Egitto: sangue al Cairo nel quarto anniversario della rivoluzione

Pubblicato il 25 gennaio 2015 da redazione

Two injured in explosion targeting security services

IL CAIRO. – Sanguinosi scontri tra sostenitori dei Fratelli Musulmani e le forze dell’ordine hanno segnato il quarto anniversario della Rivoluzione egiziana che durante la Primavera araba depose l’allora presidente Hosni Mubarak. Bilanci ufficiali provvisori citati dai media in serata riferiscono di almeno 18 morti e una cinquantina di feriti. Circa 150 gli arresti. Già alla vigilia c’erano state manifestazioni disperse dalla polizia che avevano causato la morte di una ragazzina di 17 anni ad Alessandria venerdì e, il giorno dopo, di Shaimaa Al-Sabbagh, attivista di un piccolo partito di sinistra secondo le più recenti ricostruzioni raggiunta alla schiena da proiettili di gomma sparati a distanza ravvicinata. I loro volti, freschi e graziosi accostati nelle foto rilanciate su siti d’informazione e social network, e l’immagine della militante di 33 anni fra le braccia di un uomo che la soccorre le hanno rese in poche ore icone della negazione del diritto di manifestare che colpisce i Fratelli Musulmani ma anche altre formazioni non illegali. Mentre nel 2011 milioni di persone colmarono l’enorme piazza Tahrir al centro del Cairo, quest’anno l’immensa rotatoria era chiusa da una ventina di blindati, filo spinato e barriere di metallo con i colori della bandiera egiziana. In una capitale relativamente deserta per paura degli scontri, anche altre parti del centro sono state bloccate o presidiate in maniera massiccia da forze dell’ordine ed esercito anche con armi pesanti. Da particolari del bilancio di morti e feriti emerge che la polizia ha usato la mano pensante in tre quarti dei casi ma anche che i Fratelli Musulmani sono tornati a sparare come ai tempi delle proteste contro la rimozione da parte dei militari del presidente e loro leader Mohamed Morsi. Fra le vittime, in gran parte (12) segnalate ad Al Matariyyah, un turbolento quartiere filo-Confraternita nella periferia nord-est del Cairo, c’e’ almeno anche un giovane poliziotto, riferisce il ministero dell’Interno. Il dicastero ha sostenuto inoltre che un manifestante ucciso ad Alessandria stava sparando con un mitra. Altre due vittime della giornata erano “terroristi”, secondo la definizione ufficiale che indica in genere i Fratelli musulmani messi al bando un anno fa, morti per l’esplosione del’ordigno che stavano piazzando sotto un pilone. In serata circolavano informazioni su altri due agenti uccisi “da sconosciuti” a Giza, nell’ovest del Cairo. Il bilancio è ancora inferiore ma si avvicina ai 29 morti dell’anno scorso (in cui c’erano state però 14 vittime alla vigilia) e il caos è stato accresciuto fra l’altro da un ufficio circoscrizionale dato alla fiamme con bottiglie molotov sempre a Giza e da un ordigno che ha ferito due poliziotti nell’est della capitale. Alla vigilia il presidente Abdel Fattah al Sisi, in un discorso televisivo, aveva esaltato la rivoluzione anti-Mubarak ma anche la “correzione” che la sollevazione di fine giugno 2013 aveva apportato dando l’occasione ai militari di cacciare gli integralisti islamici rivelatisi troppo invadenti istituzionalmente ed inefficienti. (di Rodolfo Calò/ANSA)

Ultima ora

22:17Calcio: Peruzzi, Milinkovic Savic? Nella Lazio sta benissimo

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Qui ci sono molti osservatori per Milinkovic Savic? So che lui sta benissimo qui e vuole rimanerci a lungo. Poi che ci siano molti scout è normale, ma per il momento Sergej sta bene alla Lazio". Il dirigente della Lazio Angelo Peruzzi parla delle dinamiche di mercato e in particolare del 'gioiello' serbo che mezza Europa sta tenendo d'occhio.Ma in casa biancoceleste sono stati giorni pesanti, per le polemiche sul Var e sugli arbitraggi che avrebbero penalizzato la squadra di Inzaghi. "Se siamo preoccupati per gli errori del Var di questa giornata? - dice Peruzzi - No, non lo siamo. Poi ogni partita ha i suoi episodi, non voglio polemizzare". "Ma pare che gli episodi siano valutabili a seconda delle circostanze - aggiunge - e sembra che non siano tutti d'accordo. E' come la parabola di Kafka, di un contadino che vuole conoscere la legge ma trova il portone del guardiano sempre chiuso.Non lo fanno mai entrare e lui,nonostante tutti i suoi sforzi,non riesce a capire le dinamiche della legge perché sono confuse".

22:07Calcio: Pescara, Sebastiani, Zeman? devo parlarci poi decido

(ANSA) - PESCARA, 17 DIC - Dichiarazioni pesanti del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, che nel dopopartita di Pescara-Novara, in mixed zone, ha attaccato il tecnico Zeman che ieri aveva detto in conferenza stampa di avere una visione diversa del calcio rispetto al presidente. "Se oggi c'era questo clima allo stadio era per la conferenza stampa di m... dell'allenatore - ha detto Sebastiani -. Se Zeman resterà? Devo parlarci e poi deciderò". Il presidente del Pescara, nonostante la vittoria per 1-0 sul Novara, potrebbe esonerare il tecnico boemo.

22:05Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Mycicero Pesaro 3-0 (ieri) Foppapedretti Bergamo - Saugella Monza 1-3 Liu Jo Modena - Pomì Casalmaggiore 3-1 Unet E-Work Busto Ar. - Savino Scandicci 2-3 (ieri) Il Bisonte Firenze - Lardini Filottrano 3-0 Sab Legnano - Igor Gorgonzola Novara 0-3 - Classifica: Conegliano 29; Novara 27; Scandicci e Busto Arsizio 24; Modena 18; Monza 16; Pesaro 15; Firenze 14; Legnano 11; Casalmaggiore 10; Bergamo 6; Filottrano 4.

22:03Calcio: Andreazzoli nuovo allenatore dell’Empoli

(ANSA) - EMPOLI (FIRENZE), 17 DIC - Aurelio Andreazzoli è il nuovo tecnico dell'Empoli. Dopo l'esonero quasi a sorpresa di Vincenzo Vivarini la società ha affidato la guida della prima squadra all'ex allenatore della Roma, a riposo da questa estate dopo aver lavorato come collaboratore di Luciano Spalletti. Andreazzoli sarà presentato domani e sarà coadiuvato dall'allenatore in seconda Giacomo Lazzini, ex centrocampista dell'Empoli nella stagione 1992-93. Andreazzoli ha firmato un contratto fino al 30 giugno, con opzione in caso di promozione in serie A. Andreazzoli torna a guidare una prima squadra dopo la stagione 2012-2013 quando in seguito all'esonero di Zeman, gli venne affidata la panchina della Roma, con cui perse la finale-derby di Coppa Italia contro la Lazio e dove rimase fino al termine della stagione per poi tornare al ruolo di collaboratore, prima con Rudi Garcia poi, di nuovo, con Luciano Spalletti. Dalla scorsa estate aveva deciso di rimanere a riposo. Ora la chiamata del presidente dell'Empoli, Fabrizio Corsi.

21:33Reagisce a rapinatore, ferito gestore pizzeria in Molise

(ANSA) - CAMPOMARINO (CAMPOBASSO), 17 DIC - Reagisce al rapinatore che, con volto coperto, entra in pizzeria e gli punta una pistola scacciacani, chiedendogli l'incasso. Tra i due inizia una colluttazione e il gestore del locale resta ferito al volto dopo il colpo con il calcio dell'arma scagliatogli contro dal malvivente. Nella concitazione del momento, il ladro esplode anche due colpi. Poi la fuga con 500 euro. "Abbiamo ancora la paura addosso - dice la moglie del titolare - non riusciamo a capacitarci dell'accaduto". Sull'episodio sono in corso indagini a 360 gradi dei Carabinieri, intervenuti intorno alle 23 di sabato sera, nel locale di Corso Marconi, nel centro di Campomarino (Campobasso). In base alle testimonianze, il malvivente è alto 1.80, sarebbe italiano e di corporatura robusta. "Il rapinatore mi ha ferito al capo con il calcio della pistola - spiega il titolare della pizzeria contattato telefonicamente - durante il corpo a corpo ha esploso dei colpi dalla scacciacani dentro il locale".Nella fuga - a quanto appreso - sembra che il rapinatore abbia perso un caricatore o un pezzo dell'arma, trovato dai Carabinieri e al vaglio degli inquirenti. Non sono state trovate, invece, telecamere funzionanti nei dintorni del locale. Accertamenti a tappeto da parte dei militari. Per tutto il giorno sono stati ascoltati in caserma i testimoni dell'accaduto compreso il gestore dell'attività che ha ripercorso in dettaglio l'accaduto. (ANSA).

21:32Austria: Gozi, mantenga impegni su quote rifugiati assegnate

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Per noi è fondamentale che l'Europa si attrezzi con politiche per governare immigrazione e asilo. Il minimo sindacale dell'Italia è che ogni Paese rispetti le quote di rifugiati loro assegnati. Ribadiremo questa posizione anche al nuovo governo austriaco". Così il sottosegretario agli Affari europei, Sandro Gozi, su Twitter.

21:28Brexit: Tajani, britannici si stanno rendendo conto errore

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Se i britannici volessero fare marcia indietro (sulla Brexit) poi tutti gli stati dell'Unione Europea dovrebbero accettare. Certamente più si va avanti più si rendono conto dell'errore commesso": lo ha detto il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani. "Fortunatamente - ha aggiunto Tajani - abbiamo risolto la prima parte e siamo riusciti a fare un accordo quadro in difesa dei diritti dei cittadini Ue in Gb, il problema dei confini tra l'Irlanda del Nord e la Repubblica di Irlanda e l'accordo sul conto" di divorzio. "Adesso inizia la fase difficile della trattativa: trasformare l'accordo generale in un trattato e poi vedere quali saranno le relazioni future tra Gb e Ue. Non sarà facile", ha concluso il presidente dell'Europarlamento.

Archivio Ultima ora