Febbre spareggio a Napoli, il San Paolo verso il pienone

sscn_san_paolo

NAPOLI. – A Napoli è nuovamente scoppiata la febbre del calcio. I tifosi azzurri, superato in un attimo lo scoraggiamento dovuto alla sconfitta con la Juventus, sono tornati in uno stato di esaltazione dopo la vittoria della Roma nel derby sulla Lazio. Domenica sera al San Paolo, in occasione dello spareggio Champions con i biancocelesti, è previsto il pienone. Saranno in 50 mila i sostenitori della squadra di casa a spingere la squadra verso la vittoria.

Anche i calciatori, visto come si è messa la situazione, hanno ripreso coraggio e loro stessi avrebbero chiesto a Rafa Benitez di cominciare, a partire da domani, un ritiro spontaneo nel centro tecnico di Castel Volturno, che durerà fino al momento di scendere in campo per la partita decisiva. Benitez, una volta tanto, si sarebbe detto d’accordo.

Tutto quanto sta un po’ inaspettatamente accadendo nelle ultime ore ha fatto inevitabilmente accantonare i problemi emersi negli ultimi tempi: l’addio di Rafa Benitez e la conseguente scelta di un nuovo allenatore, il possibile mancato rinnovo del contratto del direttore sportivo Riccardo Bigon, le posizioni di Higuain e di Callejon, possibili partenti, il ritorno di Pepe Reina.

Tutto è rinviato alla prossima settimana quando si saprà se il Napoli sarà riuscito a conquistare un posto nel turno preliminare di Champions o se il prossimo anno dovrà limitarsi a disputare l’ Europa League. Qualcosa di importante, però, bolle in pentola e ben presto se ne saprà di più.

Ieri il presidente De Laurentiis ha infatti detto che entro un giorno e mezzo i tifosi avranno “una bella sorpresa”. Si ipotizza si riferisca alla ristrutturazione del San Paolo (“sul tema dello stadio a un certo punto mi sono stancato e ho detto, ci metto trenta milioni miei e mi metto a lavorare”), qualcuno pensa invece all’acquisto di un top player, anche se De Laurentiis è imprevedibile e la ‘bella sorpresa’ potrebbe riguardare qualsiasi tema caro alla tifoseria.

Di cose più concrete, almeno per il momento, il presidente non parla. Tantomeno dell’allenatore. “Benitez a Madrid? Quando lo annunceranno – dice – lo commenteremo”. D’altronde la concentrazione di tutti è sulla prossima partita. “Domenica – auspica De Laurentiis – ci siano tanti tifosi allo stadio” per il match spareggio contro la Lazio. Comunque vada, queste sono state due stagioni importanti, di crescita e io non rinnego nulla”.

In questo ambiente un po’ elettrico, la squadra si allena. Con la Lazio non potrà giocare Britos, squalificato per tre giornate dopo la proditoria testata a Morata. Lo sostituirà Koulibaly. Per il resto, è presto per parlare di formazione.

Condividi: