Occhi puntati su Mancini, Thohir vuole la vittoria

Pubblicato il 19 novembre 2014 da redazione

Calcio: Inter;Mancini "serve lavoro,non ho bacchetta magica"MILANO. – Tre giorni al ritorno a San Siro di Mancini. Tre giorni di lavoro per trovare la quadra in vista del derby di domenica. È partito il countdown alla stracittadina milanese e il tecnico di Jesi deve già tirare le somme. Perché contro il Milan è fondamentale vincere, per rilanciare la squadra in campionato ma soprattutto per dimostrare a Thohir di aver fatto la scelta giusta nonostante il grande dispendio economico. Il presidente lo ha voluto, cercato, anche convinto. Ha scelto un profilo internazionale per la sua Inter. “Mancini ha già superato un attento esame, ho parlato con lui, è un allenatore ambizioso. Non è nuovo all’ambiente Inter. È un nerazzurro, è la sua squadra” le parole di Thohir rilasciate ad un giornale indonesiano il giorno dell’esonero di Mazzarri e rese pubbliche oggi. “So bene che lo aspettano sfide importanti, ma è stato parte del calcolo per questi lo abbiamo scelto durante la pausa per le nazionali – ha aggiunto il presidente – . Credo che sarà in grado di fare risultati positivi, voglio che San Siro non fischi più la squadra”. Dunque il presidente si aspetta subito punti. Nonostante il poco tempo a disposizione e la necessità di rivoluzionare il gioco dell’Inter, dal Mancio si pretende fin dall’esordio uno slancio importante. Anche Zanetti che lo conosce bene si fida del lavoro fatto in questi pochi giorni: “L’addio a Mazzarri era inevitabile, si era creata una situazione molto difficile. Ora però dobbiamo guardare avanti e fare un ottimo campionato. E il Mancio che conosce bene l’ambiente, ha l’esperienza giusta per preparare il derby in poco tempo”. Il club è compatto e convinto di poter vedere una nuova Inter domenica. Mancini in questi giorni ha lavorato con la squadra, cercando di far assimilare in tempo record la nuova filosofia di gioco un 4-3-1-2 che potrebbe escludere in difesa Vidic, non al meglio della forma, in favore della coppia centrale Ranocchia-Juan Jesus. Ma è a centrocampo che ci sono da sciogliere i principali dubbi: serve trovare un sostituto di Medel (squalificato) e la scelta cadrà su uno tra Kuzmanovic e M’Vila, mentre Hernanes, ancora non al meglio dell’infortunio, potrebbe essere schierato solo a partita in corso in favore di un Obi titolare. In attacco invece dovrebbe essere preferito Palacio come spalla di Icardi e Kovacic trequartista. E proprio il giovane attaccante argentino ha commentato l’arrivo di Mancini ai microfoni di Sky: “È stato un cambio veloce perché da un giorno all’altro è andato via Mazzarri ed è arrivato Mancini. Purtroppo nel calcio pagano sempre gli allenatori, però quelli che vanno in campo siamo noi”. Parole che dimostrano rispetto verso l’ex allenatore, l’attaccante non lo incolpa di ciò che non ha funzionato finora. Adesso l’argentino dovrà ricominciare tutto da capo ed entrare nelle grazie anche di Mancini: “Quando arriva un nuovo allenatore non ha le stesse idee di quello precedente. Ora ripartiamo da zero tutti, dallo stesso livello e ci mettiamo in mostra tutti. È un motivo in più per continuare a lavorare. Quando c’è un cambio di allenatore, penso che ci sia sempre maggiore motivazione in una squadra”. Ma domenica contro il Milan la tensione sarà alta, la Stracittadina è una gara complessa che nasconde insidie e il cambio in panchina ha destabilizzato forse un po’ la squadra. Icardi però si dimostra giocatore nuovo, più maturo, quando stempera la tensione: “È una partita speciale ma pur sempre un passo in più del campionato come lo sono le altre. Se vinci prendi tre punti, altrimenti zero – ha aggiunto l’attaccante-. Anche se giochi contro l’ultima in classifica è lo stesso. E’ vero che c’è un’emozione in più, ma dobbiamo stare calmi, arrivare alla partita concentrati e fare il meglio. Quando sei in campo, quello che succede, succede. Non puoi tornare indietro”.

Ultima ora

01:35Calcio: Francia, Psg a valanga e il Monaco resta a -9

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Il Paris Saint Germain risponde alla vittoria di ieri del Monaco infliggendo una dura lezione al Rennes, battuto 4-1 in trasferta con una doppietta di Neymar e gol di Cavani e Mbappè. I parigini, dopo 18 giornate, mantengono il +9 di vantaggio sui monegaschi. Fari puntati domani sulla sfida Lione-Marsiglia, match clou che mette di fronte due squadre in corsa per la Champions ed è una grande occasione per gli ospiti, guidati da Rudi Garcia sono in corsa per il secondo posto. Nonostante i gol di Balotelli, il Nizza annaspa al settimo posto e domenica ospita il Bordeaux. Tra le altre partite di oggi, il Digione ha battuto 3-0 il Lille e sale al settimo posto a quota 24, dove si trovano anche lo Strasburgo, che ha battuto 2-1 il Tolosa, e il Caen, che invece non è andato oltre lo 0-0 in casa col Guingamp. Seconda vittoria stagionale per il fanalino di coda Metz, che è riuscito a imporsi 3-1 a Montpellier.

01:05Calcio: Roma, Di Francesco “vittoria sofferta ma importante”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Questa gara era importante, avevo dato un segnale, e l'abbiamo vinta soffrendo. Si parla sempre degli episodi, che sono importantissimi, ma noi avremmo potuto fare gol prima. Abbiamo subito il primo tiro contro dopo 83', abbiamo sempre fatto la gara contro un Cagliari molto organizzato ma noi abbiamo voluto fortemente la vittoria. Ci teniamo stretti questi 3 punti". Lo ha detto l'allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, dopo la vittoria al 94' sui sardi. "Abbiamo concesso pochissimo in difesa, il Cagliari non ci ha permesso di essere aggressivi ma abbiamo avuto una grande supremazia territoriale - ha proseguito -. Dovevamo essere più cinici e cattivi, dobbiamo lavorare ancora di più. Ma io non sono d'accordo sulla prestazione negativa, abbiamo fatto la partita. Abbiamo tirato in porta 20 volte, dovevamo essere più precisi".

01:03Cile: frana per piogge torrenziali, 3 morti e 15 dispersi

(ANSA) - SANTIAGO, 16 DIC - Piogge torrenziali nel sud del Cile hanno causato una frana che ha sommerso un villaggio: almeno tre persone sono morte e altre 15 risultano disperse. Lo riferisce il viceministro dell'Interno Madmud Aleuy, aggiungendo che le vittime sono due donne e un turista non ancora identificato. Le piogge hanno causato l'esondazione di un fiume vicino a una collina franata su 20 delle 200 case del villaggio di Villa Santa Lucia, nella regione meridionale di Los Lagos. La presidente Michelle Bachelet ha riferito su Twitter che i servizi di emergenza stanno lavorando dell'area "per soccorrere le persone colpite". Alcuni feriti sono stati evacuati in elicottero. (ANSA)

01:01Omicidio cestista Nba Lorenzen Wright, arrestata moglie

(ANSA) - WASHINGTON, 16 DIC - Per l'uccisione nel 2010 dell'ex giocatore di basket Nba Lorenzen Wright, la polizia di Memphis ha arrestato l'ex moglie Sherra, 46 anni, e un suo coetaneo, Bill Turner, accusati ora di concorso nell'omicidio. Le forze dell'ordine non hanno reso noto cosa le abbia portate ai due e il movente del delitto, ma la svolta sarebbe stata impressa dal ritrovamento dell'arma usata nell'aggressione, in un lago vicino a Walnut, Mississippi, 75 miglia a est di Memphis. Il corpo di Wright, che allora aveva 34 anni, fu trovato alla periferia della città in stato di decomposizione dieci giorni dopo la sua scomparsa. Aveva diverse ferite d'arma da fuoco. Il cestista aveva giocato nell'Nba per 13 anni in 5 squadre, tra cui quella di Memphis.

00:50Basket: serie A, Sassari-Pistoia 88-81

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Dinamo Sassari infila la settima vittoria consecutiva fra Lega A e Champions sconfiggendo 88-81 sul parquet del PalaSerradimigni la The Flexx Pistoia in un anticipo dell'11/a giornata di serie A di basket. Mattatore della serata è la guardia biancoblu' Scott Bamforth che chiude la partita con 26 punti e 6 assist guidando i padroni di casa verso una vittoria per nulla scontata. Sassari sale a 14 punti, Pistoia resta ad 8.

00:49Incendi California, ancora evacuazioni contea S.Barbara

(ANSA) - SANTA BARBARA, 16 DIC - Brucia senza sosta la California, nella contea di Santa Barbara, dove sono state ordinate nuove evacuazioni nella zona di Montecito. Il forte vento spinge le fiamme verso le case dove risiedono alcuni vip, fra i quali la star della tv Oprah Winfrey. Finora Thomas Fire (questo il nome dato all'incendio) ha distrutto oltre 1.000 edifici e oltre 700 case e, secondo le autorità, potrebbe colpire altre 18.000 strutture. Ieri è costato la vita a un vigile del fuoco, morto soffocato dal fumo.

00:26Calcio: serie A, Roma-Cagliari 1-0

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Roma soffre ma batte il Cagliari nell'ultimo anticipo del sabato della 17/a giornata di serie A. Dopo la sconfitta dell'Inter e la vittoria del Napoli, la squadra di Di Francesco affianca la Juve a 38 punti, ma ha ancora una partita da recuperare. Poche emozioni nel primo tempo. La Roma, che schierava per la prima volta titolare la coppia Dzeko-Schick, ha gestito il possesso senza riuscire però a creare eccessivi pericoli per Cragno, mentre il Cagliari, impegnato in un ragionato contenimento, ha cercato qualche timida reazione in contropiede. Nella ripresa, la Var concede un rigore ai giallorossi, ma Cragno para il lento tiro di Perotti. Nel recupero, Fazio in mischia insacca. Altra Var, e l'arbitro convalida la rete. I tre punti ormai insperati consentono alla Roma di affiancare la Juve al terzo posto, a quota 38, ma entrambe devono ancora giocare una partita. Il Napoli è primo con 42.

Archivio Ultima ora