Caccia russo sfiora aereo spia Usa. Nato in allarme

Pubblicato il 11 aprile 2015 da redazione

caccia

BRUXELLES. – Continua ad aumentare la tensione tra russi ed americani nei cieli d’Europa. Un caccia russo Su-27 partito dalla base russa di Kaliningrad martedì scorso ha rischiato la collisione sul Baltico con un aereo spia americano, un ricognitore Rc-135U disarmato, sfrecciandogli davanti “a 20 piedi”, ovvero ad appena sei metri, con una manovra “non professionale e non sicura”. Insomma, una bravata. Denunciata dalla portavoce del Pentagono, Eileen Lainez, annunciando che Washington avrebbe chiesto spiegazioni sull’ incidente “attraverso gli appropriati canali diplomatici ed ufficiali”.

Mosca però ha minimizzato, sostenendo che “non c’è stato alcun pericolo” e che stavolta era l’aereo americano a volare senza transponder. Secondo la ricostruzione americana, martedì mattina l’aereo americano, un Boeing 707 attrezzato per la sorveglianza elettronica e la raccolta di informazioni, “è stato intercettato nello spazio aereo internazionale” in modo “spericolato”. Da Mosca il generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa di Mosca, ha ribattuto che era l’aereo americano di volare “con il trasponder spento” ed in direzione dello spazio aereo russo su Kaliningrad.

Dopo i voli dei bombardieri strategici russi con capacità nucleare lungo le coste britanniche e nel Mar Nero, l’ultimo incidente non fa altro che allungare la lista delle provocazioni. Sono “già oltre 100 le intercettazioni” di voli russi nel 2015, osservano alla Nato. Una contabilità da guerra fredda, mai vista da oltre un quarto di secolo sul confine orientale dell’Alleanza Atlantica. Lo scorso anno, osserva la portavoce della Nato Oana Lungescu, per intercettare voli russi gli aerei alleati sono decollati in allarme scramble “oltre 400 volte”, di cui “oltre 150” sui cieli dei paesi baltici. Le attività militari russe ai confini della Nato, aggiunge la portavoce, non solo sono “aumentate in quantità e complessità” e nel 2015 “continua il trend” ma – osserva – “è soprattutto la natura dell’attività aerea russa ad essere cambiata”.

Ora è diventata “molto più ‘assertiva’”. Un mostrare i muscoli, e testare le capacità di risposta dell’Alleanza, che da una parte “preoccupa gli alleati” per “i pericoli all’aviazione civile” dall’altra “fa porre domande sui tempi, sui luoghi, sul tipo di aerei e di gruppi di aerei che volano attorno alle frontiere aeree della Nato”. Perché avviene “in un contesto di ambiente di sicurezza drammaticamente cambiato, a causa della violazione del diritto internazionale avvenuta con le azioni aggressive in Ucraina”. E negli Usa si teme che il confronto si sposti vicino alle frontiere americane. Di recente non ci sono state intercettazioni sul lato del Pacifico, osservano fonti del Pentagono, ma “questo significa che probabilmente avremo presto un ‘incontro’ aereo”. E l’ammiraglio William Gortney, capo del Comando settentrionale Usa citato da siti specializzati, osserva che “i russi hanno sviluppato capacità militare molto maggiori di quelle dell’Unione Sovietica”. Aggiungendo che la Russia “ci sta mandando il messaggio che loro sino una potenza globale, simile a noi con la loro aviazione di lungo raggio”.

(di Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

09:40F1: Australia, ultimo Gp vinto da Ferrari a Singapore 2015

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Ferrari non vinceva un Gran Premio di Formula 1 dal 20 settembre 2015 quando sul circuito di Singapore Sebastian Vettel vinse la sua terza gara al volante della Rossa. Nel 2016 la Rossa non aveva vinto nessun Gran Premio.

09:35F1:Australia,Vettel, oggi potevo guidare Ferrari per sempre

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - ''E' stato un Gp fantastico, è stato folle in senso positivo vedere tutte queste bandiere rosse, la macchina è divertente da guidare, è stata una giornata bellissima''. Parola di Sebastian Vettel sul podio di Melbourne tra una doccia di champagne, gli abbracci e le strette di mano con gli avversari. ''Noi ci siamo - ha detto il pilota tedesco della Ferrari - siamo qui per lottare. Abbiamo fatto un lavoro eccellente, la Ferrari ci permette di competere quest'anno, è molto divertente da guidare, oggi avrei potuto continuare a guidare per sempre''.

09:33Vettel esulta in italiano’grande Ferrari, è per noi’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - ''Questa è per noi, grande Ferrari, grazie ragazzi''. Gioia ed esultanza targata Sebastian Vettel che appena tagliato il traguardo per primo del Gran Premio d'Australia si lascia andare parlando in italiano con il box ad una gioia irrefrenabile. Poi sceso dall'abitacolo salta come un grillo andando ad abbracciare i suoi meccanici dando il via alla festa della Rossa sul podio di Melbourne, nella prima gara della stagione di Formula 1.

09:32Usa: Pence, ‘lotta all’Obamacare continuerà’

(ANSA) - WASHINGTON, 26 MAR - La lotta all'Obamacare "proseguirà" per mettere fine a "un incubo e dare al popolo americano l'assistenza sanitaria che merita". E' quanto ha sottolineato il vicepresidente americano Mike Pence, intervenendo ad un incontro di imprenditori in West Virginia, all'indomani del fallimento del tentativo Gop di abrogare la legge di assistenza sanitaria voluta da Barack Obama che non è riuscito a raccogliere il sostegno repubblicano sufficiente per essere approvato alla Camera.

09:31Usa: si barrica su bus a Las Vegas e spara, un morto

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Un uomo su un autobus a due piani nella zona dei casinò di Las Vegas, ha estratto una pistola e ha cominciato a sparare, uccidendo una persona e ferendone un'altra per poi barricarsi all'interno per diverse ore prima di arrendersi ed essere arrestato dalla polizia. Le due persone colpite sono state portate in ospedale ma per una di loro non c'era più niente a fare, ha fatto sapere una fonte del University Medical Centermorto. Per ore, i negoziatori, robot e veicoli blindati hanno circondato il bus con le autorità incerte se ci fossero altre vittime all'interno. Nel frattempo, gli ufficiali hanno fatto evacuare i casinò vicini, mettendo in guardia i turisti e i passanti di allontanarsi dalla zona.

09:31F1: Australia, Giovinazzi chiude suo primo Gp al 12/o posto

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Il pilota italiano della Sauber Antonio Giovinazzi ha chiuso al dodicesimo posto il Gran Premio d'Australia, il primo della sua carriera in Formula 1. Dopo 6 anni di assenza, dai tempi di Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi l'Italia, l'Italia rivede un suo driver passare sotto la bandiera a scacchi di un Gp della massima serie. Chiude al quinto posto la Red Bull di Verstappen davanti alla Williams di Massa e alla Force India di Perez. Ottava posizione per la Toro Rosso di Sainz che ha preceduto il compagno di scuderia Kvyat e la Force India di Ocon. Ritirata l'altra Red Bull dell'idolo di casa Daniel Ricciardo e stessa sorte per la McLaren di Fernando Alonso.

09:26Usa: scontri tra pro e anti-Trump in California, 4 arresti

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Tafferugli tra i sostenitori e gli oppositori di Donald Trump su una popolare spiaggia della California del Sud. Il bilancio è di 4 arresti. Lo riferiscono i media statunitensi. Un gruppo di sostenitori di Trump ha improvvisato un corteo sulla spiaggia di Bolsa Chica. Un gruppetto di oppositori - tutti vestiti in nero - era nei pressi. Si è scatenata una battaglia a colpi di pugni e spray al peperoncino.

Archivio Ultima ora