Tour: capolavoro Geschke e Froome vigila, Contador cade

Pubblicato il 22 luglio 2015 da redazione

Tour de France 2015 17th stage

ROMA. – Il Pra Loup, sinonimo della fine del ‘merckxismo’, premia Simon Geschke vincitore in solitaria della 17/a tappa, da Digne-Les Baines di 161 km, prima tappa di montagna dell’ultima settimana del Tour che si correrà interamente sulle Alpi. Il tedesco della Giant Shimano costruisce il suo capolavoro partendo addirittura quando mancano 50 km al traguardo, andandosene da solo prima della salita regina della frazione alpina, il Col d’Allos, ‘tetto’ del Tour con i suoi 2.250 metri. Dietro a Geschke, l’americano Andrew Talansky (a 31″) e il redivivo colombiano Rigoberto Uran (a 1’01”).

Chris Froome conserva la maglia gialla e non perde neanche un secondo rispetto a Nairo Quintana e Alejandro Valverde, suoi immediati inseguitori, mentre guadagna su Alberto Contador, scivolato sull’asfalto nella difficilissima e lunga (16 km) discesa quando mancava poco al traguardo ed arrivato al Pra Loup con i pantaloncini strappati e oltre due minuti di ritardo sul groppone. La prima tappa alpina regala poi altri segnali di vitalità da parte di Vincenzo Nibali, col gruppo dei big fino a un chilometro dal traguardo e che paga alla fine 15″ ma guadagnando un posto in classifica per il ritiro dell’americano van Gardener (3/o in classifica fino a stamani e sceso dalla bicicletta in lacrime) e soprattutto riducendo il distacco da Contador.

Lo ‘squalo’, che è rimasto sempre con la Maglia Gialla, ha anche provato ad attaccare, perdendo tuttavia qualche secondo nel finale quando Quintana ha a sua volta cercato – senza riuscirci – di staccare Froome: è ora 7/o in classifica a 8’04”. Come l’altro ieri a Gap, il gruppo dei migliori non si è dannato più di tanto, arrivando a 7′ dal vincitore, in attesa delle prossime tre tappe, più impegnative.

Le schermaglie si sono avute solo nel finale, nella salita che portava i corridori sul valico alpino francese che unisce la valle dell’Ubaye e la valle del Verdon: Nibali prima e Quintana poi hanno provato ad andare via ma senza riuscire mai a staccare un tranquillissimo Chris Froome che nel finale ha rintuzzato uno scatto del colombiano che lo segue in classifica a 3’10”.

E’ andata sicuramente peggio ad Alberto Contador, forse il più atteso sulle Alpi: una scivolata nella terribile discesa dal Col d’Allos lo ha irrimediabilmente staccato dal gruppo dei migliori, arrivando al traguardo con 2 minuti di ritardo. In classifica ora lo spagnolo è 5/o a 6’40” da Froome.

Giornata nera per l’americano Tejan Van Garderen, staccatosi già sulla prima salita: l’americano della BMC che era terzo in classifica fino a stamattina ha ceduto ai problemi fisici, una ‘zavorra’ troppo pesante in vista del trittico che porterà i corridori nei prossimi tre giorni a scalare le Alpi e che garantirà gloria solo a chi sarà in piena forma e andrà avanti solo pedalando. Insieme all’americano, ha lasciato il Tour anche il campione del mondo, il polacco Michal Kwiatkowski.

Domani 18/a tappa, si salirà ancora: da Gap a Saint Jean de Maurienne per 186,5 km, con addirittura sette Gran Premi della montagna, con la ‘chicca’ del Col du Glandon (1.924 mt) e tratti al 9% che si farà sentire nelle gambe.

Ultima ora

17:18Cadavere donna vegliato in casa da figlio per una settimana

(ANSA) - GENOVA, 14 DIC - Il cadavere di una anziana donna di 78 anni è stata vegliata per almeno una settimana dal figlio, malato psichiatrico, di 47 anni. Il corpo è stato trovato oggi dai medici del 118 e dai carabinieri in un'abitazione di Borgoratti, quartiere popolare di Genova. I militari non escludono alcuna ipotesi: il cadavere presenta segni sul collo compatibili con uno strozzamento anche se il medico legale Marco Salvi, intervenuto per il primo sopralluogo, avrebbe accertato la presenza di altri segni che potrebbero far pensare che la donna si possa essere ferita in seguito a una caduta. Il magistrato titolare delle indagini ha disposto l'autopsia per accertare le cause del decesso. Sul posto gli investigatori del nucleo operativo e gli esperti della sezione rilievi.

17:11Calcio: Schick ci crede, la Roma è da scudetto

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Sono venuto qui perché credo nella strada che ha intrapreso la Roma. Siamo sempre in una posizione di classifica che ci permette di pensare allo scudetto. Possiamo vincerlo già quest'anno". Nonostante i due pareggi consecutivi in trasferta con Genoa e Chievo, Patrik Schick è convinto che la i giallorossi possano puntare al titolo. Il giocatore ceco, intervistato da Sky Sport24, spera di poter dare il proprio contributo: "Sono un attaccate e penso fare gol, quando gioco voglio segnare, questo è il mio obiettivo - sottolinea -. Essere il giocatore più pagato nella storia della Roma non mi pesa, anzi è al 100% una grande motivazione per me, farò tutto il possibile per non deludere nessuno". Schick rivela poi di aver legato in particolar modo con Dzeko nello spogliatoio di Trigoria: "Edin parla molto bene la mia lingua. E penso che anche il feeling in campo vada bene. Potenzialmente forse possiamo formare la coppia di attaccanti più forte della Serie A, ma poi dobbiamo confermarlo sul campo".

17:07Droga: Gdf scopre 26 chili di cocaina a Vipiteno

(ANSA) - BOLZANO, 14 DIC - La Guardia di finanza ha bloccato alla barriera dell'autostrada del Brennero a Vipiteno un cittadino italiano di 43 anni, che stava portando in Italia 26 chili di cocaina. La Citroen Ds5, con targa tedesca, condotta dall'uomo, accompagnato da familiari, non si era fermata all'alt e i finanzieri l'hanno inseguita fino a raggiungerla nei pressi dell'area di servizio Trens Ovest. Il conducente mostrava evidenti segni di nervosismo, che facevano ritenere opportuni alcuni approfondimenti, anche con l'ausilio del cane Escort dell'unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza di Bolzano. Infine, in un'officina meccanica, nascosti all'interno dei longheroni dell'autovettura, sono stati trovati 22 panetti per complessivamente 26 chili di cocaina, che sul mercato avrebbero potuto fruttare oltre un milione di euro. Il cittadino italiano è stato tratto in arresto.

17:03Donna incinta avvelenata: condanna a tre anni e sei mesi

(ANSA) - BOLOGNA, 14 DIC - Tre anni e sei mesi per lesioni aggravate da premeditazione e uso di sostanza corrosiva. E' questa la pena a cui il Tribunale di Bologna ha condannato il 36enne dipendente pubblico che nel giugno del 2016 aveva avvelenato a Valsamoggia (Bologna) la compagna incinta alla 30/a settimana diluendo in una Coca Cola un detersivo per lavastoviglie. L'uomo è stato invece assolto da tentato procurato aborto perché il fatto non sussiste. "Siamo soddisfatti per l'assoluzione per il reato di tentato procurato aborto in accoglimento delle tesi difensive da sempre propugnate - hanno commentato gli avvocati Patrizio Orlandi e Simone Zambelli - Attendiamo le motivazioni della sentenza per le valutazioni circa l'impugnazione. Ora confidiamo che su questa triste vicenda cali al più presto l'oblio nell'interesse di tutti i soggetti coinvolti". La donna dopo l'avvelenamento partorì. (ANSA).

17:00Basket: Pianigiani, Panathinaikos come scalare una montagna

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Il Panathinaikos (7-4) è quarto in classifica e Oaka assomiglia ad una fortezza inespugnabile (i greci non ci perdono da oltre un anno in Eurolega); l'Ax Milano (3-8) è invece nel gruppo delle ultime ed è reduce da tre sconfitte consecutive in Coppa e dalla batosta di Torino in campionato. "Giocare contro un'altra big - spiega coach Pianigiani - e in un momento difficile, a causa delle sconfitte e della perdita di fiducia, significa dover scalare un'altra montagna. Il Panathinaikos gioca in un ambiente particolare, hanno grande taglia fisica e atletismo e la loro difesa tende a stritolarti. Noi dovremo essere mentalmente duri per ritrovare le nostre qualità offensive". L'Olimpia ad Atene sarà senza Young e Goudelock ma conta di recuperare Gudaitis (problema al ginocchio) e Cusin (botta all'occhio). Novità infine dal mercato: torna a casa Lorenzo Bartoli, tesserato da Milano per raggiungere il numero minimo di 5 italiani da schierare in campionato dopo i prestiti di Fontecchio a Cremona e La Torre a Udine.

16:56Calcio: Antimafia, Daspo deve essere più severo

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Intervenire sul Daspo, sia prevedendo termini di efficacia più severi che introducendo l'obbligo e non più la facoltà di imporre al destinatario di presentarsi agli uffici di pubblica sicurezza nel corso delle manifestazioni sportive; valutare l'introduzione di misure, come strutture sul modello inglese, che consentano di trattenere temporaneamente soggetti in stato di fermo all'interno dello stadio". Lo si legge nella relazione tra mafia e sport approvata oggi all'unanimità dalla Commissione parlamentare antimafia. "A Torino - si legge ancora - la 'ndrangheta si è inserita come intermediaria e garante nell'ambito del fenomeno del bagarinaggio gestito dagli ultras della Juventus, arrivando a controllare i gruppi ultras che avevano come riferimento diretto diverse locali di ndrangheta Le risultanze dell'inchiesta parlamentare hanno consentito di rilevare varie forme, sempre più profonde, di osmosi tra la criminalità organizzata, la criminalità comune e le frange violente del tifo organizzato".

16:52Truffa: raggiro a vip, 8 anni a ‘Madoff in gonnella’

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Condannata ad 8 anni e 3 mesi di reclusione Bruna Giri, la 'Madoff in gonnella', ex procuratrice finanziaria, accusata di una maxitruffa ai danni di alcuni risparmiatori della Roma bene. Lo hanno deciso i giudici della ottava sezione penale ha disposto una provvisionale milionaria nei confronti dei tanti che si sono costituti parte civile. Giri nel marzo del 2015 era stata arrestata nella Repubblica di Santo Domingo perché destinataria di una ordinanza cautelare emessa dal gip del Tribunale capitolino. Il pm Stefano Rocco Fava contestava alla Giri di essere "ideatrice, capo e promotore di un complesso programma truffaldino attivo nel settore dell'intermediazione creditizia" avvalendosi dell'attività di stretti collaboratori "sia nella fase di raccolta del risparmio che in quella di reimpiego e occultamento di capitali".

Archivio Ultima ora