Rossi senza sosta: “Brno mi piace, darò il massimo”

Valentino Rossi press conference, Brno 2014
Valentino Rossi press conference, Brno 2014
Valentino Rossi press conference, Brno 2014

BRNO (REP.CECA). – Niente più pause per la MotoGP, il circo mondiale è già a Brno, in Repubblica Ceca, dove si correrà l’undicesima gara della stagione 2015. La caccia alla testa della classifica, ancora occupata da Valentino Rossi che a Indianapolis ha chiuso sempre sul podio, è ancora aperta. La pista della Moravia, che è stata il teatro della lettera di addio di Rossi alla sua Yamaha verso la Ducati nel 2009, sarà di nuovo protagonista già a partire dalle prime prove libere del venerdì.

“Non c’è molto tempo per riposare – ha detto Rossi – ma io sono felice di andare nella Repubblica Ceca così presto dopo Indianapolis dove abbiamo fatto un’altra buona gara. Il fine settimana americano non è partito molto bene ed è stato molto difficile trovare l’impostazione migliore per la gara. Alla fine, dopo il warm up, avevamo fatto un buon lavoro e il terzo posto per noi è stato davvero un ottimo risultato. Sono ancora primo in campionato e questo è bene. Per me Brno è una bella pista, mi piace di più Indianapolis, ma qui anche Lorenzo va molto forte. Anche Marquez sarà competitivo, come lo è stato a Indianapolis, quindi dovremo fare di nuovo il massimo in questo fine settimana per non perdere altri punti, ma mi sento positivo e penso che faremo bene”.

La pista di Brno, dal 2010 allo scorso anno, però è sempre stato un feudo Honda. In 5 anni si sono spartiti le vittorie Casey Stoner, Dani Pedrosa e Marc Marquez. “Quella di Brno non è una delle mie piste preferite – ha detto Marquez – sulla quale ho avuto risultati contrastanti in passato, ma arriviamo in Repubblica Ceca dopo l’ottimo risultato di Indianapolis e lavoreremo duramente per essere pronti per un’altra battaglia”.

Marquez non ha nulla da perdere nell’infilarsi nella lotta tra i compagni di squadra Yamaha per il titolo, anzi, il campione del mondo potrebbe fare letteralmente da arbitro nella disputa. Nel Gp della Repubblica Ceca si rivedrà il Team Forward Yamaha, coinvolto nelle vicende giudiziarie del suo patron, Giovanni Cuzari, arrestato in Svizzera per corruzione attiva e riciclaggio. La squadra svizzera schiererà regolarmente in motoGP Loris Baz e Claudio Corti arrivato al posto di Stefan Bradl che è passato nel frattempo all’Aprilia, mentre in Moto2 si rivedranno Simone Corsi e Lorenzo Baldassarri.

Condividi: