Accademia del Caffè Carbone Espresso, dove la cultura del caffè diventa arte

Pubblicato il 22 novembre 2014 da redazione

pierto carbone1

 

CARACAS – È una verità universalmente riconosciuta che un caffè può influenzare in maniera diretta lo sviluppo della giornata, e forse, la propria vita. Pietro Carbone, figlio del rinomato sarto italiano, Nino Carbone, lo sa benissimo.

Se in Italia è usanza comune e diffusa tra la popolazione bere almeno un caffè espresso al giorno, in Venezuela, nonostante il paese sia produttore di caffè, non c’è una cultura radicata del caffè.

Pietro è un appassionato confesso del buon caffè e ha trasformato la sua passione in una “missione: insegnare a fare una buona tostatura ed educare il cliente finale agli infiniti sapori del caffè. Questi obiettivi li sta raggiungendo attraverso il progetto “Carbone Espresso” che, dopo 2 anni di corsi organizzati per formare baristi, si è trasformata nell’Accademia del Caffè Carbone Espresso.

Pietro ha a una laurea in Gestione Aziendale, un Master in Finanza dell’Unimet ed ha lavorato per 3 anni nell’industria petrolifera. La passione per il caffè comincia quando decide di lavorare nella boutique di suo padre. In quel momento inizia la ricerca del “vero” espresso italiano. A quel tempo comprava soltanto caffè macinato. Ha poi deciso di iniziare a comprare macchine automatiche, sempre italiane, e faceva il caffè in maniera piuttosto intuitiva.

-Ho provato tutti i marchi sul mercato alla ricerca di un caffè migliore. Un cliente di mio padre mi ha dato il contatto di una masseria a Boconó, nello stato Trujillo. La tostatura poi l’ho fatta a Caracas.

Il risultato è stato fantastico:

-Da allora in poi,- dice mentre ride – la mia vita si è complicata senza che lo volessi.

Regalava una latta di caffè ai clienti della boutique in occasione del loro compleanno. Questa, afferma Carbone, «era una forma di condividere la moda ed anche il caffè». All’inizio tostavano circa 60 kg. Oggigiorno, si fa la tostatura di circa 600 kg.

Con l’obiettivo di formarsi professionalmente in materia di caffè, si è laureato all’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei), a Brescia, e con la Speciality Coffee Association of Europe (Scae).

 

pietro carbone2

L’Accademia del Caffè prepara futuri baristi senza nessuna preclusione. Nessun limite di età e soprattutto non è richiesta nessuna conoscenza della realtà del caffè. È uno spazio dedicato all’istruzione, alla promozione ed alla cultura del caffè e del bar.

-Era necessario iniziare questo movimento. Il Venezuela è un paese caffeario e caffeicolo con un potenziale gigantesco. Il caffè non può essere più relegato dalla nostra cultura gastronomica.

Oggigiorno, Carbone riceve caffè di tutte le specie dal Venezuela come quelle delle zone Boconó, Caripe, Mérida ed altre. Uno degli obiettivi di questo progetto è rivoluzionare la forma in cui si tosta il caffè. “Tosteremo su scala ridotta per garantire una bibita di ottima qualità e perché l’attenzione sia personalizzata”.  Tuttavia, c’è molto da fare. I prezzi regolati costituiscono un limite quando il costo della produzione è maggiore:

– Questa situazione -spiega- non fa che stimolare la mediocrità e la mancanza di rispetto nei confronti dei clienti. Non sono poche le persone che commettono numerosi raggiri e truffe nell’industria alimentare ed una delle mie lotte è cercare di eliminare questo problema.

Carbone mette l’accento sull’importanza della formazione del consumatore:

-Sono in molti che accettano qualsiasi tipologia di caffè -afferma- senza chiedere e senza verificare la qualità del prodotto, la forma in cui è stato fatto. Questa situazione alimenta il circolo vizioso.

Il barista crede che l’origine della questione sia, da una parte, la transculturazione e, da un’altra, il cambio di proprietari dei negozi che genera inconsistenza nella gestione delle loro attività. Per preparare e poi assaggiare un buon caffè, tutti i passi del processo sono importanti. Dalla pulizia delle macchine fino alla macinatura fatta al momento.

-Ma come deve essere un buon caffè?

-L’espresso perfetto – spiega dopo una breve riflessione – è costituito da 25 millilitri di bevanda ricca e densa, ottenuto da 7 grammi di miscela di qualità lavorata in una macchina professionale per 25 secondi.

La temperatura gioca un ruolo fondamentale. Lo zucchero, al contrario di quanto ci hanno fatto credere fin’ora, non influisce direttamente sul gusto del caffè, e quest’ultimo deve essere servito in ceramica bianca e fina.

 

pierto-carbone

– Com’è la vita di un barista in Venezuela?

-A dir la verità – dice con franchezza- a volte mi sento come Don Chisciotte della Mancia, “lottando contro i giganti”. Sento che già da tempo la parola ‘barista’ ha preso il suo posto nel linguaggio gastronomico del Venezuela. La concorrenza è tanta – esprime- ma sono pochi a garantire gli standard di qualità ed a proteggerli.

Carbone assicura che «il commercio equo e solidale migliora la qualità del commercio del caffè, però in Venezuela non ci sono  ancora tutte le condizioni per farlo divenire realtà». Nonostante ciò, è evidente che negli ultimi tre anni c’è stato un cambiamento incredibile nella prospettiva venezuelana del caffè.

La passione e la pratica sono gli elementi che fanno un barista eccellente, ma nella cultura italiana del caffè il barista ideale ha soprattutto due pregi: fa un ottimo caffè ed è pronto a commentare tutte le notizie del giornale. Un bravo barista riesce a coinvolgere in un certo modo il cliente con il bar.

Al momento attuale, più di 2.450 persone hanno avuto l’opportunità di studiare e di sommergersi nelle acque tinte del caffè e Pietro Carbone continuerà nel suo lavoro  di “convertire gli  infedeli” a questa preziosa cultura che ci porta tantissimi momenti di piacere e gioia. (Arianna Pagano/Voce)

 

 

Ultima ora

17:19Calcio: Benevento, Vigorito “in A serve vincere”

(ANSA) - BENEVENTO, 22 AGO - "Se giochi bene e non vinci in Serie A diventa difficile. Vanno bene i complimenti, ma bisogna portare a casa anche i risultati. In questa fine di mercato e con il lavoro di tutto lo staff mi auguro di riuscire a mettere le toppe giuste". Così il patron del Benevento, Oreste Vigorito, ha commentato la sconfitta nell'esordio della sua squadra a Genova contro la Sampdoria, a margine dell'incontro svoltosi al Comune per mettere a punto la convenzione tra l'ente e la società sportiva. Sui rapporti "freddi" con il direttore sportivo Di Somma, Vigorito ha replicato: "Sono solo chiacchiere della stampa".

17:18Calcio: Figc, Tavecchio scrive a Tommasi

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il presidente della Figc, Carlo Tavecchio - sentiti i vicepresidenti Cosimo Sibilia e Renzo Ulivieri e il direttore generale Michele Uva -, ha scritto al presidente dell'Associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi, ribadendo il proprio impegno per sottoporre all'attenzione del prossimo Consiglio Federale le istanze presentate dallo stesso Tommasi nel corso dell'incontro avvenuto venerdì scorso a Coverciano. Nella sua lettera, informa la Figc, Tavecchio auspica che "l'impegno profuso in questi giorni consenta un sereno avvio dei campionati". L'Aic aveva confermato ieri lo stato di agitazione della categoria, auspicando la soluzione di alcune questioni relative in particolare alla serie C - ripescaggi, pagamenti, impiego degli over - per evitare un possibile sciopero all'avvio del campionato.

17:13Incidenti montagna: alpinista italiano morto su Monte Bianco

(ANSA) - AOSTA, 22 AGO - Un alpinista italiano è morto dopo essere precipitato sul versante francese del Monte Bianco. L'uomo - secondo quanto riferito all'ANSA da un portavoce del Peloton de gendarmerie d'haute montagne di Chamonix - stava percorrendo un canalone, il couloir du Gouter, quando, "probabilmente per un errore tecnico", è scivolato ed è caduto dal versante. Con lui c'era un compagno di scalata che è illeso e che, una volta recuperato, potrà aiutare la gendarmeria a ricostruire l'accaduto. L'intervento di soccorso in elicottero è in corso in questi minuti. L'incidente si è verificato durante la fase di discesa lungo la via normale francese alla vetta, che ha un passaggio obbligato nel canalone, noto per i diversi incidenti che si verificano ogni anno a causa di passaggi delicati e della caduta di frane e slavine.(ANSA).

16:57Calcio: Spal, dalla Sampdoria arriva Bonazzoli

(ANSA) - FERRARA, 22 AGO - Nuovo innesto in attacco, dopo l'arrivo di Marco Borriello, per la Spal. Il club estense - spiega una nota - ha acquistato il 20enne Federico Bonazzoli. Il giocatore arriva dalla Sampdoria in prestito annuale con diritto di riscatto. Cresciuto nelle giovanili dell'Inter, Bonazzoli - che indosserà la maglia numero 9 - è passato ai blucerchiati nel 2015, militando poi nella Virtus Lanciano e nell'ultima stagione a Brescia, dove ha collezionato 25 presenze con 2 reti.

16:25Ragazza aggredita e ferita al viso con temperino a Trieste

(ANSA) - TRIESTE, 22 AGO - Aggredita e ferita al viso con un temperino, in maniera non grave (dieci giorni di prognosi), appena scesa da un bus nei pressi della stazione ferroviaria di Trieste. E' successo ieri sera tardi, nel capoluogo giuliano. La vittima è una ragazza di 24 anni, che oggi ha presentato denuncia in Questura. Ad aggredirla - da quanto si è riusciti a sapere - sono stati tre uomini, di nazionalità straniera, uno dei quali l'ha avvicinata per chiederle una sigaretta che lei gli ha dato. I tre sono tuttora ricercati dalla Polizia. L'episodio si è verificato alle 20.30: la ragazza era appena scesa dal bus quando è stata avvicinata da tre uomini, uno dei quali le ha chiesto una sigaretta che lei gli ha consegnato. L'hanno poi seguita e aggredita. Lei è riuscita però a liberarsi e a fuggire rivolgendosi al pronto soccorso dell'ospedale di Cattinara dopo qualche ora.

16:24Moto: Silverstone, Marquez “pista mi piace, voglio il podio”

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "Abbiamo trovato una buona base per la moto e questo è molto positivo. Il mio obiettivo è stare sempre davanti, essere efficace e ottenere il massimo su tutte le piste e in tutte le condizioni. Ci proveremo anche a Silverstone, una pista che mi piace e che sapremo sarà esigente dove i nostri avversari sono molto forti". Queste le parole del leader del mondiale MotoGp, Marc Marquez, in vista della gara di domenica sul circuito britannico. "L'anno scorso abbiamo interpretato un buon gran premio e solo in gara forse ci è mancato qualche cosa. Quest'anno faremo di tutto per raggiungere il podio", ha aggiunto lo spagnolo della Honda in dichiarazioni riportate sul sito ufficiale della MotoGp.

16:24Terremoto Ischia: sindaco a Mattarella,orgoglioso Paese

(ANSA) - ISCHIA, 22 AGO - "Mi sento orgoglioso di essere italiano: l'ho detto al capo dello Stato". Il sindaco di Casamicciola Giovanbattista Castagna riferisce così del colloquio telefonico con il presidente Mattarella. Orgoglioso perchè, spiega, "c'è stata una vera gara di solidarietà con tutte le istituzioni che hanno fatto a pieno ogni sforzo per soccorrere le persone in difficoltà".

Archivio Ultima ora