Renzi: “Sembrava impossibile ma la scommessa Expo è vinta”

Pubblicato il 27 aprile 2015 da redazione

FACEBOOK - Expo, foto del post di Matteo Renzi

MILANO. – Un anno fa, con inchieste e scandali, “sembrava impossibile” ma “oggi con grande soddisfazione possiamo dire che la scommessa Expo è vinta”. Ha scelto twitter e Facebook il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per cercare di smorzare le polemiche in vista dell’apertura dell’esposizione universale il Primo maggio.

E siccome le immagini valgono più di mille parole ha postato anche una serie di foto dei “bellissimi padiglioni” dell’esposizione, inclusa un’immagine dell’Open Air Theatre, il teatro all’aperto da cui lui stesso inaugurerà la manifestazione venerdì prossimo a mezzogiorno, dove si sta montando una copertura per chi sarà sul palco, dato il rischio di pioggia. “Non abbiamo ascoltato quelli che ci dicevano: ‘non ce la farete mai’ – ha spiegato -. E in quest’anno più lo ripetevano, più siamo stati convinti di aver fatto la cosa giusta”.

Un primo risultato è già stato incassato: sono stati venduti 10 milioni di biglietti, che è un record assoluto prima dell’apertura. E per i sei mesi di manifestazione “l’Italia si vestirà d’orgoglio e bellezza di fronte al mondo”. “L’Expo che si aprirà a Milano, il prossimo 1 maggio – ha confermato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – è una grande occasione ed un’opportunità preziosa per il sistema Paese”.

Secondo Renzi, “non sarà solo una fiera”, ma una “sfida culturale” per mostrare che il Paese guarda al futuro e per “dichiarare guerra alla fame nel mondo, lottare per un pianeta sostenibile, mostrare il volto gentile dell’Italia. Accogliere 20 milioni di visitatori sarà la sfida del 2015 del nostro Paese. Possiamo vincerla tutti insieme, nessuno si senta escluso”. Nella lotta alla fame sarà importante la giornata di domani.

Proprio domani, infatti, nell’aula magna dell’Università Statale sarà presentata la ‘Carta di Milano’, una sorta di protocollo di Kyoto dell’alimentazione, per la lotta alla fame e anche allo spreco di cibo. Si tratta di un testo non rivolto solo e tanto ai governi ma alle singole persone, in particolare ai visitatori di Expo che la potranno firmare in una stanza dedicata a Palazzo Italia. Il 16 ottobre, poi, sarà ufficialmente consegnata al segretario dell’Onu Ban-ki Moon.

“La Carta di Milano è una carta impegnativa, non costruita per fare qualche titolo – ha osservato il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina che ha la delega ad Expo -. E’ una novità assoluta” e sarà una delle eredità che lascerà questa esposizione universale dedicata a Nutrire il Pianeta.

(di Bianca Maria Manfredi/ANSA)

 

Ultima ora

10:39Sci: Cortina 2021, siglati protocolli antimafia

(ANSA) - BELLUNO, 14 DIC - Una 'lente d'ingrandimento' sulle vicende societarie delle imprese esecutrici e un controllo coordinato dei cantieri: sono gli strumenti principali previsti nelle due intese sottoscritte in Prefettura a Belluno per prevenire le infiltrazioni mafiose nel settore degli appalti legati all'organizzazione dei Mondiali di sci alpino di Cortina nel 2021. Il progetto è articolato su due accordi che consentiranno di rendere più efficace la prevenzione da indebite ingerenze della criminalità organizzata nell'esecuzione delle opere pubbliche. Il primo consentirà di disporre di un quadro informativo completo sulle ditte appaltatrici, il secondo di prevenire tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nelle opere rientranti nel "Piano straordinario per l'accessibilità a Cortina 2021".

10:24Gerusalemme: fonti, rinviata visita Mike Pence

(ANSAmed) - TEL AVIV, 14 DIC - La visita dal 17 al 19 dicembre del vicepresidente Usa Mike Pence in Israele e nella regione è stata rinviata "di qualche giorno". Lo afferma una fonte a Gerusalemme secondo cui la decisione è legata all'esigenza della presenza di Pence al Congresso Usa. La visita - secondo la stessa fonte - è stata riprogrammata per la metà della prossima settimana.

10:01Tunisia: disordini ieri sera nella capitale

(ANSAmed) - TUNISI, 14 DIC - E' tornata la calma nel quartiere popolare del Kram di Tunisi, dopo gli scontri ieri sera tra forze dell'ordine e un gruppo di giovani sceso in strada per protestare contro il trattamento brutale, secondo alcuni testimoni, riservato dalla polizia a un pescivendolo del quartiere. Dopo l'uso di gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti la situazione è tornata alla normalità, riferiscono i media locali.

10:00Giappone: indennizzo governo a operaio Fukushima

(ANSA) - TOKYO, 14 DIC - Il ministero del Lavoro giapponese ha certificato il diritto all'indennizzo delle spese mediche per un ex operaio della centrale nucleare di Fukushima, ammalatosi di leucemia dopo un'eccessiva esposizione alle radiazioni. Secondo il canale pubblico Nhk, l'uomo, poco più che quarantenne, ha lavorato 19 anni per la Tokyo Electric Power (Tepco), il gestore dell'impianto che ha subito le maggiori conseguenze dello tsunami e la successiva dispersione delle radiazioni. L'operaio è stato esposto a 99,3 millisieverts di radiazioni; un valore che secondo il ministero della Salute nipponico può causare la leucemia. Si tratta della quarta persona in Giappone a vedere riconosciuti i propri diritti ad un rimborso, dopo aver certificato lo sviluppo della leucemia e il cancro alla tiroide, come conseguenza delle condizioni di lavoro. Dalla catastrofe di Fukushima circa 56.000 persone sono state impiegate per i lavori di smantellamento dell'impianto fino al maggio di quest'anno.

09:59Somalia: kamikaze contro polizia, almeno 10 morti

(ANSA) - MOGADISCIO, 14 DIC - E' di almeno 10 morti il bilancio di un attacco contro una accademia di polizia a Mogadiscio. Un attentatore suicida si è infiltrato tra gli agenti, facendosi esplodere durante l'addestramento del mattino.

09:57Birmania: Msf, almeno 6.700 Rohingya uccisi in un mese

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Almeno 6.700 Rohingya, inclusi 730 bambini sotto ai 5 anni, sono stati uccisi tra agosto e settembre scorsi in Birmania: lo denuncia Medici senza Frontiere (Msf) in uno studio pubblicato online. Il bilancio ufficiale delle autorità birmane riferito allo stesso periodo è di 400 vittime, scrive la Bbc, la maggior parte indicate come "terroristi islamici". Dalle violenze di agosto sono oltre 645.000 i Rohingya fuggiti in Bangladesh, afferma Msf. La maggior parte delle vittime, stima Msf, sono state uccise da colpi di arma da fuoco, molte altre bruciate vive nelle proprie case date alle fiamme o picchiate a morte. "I numeri sono sottostimati, non abbiamo monitorato tutti i campi rifugiati", spiega Msf, che ha raccolto testimonianze tra i Rohingya fuggiti in Bangladesh: "Abbiamo resoconti su intere famiglie bloccate nelle case poi date alle fiamme". Sulla base dei dati esaminati, Msf stima che le vittime nel mese di agosto possano superare le 13.000 persone.

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

Archivio Ultima ora