Nuova Alitalia, più rotte e made Italy per rilancio

Alitalia: Cassano, ok aumento capitale per Etihad

ROMA. – Nuove rotte internazionali, nuovi aerei in flotta e rinascita del marchio come ambasciatore del Made in Italy. Così Alitalia cambierà volto con il decollo dal primo gennaio della nuova Alitalia Sai targata Etihad. In base l’accordo firmato l’8 agosto e finalizzato oggi con il closing, l’operazione consentirà all’ex compagnia di bandiera di investire in nuove rotte a lungo raggio, rivitalizzare il marchio e concentrarsi maggiormente sulla promozione del turismo e del commercio in Italia. Ecco di seguito alcuni dei numeri e delle parole chiave della nuova Alitalia.

OBIETTIVO RITORNO ALL’UTILE. L’obiettivo è il ritorno all’utile nel 2017 (108 milioni di euro con un fatturato di 3,7 miliardi di euro), dopo che dal 2008 si sono accumulate perdite per oltre 1,6 miliardi. Al 2023 è previsto un utile di 212 milioni di euro e un fatturato di quasi 4,5 miliardi di euro.

FOCUS LUNGO RAGGIO. Pur mantenendo la rilevanza delle rotte a corto raggio, il nuovo network sarà incentrato sulla crescita dei più remunerativi voli a lungo raggio sia da Fiumicino (che diventerà un hub intercontinentale ancora più grande in Europa) che da Malpensa. I nuovi collegamenti previsti nel piano di sviluppo triennale riguarderanno Pechino, Shanghai e Seoul in Asia, San Francisco, Santiago del Cile e Città del Messico nel continente americano. Da aprile partiranno nuovi voli per Abu Dhabi da Milano, Venezia e, in seguito anche da Catania e da Bologna, che si aggiungeranno ai collegamenti già attivi da Roma.

PIU’ ROTTE PER FIUMICINO E MALPENSA. Per lo scalo romano è prevista l’introduzione di cinque nuove rotte nell’arco dei prossimi quattro anni, mentre i voli a lungo raggio da Milano Malpensa saranno più che raddoppiati, raggiungendo i 25 voli a settimana entro il 2018.

NUOVI AEREI IN FLOTTA. E’ previsto l’ingresso in flotta di 7 nuovi aerei di lungo raggio da qui al 2017. L’ingresso del primo nuovo aereo è previsto già per maggio. Alitalia ha attualmente una flotta di 134 aerei, mentre Etihad conta 102 aeromobili e più di 210 in ordine. Il Piano prevede che la flotta Alitalia di aerei a fusoliera larga (per il lungo raggio) crescerà di un terzo, mentre quella a fusoliera stretta (per corto e medio raggio) sarà ridimensionata.

PORTA INGRESSO A NETWORK ETIHAD. L’ingresso di Alitalia tra i partner di Etihad Airways, un gruppo che trasporta oltre 95 milioni di passeggeri l’anno, consentirà inoltre di accedere a un network di destinazioni in tutto il mondo grazie agli accordi di codeshare tra le compagnie aderenti (airberlin, Air Serbia, Etihad Regional, Jet Airways, Virgin Australia, Air Seychelles e Aer Lingus).

RIVITALIZZAZIONE DEL MARCHIO. Il marchio Alitalia incarnerà tutti gli elementi più rinomati del made in Italy (cibo, moda, cultura e stile di vita). E’ previsto il lancio di nuovo brand, nuova livrea e nuove divise.