La Ducati presenta la nuova Rossa: “Torneremo a vincere”

Pubblicato il 16 febbraio 2015 da redazione

Moto: Ducati presenta la nuova 'Rossa','torneremo a vincere'

ROMA. – Rossa. Piccola. Compatta. E – si spera – di nuovo vincente. La Ducati ha presentato a Borgo Panigale la GP15, la moto con la quale darà battaglia nella stagione MotoGP che sta per iniziare. E l’obiettivo e’ dichiarato: ”nell’ultimo Mondiale siamo andati a 10” dai migliori, quest’anno alziamo l’asticella: vogliamo vincere almeno un Gran Premio”. “Si tratta di una moto molto compatta – ha detto il pilota Andrea Iannone – anche io non me l’aspettavo così piccola”. Rispetto al passato la nuova moto italiana rompe decisamente sotto ogni aspetto. “Nonostante abbia elementi in comune con la GP14.3 – ha detto l’altro pilota ufficiale Andrea Dovizioso – è tutta nuova. Bella fuori e soprattutto dentro, non vedo l’ora di provarla”. L’unico per ora ad aver guidato la nuova moto di Borgo Panigale è stato il collaudatore Michele Pirro. “Rispetto a tutte le altre Ducati – ha detto Pirro – è completamente diversa. Dopo tanti anni di sacrificio con i ragazzi del Test Team, con i quali abbiamo lavorato tanto, questa è davvero emozionante. Sono molto fiducioso su questo progetto e credo che gli obiettivi che ha dato Dall’Igna sono raggiungibili”. Il capo del reparto corse Ducati, l’ingegner Luigi Dall’Igna è stato chiaro durante la presentazione della nuova moto: “Ci poniamo per il 2015 un obiettivo altamente sfidante, vogliamo almeno una vittoria – le sue parole – Lo scorso anno siamo arrivati al nostro obiettivo che era quello di arrivare a 10 secondi dai migliori, quest’anno alziamo l’asticella. La nostra MotoGP avrà anche contenuti che saranno trapiantati alla produzione di serie”. La nuova GP15 non ha molto in comune con le moto che l’hanno preceduta. Più compatta come hanno sottolineato i piloti, la nuova Ducati presenta una carena caratterizzata dai grandi sfoghi d’aria laterali e dal capolino ora più rastremato. Rimane la presa d’aria anteriore, ma cambia la formae la dimensione per assecondare l’airbox del nuovo motore 4 cilindri a v di 90° come nella tradizione Ducati. Il telaio è un doppio trave laterale in alluminio, mentre il porcellone è un elemento in carbonio completamente riprospettato. Diversa rispetto al passato anche la disposizione degli scarichi. Sotto al codino dal lato destro si vedono i due tubi dello scarico della bancata posteriore che si raccordano in un terminale singolo, mentre per i cilindri anteriori c’è uno scarico singolo sempre sulla destra della GP15. La nuova moto viene dalle esperienze fatte durante la scorsa stagione e nel test collettivo che si è tenuto a Sepang in Malesia nella prima settimana di febbraio. I due piloti ufficiali, in quella occasione si sono molto avvicinati alla testa della classifica, con Andrea Iannone, in particolare che è stato autore del secondo tempo a meno di 4 decimi dallo strabiliante tempo fatto segnare dal campione del mondo Marc Marquez con la Honda (1.58.8). Nel prossimo test che si svolgerà sempre a Sepang in Malesia a partire dal 23 al 25 febbraio prossimi, nel box Ducati ci sarà disponibile una GP15 a pilota. Andrea Dovizioso e Andrea Iannone proseguiranno lo sviluppo della nuova moto confrontandola con la versione precedente che comunque ha evidenziato una notevole competitività.

Numeri da capogiro per la nuova Ducati Gp15

Ecco i numeri della nuova Ducati Desmosedici Gp15, presentata a Borgo Panigale da Andrea Dovizioso e e Andrea Iannone. Il motore è un 4 tempi, V4 a 90 gradi, raffreddato a liquido, distribuzione desmodromica evoluta con doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro. La cilindrata è quella regolamentare per la MotoGp: 1.000 cc. La potenza dichiarata è di oltre i 240 cavalli, mentre la Ducati si sbilancia per la velocità massima in oltre i 340 km/h. Per il reparto cambio e trasmissione la Gp15 adotta il Dst, ovvero Ducati seamless transmission, mentre la trasmissione finale è tradizionale a catena. L’alimentazione della Gp15 è composta da un sistema a iniezione elettronica con i quattro iniettori posti al di sopra dei corpi farfallati, mentre il gas è elettronico, denominato Evo 2 TCF (Throttle control & Feedback). Tre i dischi dell’impianto frenante, due anteriori in carbonio da 320 o 340 mm di diametro a seconda delle esigenze, e un disco posteriore in acciaio. Da atleta il peso: solo 158 kg a secco.

Ultima ora

06:10Trump: ex numero uno wrestling mondiale ministro pmi

(ANSA) - NEW YORK, 8 DIC - Dopo i generali e i milionari, nel governo Trump entra anche l'ex numero uno del wrestling mondiale: si tratta di Linda McMahon, che è stata Ceo della World Wrestling Entertainment. Il presidente eletto, con un passato nel mondo del wrestling, l'ha nominata ministro per le piccole imprese.

01:22Calcio: Dybala, in Champions non dobbiamo temere nessuno

(ANSA) - ROMA, 7 DIC - "Sono molto contento di essere rientrato, avevo tanta voglia di tornare in campo. In questi giorni non ho avuto nessun fastidio, non so se sono pronto per giocare 90 minuti, ma per giocare di più rispetto a stasera sì". Paulo Dybala ha espresso così la sua soddisfazione per il ritorno in campo. "Io trequartista dietro due punte? Questo bisogna chiederlo al mister. Ho fatto il trequartista tante volte e non ho nessun problema a giocare lì, ma le scelte poi le fa l'allenatore. In attacco mi trovo bene in tutti i ruoli, trequartista, seconda o prima punta" ha aggiunto. Per gli avversari degli ottavi di Champions l'argentino assicura di non avere preferenze: "Va bene qualsiasi squadra, non dobbiamo avere paura. Con la rosa che abbiamo possiamo battere chiunque, dipenderà solo da noi".

01:19Calcio: Allegri, primo obiettivo raggiunto

(ANSA) - ROMA, 7 DIC - "Era importante passare come primi, in più non avevamo mai vinto in casa in Champions. Abbiamo raggiunto il primo obiettivo stagionale". Massimiliano Allegri ha posato la prima pietra ed analizza la vittoria sulla Dinamo Zagabria. Se essere passati come primi sarà un bene "lo deciderà la pallina del sorteggio". Il tridente potrebbe essere una soluzione futura "anche a partita in corso". La gara di Pjanic è piaciuta al tecnico bianconero: "E' uno dei giocatori che ha giocato di più, contro l'Atalanta ha fatto una gara intensa, oggi c'erano meno spazi ma ha fatto delle buone giocate". Allegri non pone limiti alla sua squadra: "Non ci manca assolutamente niente, ho ottimi giocatori che vanno sfruttati per le loro qualità. In questo momento stiamo facendo bene, siamo primi in classifica in campionato e siamo passati agli ottavi di Champions come primi. Più di così non potevo chiedere".

00:33Calcio: Champions, 5-0 al Leicester e Porto agli ottavi

(ANSA) - ROMA, 7 DIC - Il Porto batte il Leicester 5-0 e si qualifica agli ottavi di finale della Champions League come seconda del gruppo G. Reti: 6' e 65' (rig.) André Silva, 26' Corona, 44' Brahimi, 77' Diogo Jota. Il Borussia Dortmund pareggia 2-2 in casa del Real Madrid (28' e 53' Benzema, 61' Aubameyang, 88' Reus) e vince il girone F. Altri risultati: Tottenham-Cska Mosca 3-1 (gruppo E); Bruges-Copenhagen 0-2 (gruppo G); Legia Varsavia-Sporting Lisbona 1-0 (gruppo F); Bayer Leverkusen-Monaco (gruppo E).

00:11Calcio: Champions, Juventus prima nel girone H

(ANSA) - TORINO, 7 DIC - La Juventus chiude al primo posto il girone H di Champions League grazie al successo di stasera per 2-0 sulla Dinamo Zagabria. Nel primo tempo i bianconeri non danno l'impressione di spingere eccessivamente vista la matematica qualificazione agli ottavi con un turno di anticipo. Ci provano Higuain, Pjanic (su punizione) e Mandzukic ma la difesa croata è sempre attenta. La partita si sblocca al 52' quando Higuain con un destro preciso da dentro l'area di rigore batte il portiere della Dinamo Ivakovic. Il 2-0, dopo un'occasione di Pjanic, arriva al 73' con un colpo di testa di Rugani su azione di calcio d'angolo. Nel finale spazio anche per Dybala, al rientro dopo l'infortunio riportato nella sfida di campionato contro il Milan. La Juve chiude a 14 punti, la Dinamo Zagabria ultima a 0 e con nessun gol all'attivo. Nell'altra partita del girone, il Siviglia pareggia a Lione 0-0 e passa agli ottavi come seconda classificata.

23:49Calcio a 5: l’Italia vince in amichevole

(ANSA) - ROMA, 7 DIC - Seconda amichevole in Slovenia e seconda vittoria per la Nazionale di futsal, che ad Aidussina supera 2-1 i padroni di casa. Dopo il 4-1 di ieri in rimonta, a segnare i gol che valgono il successo agli azzurri di Roberto Menichelli sono Manoel Crema e Gabriel Lima, entrambi nel primo tempo. Inutile la rete di Cujec nella ripresa. Domani tocca alla Nazionale femminile, che farà il suo esordio al Torneo "Quattro Nazioni" organizzato dalla federazione spagnola. Le azzurre, che alle ore 18 se la vedranno contro il Portogallo (diretta streaming sul sito www.ffcm.es), anche oggi hanno effettuato una doppia seduta di allenamento ad Alcázar de San Juan dove si giocheranno tutte le partite del quadrangolare, che per la prima giornata prevede anche la sfida tra Spagna e Russia, avversarie dell'Italia rispettivamente venerdì alle 20.15 e sabato alle 17.

22:57Calcio: Juventus-Dinamo Zagabria, tre i tifosi feriti

(ANSA) - TORINO, 7 DIC - È tornata la calma nello Juventus stadium, dove i bianconeri stanno affrontando la Dinamo Zagabria in una partita della Champions League. Il bilancio degli scontri avvenuti all'esterno dello stadio è di tre tifosi croati feriti, nessuno dei quali in gravi condizioni. Uno è stato medicato sul posto, gli altri due sono stati trasportati in ospedale. Le forze dell'ordine stanno valutando la posizione di alcuni ultrà croati che si sono resi protagonisti degli incidenti.

Archivio Ultima ora