Il Papa ai sindaci, prendere coscienza della distruzione del pianeta

Pubblicato il 21 luglio 2015 da redazione

papa-sindaci

CITTA’ DEL VATICANO. – “Il cambiamento climatico indotto dall’uomo è una realtà scientifica e il suo controllo efficace è un imperativo morale per l’umanità”. Parole solenni sottoscritte insieme, in Vaticano, da papa Francesco e da oltre 50 sindaci delle grandi città del mondo, a conclusione dell’incontro promosso dalle Pontificie Accademie delle Scienze e delle Scienze sociali sulle moderne schiavitù e i mutamenti climatici, due “emergenze” strettamente interconnesse nel magistero di Bergoglio.

La dichiarazione comune, firmata dal Papa e dai primi cittadini, sigla l’impegno delle città, per la prima volta coinvolte in un summit in Vaticano sulla scorta della recente enciclica Laudato si’, per la transizione verso sistemi energetici a basse emissioni di carbonio e verso le energie rinnovabili, auspicando lo spostamento di finanziamenti pubblici dalle spese militari “a investimenti urgenti per lo sviluppo sostenibile”.

La lotta al riscaldamento globale si estende a quella che è considerata una delle sue tristi conseguenze, “l’esclusione sociale nelle forme estreme di povertà radicale, moderna schiavitù e traffico di esseri umani”, comprese le “pericolose migrazioni forzate”.

I primi cittadini si impegnano a “porre fine all’abuso, allo sfruttamento, al traffico e ad ogni forma di moderna schiavitù, inclusi lavori forzati e prostituzione, traffico d’organi e schiavitù domestica”, e a sviluppare “programmi di reinsediamento interno e reintegrazione che impediscano il rimpatrio non voluto delle vittime di tratta”.

La firma del documento comune è giunta dopo che per tutto il giorno nell’Aula Nuova del Sinodo sono intervenuti sindaci giunti da tutti i continenti, con in prima fila, tra gli altri, quelli di New York Bill de Blasio, di Parigi Anne Hidalgo, di Madrid Manuela Carmena, di Rio Eduardo da Costa Paes, di San Francisco Edwin Lee, di Stoccolma Karin Wanngard, di Johannesburg Mpho Parks Tau, di Seattle Ed Murray, di Oslo Suan Berger Rosland.

Molti anche gli italiani, da Ignazio Marino (Roma) a Enzo Bianco (Catania), da Giuliano Pisapia (Milano) a Virginio Merola (Bologna), da Giusi Nicolini (Lampedusa) a Giorgio Gori (Bergamo), da Dario Nardella (Firenze) a Luigi de Magistris (Napoli), fino a Leoluca Orlando (Palermo).

Il Papa, nel suo intervento, ha incoraggiato a prendere coscienza “del problema della distruzione del pianeta che noi stessi stiamo portando avanti”, e a diffondere “una coscienza ecologica come quella che ci è stata data all’inizio” della creazione.

“Perché quest’appello ai sindaci? – ha spiegato lo stesso Bergoglio – Perché la coscienza sulla difesa dell’ambiente implica un lavoro che parta dalle periferie e proceda verso il centro, verso la coscienza dell’umanità. La Santa Sede può fare un bel discorso alle Nazioni Unite ma se non viene da voi, dalle grandi città come dalle piccole”, dove si sviluppano i fenomeni legati all’immigrazione e alla povertà come le baraccopoli, incentivati dal riscaldamento globale e dalla desertificazione, “non può partire il cambiamento”.

Il Papa ha spiegato che la crescita smisurata delle città è un fenomeno mondiale e più le grandi città crescono più si sviluppano attorno a loro dei cordoni di povertà e miseria in cui la gente soffre gli effetti della mancanza della cura dell’ambiente. E qui troviamo anche il fenomeno dell’immigrazione, con la crescita delle favelas.

Francesco, sul prossimo summit dell’Onu sul clima, ha detto di avere “molta speranza su Parigi che si raggiunga un accordo fondamentale, ma per questo anche le Nazioni Unite devono coinvolgersi, specialmente nel problema della tratta degli esseri umani”.

“Tanti, troppi tipi di schiavitù moderna esistono ancora oggi non soltanto negli slums, nelle baraccopoli, nelle discariche di luoghi che immaginiamo lontani. Esistono in mezzo a noi, in città come Roma”, ha detto nel corso del seminario il sindaco di Roma Marino, non mancando di sottolineare che “a Roma politici ed amministratori corrotti nel passato recente hanno sfruttato il dramma dei migranti per arricchirsi, dimostrando di considerare le persone, per di più in condizioni di estrema fragilità, merce di scambio, semplici oggetti a cui assegnare un prezzo. Si sono serviti dei poveri, anziché servire i poveri, per usare le parole di papa Francesco”.

(di Nina Fabrizio/ANSA)

Ultima ora

17:23Calcio: Milan, annullata cena di Natale

(ANSA) - MILANO, 18 DIC - All'indomani della figuraccia di Verona è stata annullata la cena di Natale del Milan, prevista per questa sera fra la squadra e la dirigenza. Non sono ancora chiari i motivi di questo cambio di programma.

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

16:49Renzi a Di Maio, uscita da euro è follia per economia

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana". Lo scrive su twitter il segretario del Pd Matteo Renzi, commentando le parole del candidato M5s Luigi Di Maio che voterebbe sì in caso di un referendum come "extrema ratio" per l'uscita dall'euro.

Archivio Ultima ora