Roma: Garcia perde Strootman, ma ritrova Keita

keita

ROMA. – Nel giorno in cui la Roma vede partire Destro alla volta di Milano, e perde nuovamente Strootman, Rudi Garcia si consola con la notizia del ritorno di Keita dalla Coppa d’Africa e resta in attesa di conoscere il nome dell’attaccante che il ds Sabatini porterà nella Capitale. Il sostituto di Destro, però, difficilmente riuscirà ad esordire già sabato sera nell’anticipo di campionato in programma all’Olimpico contro l’Empoli. Impegno al quale il tecnico francese si avvicina praticamente con gli uomini contati. In mezzo al campo non ci saranno due pezzi da novanta come De Rossi e Strootman. ‘Capitan Futuro’ è alle prese con sedute di fisioterapia e dovrà restare in infermeria per almeno 15-20 giorni dopo la lesione di primo grado al polpaccio sinistro. Peggio è andata al centrocampista olandese che, dopo il grave infortunio accusato nella passata stagione, domani dovrà essere nuovamente operato in Olanda al ginocchio sinistro. La decisione è stata presa dopo i controlli effettuati a Roma, un consulto a Perugia, e una visita ad Amsterdam dai professori Van Dijk e Kerkhoffs, gli stessi che lo avevano già operato nel marzo scorso. I due medici hanno sottoposto il giocatore ad una serie di esami clinici e strumentali con i quali è stata rilevata la presenza di una massa di tessuto fibroso che dovrà essere rimossa attraverso artroscopia. Con l’occasione, inoltre, sarà possibile valutare anche lo stato del legamento. Se dovessero essere riscontrati problemi all’articolazione i tempi di recupero si dilaterebbero (al momento si aggirano attorno alle 3-4 settimane), ma a rassicurare l’ambiente ci ha pensato lo stesso Strootman, infastidito dalle “speculazioni” sul suo stato di salute. “Non è niente di grave e sarò di nuovo in campo il più presto possibile. Nella partita contro la Fiorentina ho preso una botta al ginocchio sinistro che ora è contuso e quindi devo stare a riposo per un paio di settimane – le parole del giocatore tramite Facebook -. Questo mi dà l’opportunità di rimuovere del tessuto cicatriziale che mi ha infastidito un po’ dopo l’ultimo intervento chirurgico e mi aiuterà ulteriormente a tornare al mio vecchio livello”. Considerate le pesanti assenze a centrocampo, la notizia dell’eliminazione del Mali dalla Coppa d’Africa (il sorteggio ha premiato la Guinea) ha fatto tirare un sospiro di sollievo dalle parti di Trigoria visto che permetterà a Keita di rientrare già domani in Italia ed essere quindi a disposizione di Garcia per l’anticipo di campionato con l’Empoli. Assieme al maliano ci saranno Nainggolan e Pjanic, mentre in attacco Totti farà reparto con Iturbe e Ljajic. In difesa, davanti a De Sanctis, agiranno Maicon, Manolas, Yanga-Mbiwa e Holebas, e in panchina gli unici due cambi di affidamento saranno rappresentati da Paredes e Florenzi. Sempre che Sabatini non riesca nella prossime ore a chiudere per Luiz Adriano dello Shakhtar Donetsk. La trattativa col club ucraino finora non ha portato alla fumata bianca, e così la Roma sta sondando altre piste, soprattutto quella che porta all’ivoriano Doumbia del Cska Mosca, attualmente impegnato in Coppa d’Africa con l’altro giallorosso Gervinho.

Condividi: