Allegri lancia l’EuroJuve, se la gioca con tutti

Calcio: serie A, Juventus-Atalanta

TORINO.- “Questa EuroJuve se la gioca con tutti”. Massimiliano Allegri riassume in un tweet il sentimento del mondo bianconero dopo il successo sul Borussia Dortmund, offuscato solo dall’infortunio di Pirlo, in forse per la sfida con la Roma. Il cinguettio del tecnico evidenzia la consapevolezza che le ambizioni di qualificazione sono giustificate, dopo una vittoria che non mette al sicuro in vista del ritorno ma che costituisce un buon punto di partenza. La prova del nove in Europa è stata superata. E proprio la tenacia e la concentrazione con cui i bianconeri hanno retto l’urto dei tedeschi nel momento di maggiore difficoltà rappresenta una caratteristica utile per il futuro in campo continentale. La Juve ha dimostrato di poter competere con un avversario tutt’altro che in crisi, che due anni fa è arrivato alla finalissima di Champions. “Siamo stati bravi a saper soffrire. Peccato per lo scivolone, ma succede – è il pensiero di Giorgio Chiellini, involontario protagonista sull’azione del pareggio di Reus -. Giocare 70 minuti dopo aver fatto una gaffe alla Fantozzi è stato difficilissimo…”. “Esco con tante certezze e pochi dubbi”, ha rilevato Allegri nel post gara. La più grande risponde al nome di Alvaro Morata. Lo spagnolo ha vissuto la notte della definitiva consacrazione, dimostrandosi ancora una volta decisivo come sovente gli è capitato nel 2015: 5 gol e 4 assist nel nuovo anno. Velocità, tecnica, senso del gol: dopo una prima parte di stagione in cui ha dovuto adattarsi alla nuova realtà, il ventiduenne ex Real Madrid ha messo definitivamente la freccia e si è guadagnato la fiducia sempre più continua del tecnico, scalzando di fatto Llorente nelle gerarchie dell’attacco. La preoccupazione per Allegri è dettata invece dalle condizioni di Andrea Pirlo, uscito dopo 37′ per un problema muscolare al polpaccio destro. Il centrocampista ha effettuato una prima parte di esami oggi, altri ne farà domani: a quel punto si capirà l’entità dell’infortunio e, di conseguenza, la durata dello stop. Quasi sicuramente, però, Pirlo salterà lo scontro diretto di lunedì prossimo con la Roma e bisognerà capire se potrà recuperare in tempo per la sfida di ritorno con il Borussia, in programma il 18 marzo. Intanto oggi chi non è stato impiegato in Champions ha disputato un’amichevole contro il Chieri, formazione che milita in serie D. Un test utile per valutare le condizioni di Barzagli e Matri. Il difensore ha disputato tutti i 70 minuti di gioco e si avvicina al rientro in campo. L’attaccante ha giocato qualche minuto in meno, ma ha messo a segno una doppietta nel 6-1 finale.

Condividi: