre la Bild, giocando sulla vittoria nella Città Eterna, parla di “Bayern celestiale, divino festival del gol”. Per Der Spiegel, quella di ieri e’ stata “La caduta di Roma” ed esalta Guardiola “la cui idea di calcio è più viva che mai”. “Dobbiamo ringraziare Guardiola che ha trasformato una squadra di stelle in una squadra – scrive Stern – I giocatori del Bayern sembrano gli Harlem Globetrotters di basket. Ma quello era uno show, questo è sport vero”.

Condividi: