Grecia e Ue trattano, intervento Usa mentre la Bce dà tempo

Pubblicato il 18 febbraio 2015 da redazione

Greek Prime Minister picks Pavlopoulos as presidential candidate

ROMA. – Si aprono spiragli per la trattativa fra la Grecia e l’Eurogruppo: Atene rinvia la presentazione della sua richiesta di estensione del prestito per limare il testo alla ricerca di un compromesso digeribile per i partner europei. La Bce concede altro tempo rinnovando i prestiti d’emergenza, e sul negoziato piomba il monito di Washington: senza accordo ci saranno “immediate difficoltà” per la Grecia. Dopo la drammatica rottura del negoziato all’Eurogruppo di lunedì, Atene ha fatto sapere martedì che avrebbe richiesto il rinnovo per sei mesi del prestito dell’Ue che scade a fine mese. Senza però sottoscrivere il “programma di assistenza”, che contiene le condizioni e le misure da adottare, che i partner Ue ritengono irrinunciabile, monitorato fin qui dalla troika. La proposta del ministro delle Finanze Yanis Varoufakis sarebbe quella di applicare soltanto alcune delle misure richieste da Bruxelles. Una sfida aperta alla Commissione Ue, che in termini apparentemente inamovibili fa sapere tramite il vicepresidente Valdis Dombrovskis: se la Grecia vuole i soldi, “deve concludere il programma e le valutazioni periodiche perché è questa la condizione per avere i fondi”. Il muro contro muro prosegue: la cancelliera tedesca Angela Merkel avverte che “la solidarietà e gli sforzi dei paesi che ne beneficiano sono due facce della della stessa medaglia e sarà sempre così”. A poche ore da venerdì, data dell’ultimatum recapitato dall’Europa ad Atene, non c’è notizia di convocazione dell’Eurogruppo che dovrebbe trovare una soluzione dell’ultimo minuto. La Bce rinnova la liquidità d’emergenza alle banche greche per due settimane alzando la disponibilità a 68,3 miliardi da 65. Un segnale di fiducia: può farlo solo sulla presunzione di solvibilità degli istituti. Ma una fiducia a tempo, e senza rinunciare a tenere Atene sotto alta pressione: con i depositi in rapida uscita dalle banche greche, senza un accordo la Grecia potrebbe dover imporre restrizioni ai movimenti di capitali già la prossima settimana per evitare un crac. Dietro le quinte, tuttavia, qualcosa si muove. Secondo quanto risulta all’ANSA da fonti vicine alle trattative, la Grecia avrebbe fatto slittare a giovedì l’invio della proposta all’Eurogruppo, attesa per mercoledì, per limarne il testo sia nella forma che nella sostanza, alla ricerca di un compromesso digeribile per l’Europa. E lo avrebbe fatto dopo una serie di consultazioni a livello europeo e una conference call. Non è chiaro se c’entri qualcosa il pressing internazionale con l’avvicinarsi del momento in cui la Grecia rischia il default senza nuovi aiuti, a marzo. Di certo gli Usa, già intervenuti sullo stallo in Grecia giorni fa con toni soft, stavolta non usano mezzi termini. Il segretario del Tesoro Jack Lew, in una telefonata ad Atene il cui contenuto è stato pubblicato dai suoi uffici, avverte il ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis che “è il momento di passare ai fatti”, trovare un compromesso senza il quale per l’economia ellenica si farà dura, e subito. Un’uscita ufficiale, quella degli Usa, che esula decisamente dal protocollo diplomatico e che Varoufakis, su twitter, si è affrettato a definire “un avvertimento a entrambe le parti” di fronte alle conseguenze che ci sarebbero per la Grecia, ma anche per l’Europa. Al di là delle rigide posizioni ufficiali, si cerca un compromesso dell’ultimo minuto, come nella tradizione dei recenti negoziati a Bruxelles, mentre Fitch avverte: la tattica del rischio calcolato potrebbe avere effetti sul rating ellenico. Jean-Claude Juncker, il presidente dell’Eurogruppo, dice di essere al lavoro per un accordo. Le parole della Merkel, forse non a caso, non citano esplicitamente il “programma di assistenza”. Un accordo potrebbe passare per una formula semantica che eviti di citare il ‘programma’ vituperato da Atene, ma comunque imbrigli il governo Tsipras a una serie di paletti e non assomigli al ‘prestito ponte’ chiesto da Atene. Lo scontro passerà per il surplus di bilancio al netto degli interessi richiesto alla Grecia: Varoufakis punta all’1,5%, meno della metà di quanto pattuito nel programma con Ue e Fmi. Rifiuta privatizzazioni a prezzi da saldo, intende ribaltare la riforma del mercato del lavoro, dice no a tagli delle pensioni e aumenti dell’Iva. Ma le posizioni non sono così distanti. Le parti potrebbero venirsi incontro: il ministro delle Finanze francese, Michel Sapin, si aspetta che avvenga entro la settimana e i mercati ci scommettono: l’Europa chiude all’unisono in rialzo, gli spread sono in calo, con il Btp a 124 e i titoli ellenici a 928 dopo aver sfondato quota 1.000 nei giorni scorsi. (di Domenico Conti/ANSA)

Ultima ora

00:48Calcio: 4-1 al Cittadella, Lazio nei quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Lazio ha battuto il Cittadella 4-1 negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti i biancocelesti affronteranno la Fiorentina, il 26 dicembre alla stadio Olimpico. Incontro indirizzato a favore dei padroni di casa già nel primo tempo grazie alle reti di Immobile (11'), Felipe Anderson (24', con il brasiliano a segno dopo 221 giorni) e l'autorete di Camigliano (36'). Il Cittadella però non si è rassegnato ed al 41' ha accorciato le distanze con una gran punizione da 25 metri di Bartolomei. Nella ripresa, piuttosto povera di emozioni, ha chiuso i conti ancora Immobile, al 42', superando Paleari con un preciso pallonetto.

23:45Raiola, Mirabelli usa Donnarumma per attaccare me

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Mirabelli ha un problema personale contro di me e usa Donnarumma per attaccarmi. Gli fanno comodo queste polemiche perché tolgono l'attenzione dal vero problema del Milan: il suo progetto tecnico". Così Mino Raiola in una nota a Gazzetta.it, ricordando che il portiere aveva "offerte che nessuno avrebbe mai rifiutato. Ma Gigio e la sua famiglia hanno fatto una scelta col cuore. E l'ho rispettata. Oggi mi interessa solo che Gigio venga lasciato tranquillo, solo così potrà fare il suo meglio. Dovrebbe essere anche la priorità del ds del Milan".

22:51Donnarumma, mai detto di aver subito violenza morale

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto". E' quanto afferma Gianluigi Donnarumma su Instagram, all'indomani della contestazione subita dai tifosi del Milan a San Siro. "E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... forza Milan!", ha scritto a corredo di una foto che lo ritrae in mezzo al campo mentre saluta il pubblico, con Rino Gattuso che gli batte una mano sul petto.

22:20Calcio: Bonucci, vincere al Milan è pass per la storia

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Vincere al Milan ti consegna un pass per la storia. Vi auguro di riuscirci, io sono alle prima armi con questa maglia". Così Leonardo Bonucci si è rivolto ai ragazzi del settore giovanile del Milan durante la festa di Natale: "Perché ho lasciato la Juventus? Sono successe alcune cose che hanno portato sia la società che il sottoscritto a questa decisione. Poi è arrivato il Milan, un'occasione che ho colto al volo. Anche grazie al lavoro di Fassone e Mirabelli. Con la Juventus abbiamo scelto di separarci, nella vita capitano delle discussioni".

22:10Terremoto: procura Macerata apre inchiesta su Sae

(ANSA) - MACERATA, 14 DIC - Il procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio ha aperto un fascicolo di indagine sui cantieri delle casette del terremoto, e le presunte irregolarità nella gestione della manodopera, denunciate dalla Cgil e dalla Fillea provinciali. Lo reso noto lo stesso Giorgio, sottolineando che "la tutela dei diritti dei lavoratori, rispetto ad ogni forma di sfruttamento e di sopruso costituisce una delle essenziali finalità del mio Ufficio". I cantieri sono appaltati al Consorzio Arcale, che ha vinto una gara bandita dalla Protezione civile nazionale. Il sindacato ha segnalato la presenza di molti lavoratori romeni, in particolare a Ussita, che verrebbero impiegati senza godere delle norme contrattuali italiane, e addirittura rimpatriati in caso di infortunio. Oggi la Cgil maceratese è stata contattata da funzionari del Governo romeno che sta conducendo un monitoraggio in varie regioni italiane proprio sul fenomeno del 'caporalato' e sullo sfruttamento di propri connazionali.

21:55Hayden morto in bici, chiesto rinvio giudizio automobilista

(ANSA) - RIMINI, 14 DIC - Il sostituto procuratore Paolo Gengarelli ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per omicidio stradale a carico dell'automobilista coinvolto nell'incidente a Misano Adriatico che costò la vita, nel maggio scorso, all'ex campione statunitense di motoGp Nicky Hayden, in quel momento in sella a una bici. Il pilota, poi anche di Superbike, morì il 22 maggio a 36 anni all'Ospedale Bufalini di Cesena, cinque giorni dopo essere stato investito da una Peugeot 206. La Procura della Repubblica di Rimini contesta l'omicidio stradale al conducente dell'auto, un trentenne di Morciano di Romagna, perché - come da consulenza del pubblico ministero - "in concorso di cause indipendenti con la condotta colposa del ciclista ne cagionava la morte per colpa consistita in negligenza ed imprudenza". (ANSA).

21:51Francia: scontro treno-scuolabus, ‘almeno 4 bambini morti’

(ANSA) - PARIGI, 14 DIC - "E' di almeno quattro bambini morti" il bilancio delle vittime dello scontro avvenuto nel sud-ovest della Francia tra un treno regionale ed uno scuolabus. Lo riferisce il ministero dell'Interno. Ci sono anche "24 feriti molto gravi, di cui 21 alunni, e altri tre altri che erano a bordo del treno", dice il prefetto.

Archivio Ultima ora