Rossi contro Marquez, la sfida continua a Jerez

++ Moto: Argentina; vince Rossi, poi Ducati Dovizioso ++

ROMA. – Sarà uno dei GP di Spagna più seguiti degli ultimi anni quello che si svolgerà domenica sul circuito di Jerez de la Frontera. Il primo appuntamento europeo della stagione metterà ancora una volta uno contro l’altro Valentino Rossi e Marc Marquez. Il campione del mondo in carica, però, non sarà al 100% della forma. Marquez, infatti è stato operato sabato scorso dal Dottor Xavier Mir al mignolo della mano sinistra a seguito di una caduta in allenamento con il dirt track.

Il pilota catalano dovrebbe poter correre il primo tra i GP che si corrono in Spagna senza problemi se non con un po’ di dolore, che verrà trattato comunque in loco. Marquez, che lo scorso anno era in piena striscia positiva, aveva vinto anche a Jerez, dopo le tre precedenti gare, cosa che non è accaduta in questa stagione.

La classifica è decisamente differente nel 2015, e vede in testa Valentino Rossi, con due vittorie e 66 punti, mentre Marquez è quinto a 30 punti di distanza. Per Rossi arrivare in testa a Jerez è un segnale più che positivo. Sia la gara che si svolgerà sul circuito andaluso che le successive 4 (Le Mans, Mugello, Catalunya e Assen) sono tutte sulla carta a suo favore. Non solo, Rossi a Jerez ha un vero e proprio feudo di vittorie. In carriera il trentaseienne di Tavullia ha collezionato ben 5 successi in MotoGP. Una esperienza notevole che il Dottore cercherà di mettere a frutto anche contro la Ducati (andata a segno solo una volta a Jerez con Capirossi nel 2006) oggi più che mai competitiva.

Le nuove GP 15 in mano ad Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, infatti, inseguono in classifica mondiale il pilota della Yamaha. Dovizioso, che fino ad ora è stato il più costante con con tre secondi posti, potrebbe rovinare la festa a Marquez, mettendosi ancora una volta in mezzo per una posizione che conta. Come Dovizioso, anche Andrea Iannone a Jerez potrebbe aiutare Dovizioso nel suo fino ad ora serrato confronto con Valentino Rossi.

In tutto questo non è da dimenticare Jorge Lorenzo con l’altra Yamaha ufficiale. Il pilota di Maiorca è alla disperata ricerca di un risultato importante in sella alla M1, cosa che potrebbe fargli tornare la fiducia nella marca che lo ha portato due volte all’iride nella MotoGP. Il confronto attuale tra Rossi e Lorenzo da due anni a questa parte, infatti, pende dalla parte di Valentino che ha chiuso la stagione 2014 al secondo posto e ha iniziato quella attuale nel migliore dei modi.