Il M° venezuelano Manuel López Gómez ed il Viaggio a Reims nel Rossini Opera Festival 2015

viaggio150815_640x

E’ indubbiamente merito anche del venezuelano Manuel López Gómez, il successo riportato da “Il viaggio a Reims, ovvero L’albergo del giglio d’oro”, in scena il 14 e 17 agosto 2015 presso il Teatro Rossini di Pesaro, nell’ambito del Rossini Opera festival 2015, giunto alla 36a edizione.

Il giovane Maestro ha diretto senza sbavature la Filarmonica Rossini mentre 23 cantanti, giovani quanto lui e formatesi nell’ambito dell’Accademia Rossiniana guidata dal M° Alberto Zedda, hanno dato vita -con l’euforia e l’entusiasmo che contraddistingue quell’età, in ogni ambito e luogo- alla cantata scenica in un atto del musicista pesarese, composta nel 1825 su libretto di Luigi Balocchi ed ispirata a Corinne ou l’Italie di Madame de Staël.

Lo spettacolo -frizzante e gustoso come tutti gli anni- è quello, collaudatissimo ed esportato anche al Teatro Real di Madrid e al Maggio Fiorentino, firmato da Emilio Sagi e ripreso da Elisabetta Courir, con i costumi di Pepa Ojanguren.

viaggioareims_720x360crop

All’interno del suo Festival Giovane, dal 2001 il Rof propone quest’opera nell’interpretazione di giovani voci. L’ardua prova ha permesso a molti di loro l’accesso ai grandi palcoscenici internazionali, a cominciare da quello pesarese, che anche quest’anno ospita numerosi ex-allievi nel proprio cartellone.

Presentata al Théâtre Italien di Parigi il 19 giugno 1825 per celebrare l’incoronazione di Carlo X, avvenuta per l’appunto a Reims, l’opera fu subito giudicata dalla critica una delle più felici creazioni di Rossini.

La vicenda, poco più che un pretesto per dare corpo ad una serie di vertiginosi numeri musicali, si svolge a Plombières. Nell’albergo termale “Il Giglio d’Oro” sono riuniti numerosi nobili provenienti da tutta Europa diretti a Reims, dove avrà luogo l’incoronazione del nuovo Re di Francia Carlo X. Dopo varie vicissitudini (amorose e non), si apprende che il tanto atteso viaggio non è possibile: in tutta Plombières non esistono più cavalli da noleggiare o comprare, dato il grande numero di persone che si apprestano a recarsi alla cerimonia. Gli ospiti dell’albergo decidono così di tornare a Parigi dove si stanno preparando grandi festeggiamenti in onore del nuovo Re.

Manuel López Gómez é uno dei giovani direttori più prestigiosi del programma musicale internazionalmente conosciuto come El Sistema, ideato e organizzato circa 40 anni fa in Venezuela da Josè Antonio Abreu, e già diffuso in numerosi paesi latino-americani.

Sostenuto ed ammirato dai più grandi musicisti, a cominciare da Claudio Abbado, El Sistema ha prodotto una vera resurrezione, dando vita a 150 orchestre giovanili e 140 infantili: oltre 250.000 tra bambini e ragazzi hanno imparato a suonare uno strumento musicale, cantano in coro e suonano in un’orchestra, riscattati sovente da una miseria spirituale e materiale “che ha dato loro la forza di lottare per il proprio futuro e per quello delle persone loro vicine”. Chapeau!

Paola Cecchini

Condividi: