Misano abbraccia Rossi: “Qui sono io il favorito”

Italian MotoGP rider Valentino Rossi of the Movistar Yamaha MotoGP team celebrates after winning the Motorcycling Grand Prix TT Assen at the TT Circuit in Assen, Netherlands, 27 June 2015. ANSA/BAS CZERWINSKI
Italian MotoGP rider Valentino Rossi of the Movistar Yamaha MotoGP team celebrates after winning the Motorcycling Grand Prix TT Assen at the TT Circuit in Assen, Netherlands, 27 June 2015.  ANSA/BAS CZERWINSKI
Italian MotoGP rider Valentino Rossi of the Movistar Yamaha MotoGP team celebrates after winning the Motorcycling Grand Prix TT Assen at the TT Circuit in Assen, Netherlands, 27 June 2015.
ANSA/BAS CZERWINSKI

ROMA,.- Allungare a Misano su Jorge Lorenzo grazie alla spinta del pubblico ed a una pista che conosce a menadito. Nel giorno delle parole della MotoGp sul circuito romagnolo, Valentino Rossi riceve il grande abbraccio del suo popolo a cui il campione della Yamaha non vede l’ora di regalare l’ennesimo capolavoro. “Questo mio momento, arrivare qui a Misano in testa al Mondiale ha spinto tanta gente a venire – sottolinea Valentino tra selfie e autografi strappati dai suoi tifosi già pazzi di gioia – Cercherò di non deluderli e di fare il massimo. Fare una bella gara qui e’ molto più speciale che in altre parti”.

Dopo l’exploit sotto la pioggia a Silverstone, Valentino punta ad aumentare il vantaggio (12 punti) in classifica sul suo rivale per poter gestire a dovere le ultime gare che lo separano dal sogno di conquistare il decimo titolo in carriera. “E’ stato molto importante vincere a Silverstone – spiega Rossi – ma è durissima andare meglio di Lorenzo. Lui è in grandissima forma e va molto forte. Sulla carta in Inghilterra lui era più veloce, ma ho vinto io. Da tutte le parti sarà così e le previsioni saranno importanti fino a un certo punto. Qui sono il favorito perché l’anno scorso ho vinto, ma qui siamo al 50% e 50%. Da quando corriamo qui lui ha vinto tre volte e anche io. E poi – conclude il pilota italiano – non solo Lorenzo ma qui anche anche Marc Marquez qui va molto forte”.

Giù dal podio in Gran Bretagna, ostacolato da problemi al casco (visiera appannata con la pioggia), Jorge Lorenzo ha, invece, tutta l’intenzione di rovinare la festa al pesarese e ai suoi tifosi. Il maiorchino inoltre vanta una buona tradizione sul circuito del Gp di san Marino, con 4 vittorie al suo attivo: “Peccato per Silverstone, è stata un po’ una delusione, perché sull’asciutto avevo un’altra velocità e un altro passo. Ma sfortunatamente la gara è andata diversamente e ho perso alcuni punti da Valentino. Misano per me rappresenta l’occasione per riavvicinarmi, partirò forte sin dalle prime prove. Sono curioso di vedere come reagisce la moto alle caratteristiche del tracciato col nuovo asfalto. Ho il potenziale per disputare una gran corsa, l’Italia è un po’ come la seconda casa per la Yamaha, farò di tutto per ottenere un buon risultato”.

Non ha mai vinto e spera di invertire il suo trend negativo a Misano, Marc Marquez (Repsol Honda). Il Campione del Mondo, dopo la scivolata di Silverstone che ha stoppato le sue speranze iridate anche se la matematica ancora non lo condanna, è intenzionato a vender cara la pelle: “La rincorsa al titolo non è perduta, ma adesso è sicuramente più difficile. Cercherò di correre le ultime al massimo. Speriamo nel bel tempo nel weekend per settare al meglio la moto e stare con Lorenzo e Valentino”.