Morto il guerrigliero che sequestrò Di Stefano in Venezuela

secuestro-alfredo-di-stefano-

CARACAS. – Paul Del Rio, il guerrigliero cubano diventato famoso per aver sequestrato il grande Alfredo Di Stefano a Caracas nel 1963, è morto domenica scorsa a Caracas, dove da anni lavorava come apprezzato scultore. La notizia è stata diffusa solo oggi per volere della famiglia. Nato nel 1943, figlio di rifugiati repubblicani spagnoli, Del Rio si trasferì in Venezuela con la famiglia tre anni dopo, e alla fine degli anni ’50 cominciò a militare nei gruppi guerriglieri sorti nel paese, con appoggio castrista, contro il governo di Rómulo Betancourt. La più famosa delle azioni spettacolari organizzate da Del Rio per le Forze armate per la liberazione nazionale (Faln), fu il sequestro di Di Stefano, catturato davanti al suo albergo nel centro di Caracas, dove era arrivato con il Real Madrid per disputare un incontro amichevole. Il sequestro del fuoriclasse ispano-argentino durò solo 72 ore, poi Di Stefano venne rilasciato davanti all’ambasciata spagnola senza che fosse stato pagato un riscatto. Successivamente Di Stefano raccontò che i guerriglieri lo avevano trattato molto bene. Del Rio tornò a incontrarsi con Di Stefano 41 anni dopo, nel 2005, in occasione della prima di “Real, il film”, un lungometraggio dedicato alla storia e i trionfi del Real Madrid.

Condividi: