Ottimismo sulla Grecia, accordo con i creditori entro martedì

Pubblicato il 09 agosto 2015 da redazione

Pro-Euro demonstrators wave Greek flags in front of Greek Parliament during a rally at Syntagma square in Athens, Thursday, July 9, 2015. (ANSA/AP Photo/Emilio Morenatti)

Pro-Euro demonstrators wave Greek flags in front of Greek Parliament during a rally at Syntagma square in Athens, Thursday, July 9, 2015. (ANSA/AP Photo/Emilio Morenatti)

ROMA. – Ancora a piccoli passi, ma procede la trattativa fra la Grecia e i suoi creditori sul pacchetto di aiuti da ottenere entro la scadenza del 20 agosto, quando Atene dovrà rimborsare 3,2 miliardi di euro alla Bce. Per tutto il weekend le parti si sono riunite nella capitale per discutere del pacchetto di riforme – sul quale è arrivato l’accordo fra i creditori Fmi, Bce, Ue ed Esm – che la Grecia dovrà attuare per incassare la prima tranche degli attesi 86 miliardi di euro.

“Il lavoro per un memorandum di intesa – spiegano fonti diplomatiche europee – procede. C’è stata un’accoglienza generalmente positiva degli Stati di fronte alla disponibilità della Grecia a votare le riforme questa settimana. Arrivare ad un accordo nei prossimi giorni, di preferenza entro il 20 agosto, è ambizioso, ma fattibile”. Il Governo greco si spinge ancora oltre e punta a trovare un’intesa con i creditori già entro martedì: in questo modo si garantirebbe il passaggio parlamentare in Grecia, prima di passare la palla a un Eurogruppo atteso entro la fine della prossima settimana e poi di chiedere il via libera dei parlamenti dei singoli Stati prima della scadenza del 20 agosto.

Mentre la Germania conferma il suo scetticismo, resta anche l’opposizione strenua della Finlandia (posizioni però ormai isolate, secondo il Finantial Times), che ha voluto ribadire la sua intenzione di non partecipare al terzo salvataggio della Grecia, ritenendolo inutile per i destini del Paese. Un veto di pura forma, per appagare l’elettorato interno, visto che potrà essere aggirato applicando la procedura d’emergenza che non rende più il voto finlandese necessario al via libera degli aiuti, la cui prima tranche potrebbe arrivare a 20 miliardi di euro per la necessità di ricapitalizzare le banche. Lo Spiegel, infatti, non manca di far notare che gli istituti greci sono a rischio bancarotta, con una crescita del 50% dei prestiti in sofferenza.

Nel pacchetto di riforme si parla del taglio delle spese per la difesa e dei sussidi per il comparto agricolo, ma è possibile che trovino maggiore spazio anche le privatizzazioni. E proprio su questo punto, sul quale Berlino vuole maggiore chiarezza, Fraport, il gestore dello scalo di Francoforte, è tornato a farsi vivo per ottenere la concessione di 14 dei principali aeroporti greci, per lo più ubicati su isole famose e frequentate come Rodi, Santorini, Mykonos, Creta e Skiatos. Fraport era già stato individuato dal precedente governo come ‘offerente privilegiato’ nell’asta novembre, ma l’arrivo di Tsipras aveva imposto uno stand-by, che l’a.d. del gruppo tedesco, Stefan Shulte, ha provato a sbloccare recandosi a trattare direttamente ad Atene.

Ma le privatizzazioni, soprattutto di asset redditizi come questi, restano un problema spinoso per il premier Alexis Tsipras: in molti gli contestano l’impossibilità del Paese di riprendere la strada della crescita privandosi delle migliori attività industriali e produttive.

Ultima ora

15:52Champions: Malagò, poteva andare peggio

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "I sorteggi di Champions? Ora gli allenatori (Allegri e Di Francesco, ndr) diranno, come è giusto che sia, che serve la massima cautela, ma mi sembra che poteva andare peggio. Non ci si può lamentare". Lo dice il presidente del Coni, Giovanni Malagò, a margine della presentazione della partnership di Coni e Comitato Paralimpico con la Toyota avvenuta a Roma, commentando i sorteggi degli ottavi di finale di Champions League, che vedono la Juventus affrontare gli inglesi del Tottenham e la Roma gli ucraini dello Shakhtar Donetsk.

15:49Champions: la carica di Di Francesco

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Lo Shakhtar Donetsk è una squadra forte, che ha saputo qualificarsi attraverso un girone molto difficile. Noi abbiamo lottato per guadagnarci questi ottavi, ce la metteremo tutta per continuare il nostro cammino. Forza Roma!". Questo il commento, via Twitter, del tecnico Eusebio Di Francesco dopo l'accoppiamento negli ottavi di Champions League tra la Roma e la formazione ucraina. La Roma in passato ha incrociato già lo Shakhtar nella massima competizione europea. Nel 2006 le due squadre si affrontarono nella fase a gironi (vittoria dei giallorossi per 4-0 all'Olimpico e sconfitta per 1-0 a Donetsk), mentre nel 2011 si sfidarono negli ottavi con due sconfitte per la Roma (2-3 e 3-0) e conseguente eliminazione.

15:44++ New York, esplosione a stazione bus Manhattan ++

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Un'esplosione è avvenuta a Port Authority, la stazione centrale dei bus a New York. La polizia e i vigili del fuoco sono sul posto, secondo i media americani, che riferiscono di scene di panico.

15:43Europa League: il quadro dei 16/i di finale

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Il quadro dei sedicesimi di finale di Europa League dopo il sorteggio di Nyon (andata 15 febbraio 2018, ritorno 22 febbraio): Borussia Dortmund-Atalanta; Nizza-Lokomotiv Mosca; Copenaghen-Atletico Madrid; Spartak Mosca-Athletic Bilbao; Aek Atene-Dinamo Kiev; Celtic-Zenit San Pietroburgo; Napoli-Lipsia; Stella Rossa-Cska Mosca; Lione-Villarreal; Real Sociedad-Salisburgo; Partizan-Viktoria Plzen; Steaua Bucarest-Lazio; Ludogorets-Milan; Astana-Sporting Lisbona; Ostersunds-Arsenal; Sporting Braga-Marsiglia.

15:42Avvelenati tallio: killer ha usato acqua minerale

(ANSA)- MONZA, 11 DIC - Avrebbe utilizzato l'acqua minerale per avvelenare i suoi familiari Mattia Del Zotto, il 27 enne di Nova Milanese (Monza), reo confesso di aver ucciso volontariamente i nonni paterni e una zia e di aver tentato di uccidete i nonni materni, due zii e la badante, perché "soggetti impuri". È quanto emerso stamane dall'interrogatorio di garanzia reso dal giovane al Gip Federica Centonze sabato mattina in carcere a Monza. Le indagini della Procura di Monza si concentrano quindi sulle bottiglie a cui il giovane aveva accesso nella cantina comune della palazzina dove vive tutta la sua famiglia a Nova. Il veleno, senza sapore o odore, potrebbe essere inoltre stato inserito dal giovane anche in alcuni integratori destinati ai nonni materni e ad un infuso alle ortiche.

15:19Violenza sessuale: aggrediva minorenni, va ai domiciliari

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Un uomo di 50 anni, con una vecchia condanna per reati sessuali, è stato arrestato dai carabinieri di Milano con l'accusa di violenza e atti sessuali su minori nei confronti di tre ragazzine di 7, 12 e 13 anni. L'uomo, secondo quanto spiegato, le individuava a caso, per strada, e le seguiva negli androni quando rientravano a casa da scuola. Le avvicinava fulmineamente, le palpeggiava e scappava. I carabinieri lo hanno individuato dopo sei mesi di indagine dal primo caso, avvenuto ad aprile (gli altri due a maggio e ad agosto) e dopo altri sei mesi l'autorità giudiziaria ha emesso un'ordinanza che ha posto l'uomo, impiegato amministrativo, sposato e con figli, ai domiciliari. Al vaglio degli investigatori dell'Arma, però, ci sarebbero in totale una ventina di episodi. A indagare sui casi sono stati i carabinieri della stazione San Cristoforo, che incrociando telecamere e tabulati sono arrivati a uno scooter, guidato dall'uomo poi raggiunto dall'ordinanza mentre si trovava a lavoro.

15:17Maltempo: Umbria, tanti interventi per problemi vento

(ANSA) - PERUGIA, 11 DIC - Sono oltre un centinaio gli interventi nei quali sono impegnati i vigili del fuoco in quasi tutta l'Umbria a causa dei danni provocati dal forte vento. Al momento non vengono comunque segnalati problemi particolari. In provincia di Perugia gli interventi, più di un centinaio, riguardano rami e alberi caduti, danni ai tetti, ai cartelloni pubblicitari divelti dal vento ma anche a pali della luce. I vigili del fuoco del comando provinciale sono impegnati con tutte le squadre disponibili. Situazione analoga in provincia di Terni dove sono decine gli interventi, soprattutto a Terni e in periferia. (ANSA).

Archivio Ultima ora