11 settembre, l’America ricorda. Obama, più forti che mai

Pubblicato il 11 settembre 2015 da redazione

US President Barack Obama (L) and First Lady Michelle Obama (R) walk onto the South Lawn prior to a moment of silence in memory of those lost in the 9/11 terror attacks, at the White House in Washington, DC, USA 11 September 2015.  EPA/JIM LO SCALZO

US President Barack Obama (L) and First Lady Michelle Obama (R) walk onto the South Lawn prior to a moment of silence in memory of those lost in the 9/11 terror attacks, at the White House in Washington, DC, USA 11 September 2015.
EPA/JIM LO SCALZO

WASHINGTON. – Il ricordo. Il dolore. La commozione. E’ l’America che non dimentica e a 14 anni di distanza dagli attacchi dell’11 settembre si ferma ancora una volta, per il rispetto delle vittime, di chi è sopravvissuto, ma anche per esorcizzare la paura, che ai tempi dell’Isis corre minacciosa anche lungo il web. “Siamo più forti che mai”, afferma Barack Obama, mentre l’Fbi mette in guardia dalle minacce di un sedicente ‘cyber-esercito’ pronto a colpire il cuore delle istituzioni americane, rubandone dati e informazioni riservate. Ad ispirare questi hacker che rivendicano attacchi a tutto campo è l’Isis e la minaccia viene lanciata attraverso account Twitter che si dicono affiliati al gruppo jihadista.

Da giorni si rincorrevano sui social network notizie di una “campagna di attacchi telematici” condotti dagli “Hacker del califfato”, con la parola d’ordine in arabo e in inglese “L’America sotto attacco” (America under attack). Avrebbero violato anche le banche dati dell’Fbi, della Casa Bianca, della Cia e di banche saudite (tra cui la Amarah Bank) con sede negli Stati Uniti, sostengono ancora i messaggio online. Nessuna conferma o smentita ufficiale. Però l’Fbi non manca di fare appello alla prudenza, consiglia di essere vigili, si rivolge anche alle società private che hanno contatti con le agenzie governative americane. Non è chiaro quanto le minacce siano credibili e nella sua nota l’Fbi le definisce soltanto come “possibili”, sottolineando tuttavia che alcuni episodi sospetti si sono verificati in passato e suggerendo quindi una serie di “misure precauzionali.

Si nota inoltre che sono già state postate online alcune informazioni relative a personale del governo Usa, ma che si tratta di materiale già rintracciabile sul web e che risulta “riciclato” da diversi anni fa, riferisce la Abc citando fonti. Il gruppo poi cui si fa più spesso riferimento si firma online come ‘Islamic Cyber Army’ (Ica) e si prevede che questa sigla possa rivendicare anche attacchi e intrusioni online effettuati da altri.

Ed è una paura nuova rispetto a quella che l’America scoprì 14 anni fa. “Questa è una giornata solenne”, ripete Obama, che ha dato il via alle commemorazioni osservando un minuto di silenzio alla Casa Bianca. Prima di incontrare i militari della base di Fort Meade, nel Maryland. Intanto a Ground il tempo si è nuovamente fermato e, nel silenzio, una campanella ha ricordato quel giorno di 14 anni fa. Uno per uno i nomi delle vittime sono stati ripetuti in una cerimonia che, dopo anni, è tornata pubblica sul luogo delle Twin Towers, per un momento di commemorazione collettiva. E di umanità: nella formalità delle rievocazioni un bimbo ha fatto volare un palloncino rosso, una donna ha ceduto con un malore al dolore ancora troppo vivo.

A rainbow over the One world trade center (Freedom Tower) and lower Manhattan in New York, New York, USA, 10 September 2015.  EPA/ANDREW GOMBERT

A rainbow over the One world trade center (Freedom Tower) and lower Manhattan in New York, New York, USA, 10 September 2015. EPA/ANDREW GOMBERT

Ed è una verità che fa parte della storia di New York, così come quello spirito che la rimise in piedi dopo il giorno in cui sembrava fosse stata incenerita. A rievocarlo oggi anche un’immagine forte e leggera e al tempo stesso: un arcobaleno dietro il World Trade Center. E’ la foto scattata da Ben Sturner, presidente di un’agenzia di marketing che è diventata subito virale. Sturner ha colto l’immagine dalla terrazza del suo appartamento a Long Island City nel Queens, l’ha postata online e in pochi minuti la forza evocativa di quell’arcobaleno newyorchese ha conquistato il web, risollevato ricordi ma anche cementato la speranza: un fiume di commenti, tra cui quello di una donna su Twitter: “Il miglior regalo di compleanno in 14 anni. Grazie”.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

11:16Maltempo: disperso tra la neve ex sindaco comune del Vco

(ANSA) - VOGOGNA (VCO) 12 DIC - E' disperso da tre giorni Marco Zago, 50 anni, sindaco di Vogogna (Vco) dal 2004 al 2009. Si era recato domenica a sciare nel vicino Canton Vallese: non ha più fatto rientro. La famiglia, preoccupata, ha avvisato l'attuale sindaco Enrico Borghi che ha attivato il consolato italiano in Svizzera. Le ricerche hanno permesso di trovare l'auto di Zago in un parcheggio e di localizzare il segnale del suo cellulare in una zona impervia nel territorio di Ovronnaz, una stazione sciistica poco distante dalla città di Sion. Di lui, però, nessuna traccia. Si teme sia finito fuori pista.

11:13Ammanchi milionari da casse Finpiemonte, indaga la procura

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - Ammanchi milionari dai conti di Finpiemonte, la finanziaria della Regione Piemonte. Parla di "gravissime anomalie emerse in seguito a controlli contabili di routine" la denuncia che la Regione Piemonte ha presentato alla procura di Torino. "Si tratta di fatti che, ove accertati, sono molto gravi", afferma il governatore Sergio Chiamparino, che d'intesa con il neo presidente di Finpiemonte, Stefano Ambrosini, ha fornito alla magistratura "tutta la documentazione disponibile". Secondo indiscrezioni di stampa l'ammanco arriverebbe a 50 milioni di euro. Fondi che sarebbero usciti dalla finanziaria verso società e fiduciarie, alcune in Svizzera. La denuncia contro la passata amministrazione della società, guidata dall'ex presidente Fabrizio Gatti, risale a un mese fa. "Non ne abbiamo dato informazione al fine di evitare qualsiasi intralcio alle indagini", spiega Chiamparino, che ribadisce "piena collaborazione con l'autorità giudiziaria" confidando "si arrivi al più presto ad accertare le responsabilità".(ANSA).

11:05Maltempo: piena Enza, evacuazioni nel Parmense e Reggiano

(ANSA) - BOLOGNA, 12 DIC - In seguito alle piogge cadute nelle scorse ore, "la piena del fiume Enza ha tracimato" a Lentigione di Brescello, nel Reggiano, dove è "in corso l'evacuazione del paese". E' quanto si legge in una nota dell'Aipo, l'Agenzia Interregionale per il fiume Po. A causa della situazione dell'Enza, spiega una nota della Prefettura di Parma, "a scopo cautelativo sono in corso le operazioni di evacuazione dell'abitato di Casaltone", frazione di Sorbolo, nel Parmense. Tutti i fiumi principali del Parmense, ossia l'Enza, il Taro e il Torrente Parma, "hanno superato il livello '3', il massimo grado della scala di allarme. Anche la piena del Baganza ha superato il livello '3'". Secondo l'Aipo, "la piena del Parma è stata durante la notte in buona parte trattenuta nella cassa di espansione di Marano, dove sono state azionate le paratoie, ma la portata di notevoli dimensioni sta causando criticità a Colorno" dove "il ponte storico è chiuso. Anche la piena del Taro ha causato alcuni allagamenti nell'area Cepim".(ANSA).

11:03Calcio: tour rassegna su Paolo Rossi, tappa a Vicenza

(ANSA) - VICENZA, 12 DIC - Vicenza è stata scelta come settima tappa del tour mondiale "Paolo Rossi - Great Italians Emotions", la mostra ufficiale su "Pablito" e sull'Italia campione del mondo '82. La mostra itinerante verrà inaugurata sabato prossimo per poi restare aperta sino all'8 gennaio 2018, con ingresso gratuito al pubblico. Vicenza, città rimasta in modo indelebile nel cuore del grande campione che qui è esploso a livello calcistico e dove ha abitato per molti anni una volta lasciato il calcio, è stata inevitabilmente scelta dall'organizzazione dell'evento tra le 18 tappe mondiali previste nell'ambito del tour in tutto il mondo, che si concluderà nel 2020. Anche nel capoluogo berico i visitatori avranno modo di ammirare una straordinaria raccolta di cimeli unici vinti da "Pablito", dal Pallone d'oro alla Scarpa d'oro, ma anche video installazioni, fotografie, articoli, filmati, oggetti, maglie e ricordi.

10:55Maltempo: esondato Serchio a Borgo Mozzano, chiusa ss 12

(ANSA) - BORGO A MOZZANO (LUCCA), 12 DIC - Nel corso della notte il fiume Serchio è esondato nel territorio di Borgo a Mozzano (Lucca), provocando la chiusura della statale 12 del Brennero. La situazione è poi tornata alla normalità: non c'è più acqua in strada ma la statale è ancora chiusa, per le operazioni di pulizia, tra le località di Ponte Pari e Chifenti. In particolare, come si spiega dalla protezione civile di Lucca che ha monitorato la situazione tutta la notte, con l'innalzamento dei livelli del fiume l'acqua è fuoriuscita dalle bocchette invadendo la sede stradale. Nella zona, si spiega ancora, ha smesso di piovere.Tre famiglie sono state evacuate dalle loro abitazioni che hanno subito danni al tetto per il forte vento a Dicomano, nel Fiorentino. Un'altra persona ha dovuto lasciare la sua casa minacciata da un grosso pino pericolante a Firenzuola, in località Pietramala. In entrambi i casi sono intervenuti i vigili del fuoco.

10:53Atletica: Atleticom we run Roma a -20

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - È iniziato il conto alla rovescia per gli amanti del runninig, pronti a esibirsi il 31 dicembre nel consueto appuntamento podistico con l'Atleticom we run Rome, giunta alla 7/a edizione. La corsa su strada competitiva si disputerà sulla distanza dei 10 km, quella non competitiva sui 5. E' la manifestazione fiore all'occhiello dell'Atleticom Asd. L'edizione 2016 ha certificato lo straordinario successo, con oltre 10.000 iscritti. A tagliare per primo il traguardo nella We run Rome 2016 fu l'atleta del Burundi, Olivier Irabaruta, che superò in volata il grande favorito della vigilia, Stanley Biwott, il keniano già trionfatore nella maratona di New York. In campo femminile si registrò un'altra sorpresa: la vittoria della francese Cassandre Beaugrande, classe 1997, davanti all'azzurra Valeria Straneo. Anche quest'anno verranno ripercorsi i luoghi più ricchi di storia e di fascino della Capitale. Le iscrizioni si potranno effettuare fino al 30 dicembre, online sul portale www.werunrome.com.

10:52Droga: Gdf sequestra elicottero che trasportava cocaina

(ANSA) - CAGLIARI, 12 DIC - C'è anche un elicottero "Alouette", che veniva utilizzato per trasportare la cocaina dal continente alla Sardegna, tra i 500mila euro di beni sequestrati dalla Guardia di finanza di Cagliari a Loris Sabatucci, 41 anni, emiliano. L'uomo, secondo quanto accertato dagli investigatori, era coinvolto nel traffico di droga smantellato proprio dalla Finanza nel luglio scorso con il sequestro di 11,5 chili di cocaina e l'arresto di tre persone. Sarebbe stato proprio lui a fornire l'elicottero per trasportare la cocaina in Sardegna. "L'impiego del mezzo aereo doveva servire per evitare i controlli operati dalle Fiamme gialle negli scali portuali ed aeroportuali, ordinarie ed obbligate vie di comunicazione con il continente - spiegano dalla Guardia di finanza - ma le incisive e complesse attività investigative hanno vanificato questa 'nuova frontiera' criminale, individuando l'elicottero adibito all'illecito trasporto, atterrato e decollato, non autorizzato, fuori da sedimi consentiti". Proprio sul 41enne emiliano si sono concentrate le attività investigative condotte dal Gico della Finanza di Cagliari e in particolare una serie di verifiche patrimoniali che oggi hanno portato al sequestro preventivo di beni per 500mila euro, tra i quali, oltre all'elicottero, schermato tramite un trust registrato nello stato americano del New Mexico, tre auto e quote di due società di capitali, peraltro fraudolentemente intestate a prestanome. Il provvedimento d'urgenza è stato emesso perché tre settimane fa il 41enne è stato arrestato in provincia di Pavia in quanto coinvolto nel contrabbando di sigarette. L'uomo, assieme a due moldavi, aveva creato una fabbrica di sigarette di contrabbando. Sono state sequestrate 35 tonnellate di "bionde". (ANSA).

Archivio Ultima ora