Estate nera per De Blasio, campagna online contro sindaco Ny

New York City Mayor Bill de Blasio (C) and his wife Chirlane McCray (L) arrive at the funeral of slain New York Police Officer Wenjian Liu at the Aievoli Funeral Home in Brooklyn, New York, USA, 04 January 2015. EPA/PETER FOLEY
New York City Mayor Bill de Blasio (C) and his wife Chirlane McCray (L) arrive at the funeral of slain New York Police Officer Wenjian Liu at the Aievoli Funeral Home in Brooklyn, New York, USA, 04 January 2015.  EPA/PETER FOLEY
New York City Mayor Bill de Blasio (C) and his wife Chirlane McCray (L) arrive at the funeral of slain New York Police Officer Wenjian Liu at the Aievoli Funeral Home in Brooklyn, New York, USA, 04 January 2015. EPA/PETER FOLEY

NEW YORK. – L’estate nera di Bill de Blasio. Al sindaco di New York nulla sembra andare per il verso giusto. E i risultati si vedono nei sondaggi: la percentuale di coloro che ”non approvano” il suo lavoro e’ schizzata ai massimi dal 2014, mentre e’ scesa ai minimi storici quella di coloro che ritengono la loro qualita’ della vita ‘buona’ o ‘molto buona’ da quando e’ alla guida della città.

Contro di lui e’ stata avviata anche una campagna online: si tratta di ‘deblasio.fail’ e conta le ore che mancano alla scadenza del suo mandato nel 2017. Nonostante i tentativi, de Blasio non riesce a smorzare le polemiche sull’aumento della criminalita’ e del numero dei senzatetto. I numeri non sono a suo favore: gli omicidi sono saliti del 10,1% e il numero di clochard ospitati in strutture pubbliche sono aumentati a 56.000 dai 52.000 del 2014 quando de Blasio ha assunto le redini della citta’. Si tratta di aumenti non molto significativi ma che, con il susseguirsi di immagini negative sui giornali, sembrano notevoli.

Il sindaco e il suo staff hanno tentato di spiegare piu’ volte i numeri, tranquillizzare e rassicurare sulla sicurezza della citta’, ma senza esito. A non favorirlo sono anche i ripetuti botta e risposta con il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo: le polemiche sull’emergenza del ‘morbo del legionario’ nel Bronx lo hanno messo in cattiva luce, ed evidenziato ancora una volta la tensione esistente fra i due, che non sono riusciti neanche a organizzarsi per una conferenza stampa congiunta. Che fra il sindaco e il governatore i rapporti non siano dei migliori e’ chiaro da tempo, con Cuomo che ha piu’ volte criticato l’agenda di de Blasio e non ha mai appoggiato i suoi piani nel corso della sessione legislativa.

Ma e’ il caso Uber quello che lo ha piu’ danneggiato agli occhi dei newyorkesi. De Blasio ha proposto un tetto al numero di auto Uber per combattere l’inquinamento della citta’. Una proposta che lo ha fatto divenire oggetto di una pubblicita’ milionaria di Uber, in cui veniva aspramente criticato. La sua iniziativa è stata bocciata sui social media, e gli è costata molte critiche dagli abitanti di tutte le aree della citta’. La crisi Uber e’ stata risolta con un accordo che e’ – secondo alcuni – una sconfitta per la proposta del sindaco. Lo staff di de Blasio cerca di smorzare le polemiche, e di portare l’attenzione sulle iniziative che si sono rivelate un successo. ”Continuera’ a fare quello sta facendo. E i risultati si vedranno”.

Condividi: