Al via la Conferenza Italia – America Latina

Conf_stampa_VIConf

MILANO- Tutto pronto per la VII Conferenza Italia – America Latina e Caraibi, che si apre oggi Milano all’insegna del motto “Per una visione comune”: l’evento costituisce infatti il momento culminante e di sintesi delle nostre relazioni bilaterali con la regione.

Organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, con l’ausilio organizzativo dell’Istituto Italo latinoamericano e degli Ambasciatori latinoamericani accreditati a Roma e in collaborazione con la Regione Lombardia, il Comune di Milano ed Expo, la Conferenza proseguirà anche sabato 13 giugno.

Ad aprire quello che dalla Farnesina definiscono “il principale evento politico dell’anno per quanto riguarda i rapporti dell’Italia con una regione strategica per il nostro Paese” saranno il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, il presidente del Senato, Pietro Grasso, il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Paolo Gentiloni, i presidenti di Colombia, Bolivia e Honduras, rispettivamente Calderon, Ayma e Alvarado, il vicepresidente di Panama, Isabel de Saint-Malo de Alvarado, ed il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Un livello di partecipazione che non ha precedenti: oltre ai già citati, sono attesi a Milano quindici ministri degli Esteri e i vertici delle Principali organizzazioni regionali e delle Banche di Sviluppo, che animeranno, nel corso di 4 sessioni, uno scambio di idee di altissimo profilo su futuro e prospettive dei rapporti fra Italia, America Latina e Caraibi, sulle dinamiche di integrazione regionale e sullo sviluppo della relazione Europa-America Latina, alla luce degli esiti del Vertice di Bruxelles del 10-11 giugno scorsi.

Alla prima sessione, che avrà luogo stamane a Palazzo della Regione Lombardia, moderati da Michele Valensise, segretario generale della Farnesina, interverranno: Mario Giro, sottosegretario degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Samuel Santos Lopez, ministro delle Relazioni Estere del Nicaragua, Marina Sereni, vice presidente della Camera dei Deputati, Mauro Luiz Vieira, ministro degli Esteri del Brasile, Hector Timerman, ministro delle Relazioni Estere e del Culto dell’Argentina, Rodolfo Nin Novoa, ministro delle Relazioni Estere dell’Uruguay, Francesco Starace, ad Enel, Luis Alberto Moreno, presidente BID, e Vanessa Rubio Marquez, sottosegretario agli Affari Esteri del Messico.

Dopo una colazione offerta da Paolo Gentiloni ai ministri degli Esteri, i lavori proseguiranno con la seconda sessione, moderata da Mario Giro. Interverranno: Maurizio Martina, ministro delle Politiche Agricole, Ricardo Patino, ministro delle Relazioni Estere e della Mobilità Umana dell’Ecuador, Carlos Raùl Morales Moscoso, ministro delle Relazioni Estere del Guatemala, Laura Thompson, vice direttore generale dell’OIM, Matteo del Fante, ad Terna, Hugo Roger Martinez Bonilla, ministro delle Relazioni Estere di El Salvador, Benita Ferrero Waldner della Fondazione UE-LAC, Ernesto Samper, segretario generale UNASUR (in collegamento), Rebeca Grynspan, segretaria generale SEGIB, e Annamaria Furlan, segretario generale CISL.

L’ultima sessione, la terza, della giornata sarà moderata da Giampaolo Cantini, direttore generale della Cooperazione allo Sviluppo della Farnesina. Sono previsti gli interventi di: Alicia Barcena, segretaria esecutiva CEPAL, Enrique Garcia, presidente CAF, Giandomenico Ghella, presidente Comitato Lavori all’Estero e vice presidente ANCE, Victoria Marina Velàsquez de Avilés, segretario generale SICA, Eladio Loizaga Caballero, ministro delle Relazioni Estere del Paraguay, Julio Eduardo Martinetti Macedo, vice ministro delle Relazioni Estere del Perù, Mario Pezzini, direttore Development Centre OCSE, Calixto Ortega Rios, vice ministro del Potere Popolare per le Relazioni Estere del Venezuela, William Smith, presidente della Banca di Sviluppo dei Caraibi, Nathaniel Williams, segretario generale del Ministero Affari Esteri, Commercio Internazionale ed Informazione Tecnologica di Saint Vincent e Grenadine, e June Soomer, ambasciatore di Saint Lucia presso la CARICOM.

La giornata di sabato, che si limiterà alla sola mattinata, si svolgerà presso l’Auditorium del Padiglione Italia all’Expo. La prima sessione arà moderata da Luigi Marras, direttore generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali del Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale. Interverranno: Stephanie Hochstetter Skinner-Klée, presidente IILA, Abelardo Moreno Fernández, vice ministro delle Relazioni Estere di Cuba, Edgardo Riveros, vice ministro delle Relazioni Estere del Cile, John Sandy, rappresentante permanente di Trinidad e Tobago presso l’ONU a Ginevra accreditato in Italia, Cosimo Maria Ferri, sottosegretario di Stato alla Giustizia, Carlo Alvarez di ALADI, Manuel Gonzalez Sanz, ministro degli Esteri del Costarica, Oliver Joseph, ministro dello Sviluppo Economico di Grenada, Eldred Bethel, ambasciatore delle Bahamas nel Regno Unito, accreditato in Italia, e Fernando Quevedo, Presidente ICTP di Trieste.

La sessione conclusiva, moderata ancora una volta da Mario Giro, vedrà il saluto di Roberto Maroni, la lettura della Dichiarazione Finale da parte di Donato di Santo, coordinatore delle Conferenze Italia-America Latina e Caraibi, e l’intervento di chiusura del ministro Paolo Gentiloni.

Nel progetto di Dichiarazione Finale sono state enunciate alcune premesse che identificano i valori comuni e le aree di cooperazione, nonché un dispositivo di azioni congiunte e di obiettivi concreti illustrati dal sottosegretario Giro nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento.