Venezuela: Maduro a Obama, basta “follia destabilizzazione”

4f
CARACAS. – Nuove accuse del Venezuela agli Stati Uniti: il presidente Nicolás Maduro ha chiesto a Barack Obama “di rettificare e fermare la follia della sua amministrazione contro il nostro paese”, invitandolo a “non imboccare una strada senza uscita”. “L’impero americano vuole incendiare il Venezuela”, ha aggiunto Maduro in occasione delle ricorrenze per il 4 febbraio del 1992, considerata dal governo come la data d’avvio della “revolución bolivariana” di Hugo Chávez. Dopo aver invitato le forze armate ad essere vigili di fronte a possibili “attacchi internazionali”, il presidente ha ricordato “le dichiarazioni fatte presso il Congresso Usa dal generale Vincent Stewart sul fatto che Washington sta organizzando proteste in Venezuela prima delle elezioni parlamentari in programma a dicembre”. Un rapporto diffuso recentemente sulla situazione economico-sociale del Venezuela dall’intelligence Usa rappresenta in realtà – ha concluso Maduro – “la sceneggiatura” di un golpe contro il Paese.

Condividi: