Valentino Rossi e Team Sky VR46, obiettivo il mondiale

MotoGP pre season test in Malaysia

TAVULLIA (PESARO). – Raccontare l’evento ed allo stesso tempo esserne parte. E’ il doppio ruolo che Sky ha scelto di interpretare fin dalla scorsa stagione, quando ha creato la propria squadra nel mondiale della Moto3 e, contemporaneamente, come la tv che racconta in diretta le gare di tutte le categorie su Sky Sport MotoGp HD. Entrambe le esperienze si rinnovano nel 2015. Quella sportiva con il Team Sky VR46, presentato a Tavullia, nel ranch di Valentino Rossi, chioccia e mentore del confermato Romano Fenati (quattro vittorie, quinto posto alla fine del 2014) e del nuovo Andrea Migno, entrambi 19enni, spigliati di fronte alle battute del ‘Dottore’ che ha fatto gli onori di casa. Affiancato dall’amico Cesare Cremonini, autore dell’inno intitolato ’46’ che accompagnerà questa avventura. E da Guido Meda, tornato a commentare la MotoGp, ma per Sky. Non una semplice sponsorizzazione, ma una vera partnership, ha sottolineato Jacques Raynaud, capo del sport e della pubblicità su Sky. Con un obiettivo ambizioso: sostenere il talento dei piloti italiani e riportarli a lottare per il titolo iridato. “Il 2014 – ha ricordato Rossi – è stata una stagione di grandi emozioni. Più entusiasmante all’inizio, quando Fenati partì fortissimo. Poi in salita. Comunque abbiamo imparato tantissimo sulla gestione del team. Consigli? Fenati ormai conosce i circuiti, ne riserverò qualcuno di più a Migno”, cresciuto nella VR46 Riders Academy. La direzione sportiva sarà affidata ancora a Alberto Tebaldi, Pablo Nieto è rimasto come team manager. Alessio ‘Uccio’ Salucci nel ruolo di coordinatore della squadra, che correrà con le Ktm RC 250. E sentirà sulle spalle anche un po’ la responsabilità di portare i colori dell’emittente che per la sola MotoGp trasmetterà 10 gare su 18 in esclusiva, mentre 8 andranno in diretta anche su ‘Cielo’, il canale in chiaro di Sky.

Condividi: