Venezuela: Tarek William Saab bloccato in Messico, accusa Interpol-Usa

tarek

CITTA’ DEL MESSICO. – L’ombudsman del Venezuela, Tarek William Saab, ha denunciato di aver subito “un’aggressione” da parte delle autorità migratorie dell’aeroporto a Città del Messico, che hanno impedito il suo ingresso nel Paese a seguito di una “allerta rossa” emessa dall’Interpol.

La “manovra”, ha detto, sarebbe stata “pianificata” dagli Stati Uniti.

“C’è stata un’aggressione migratoria nei miei confronti”, operazione – ha precisato – che è stata “pianificata dagli Stati Uniti tramite l’Interpol”.

Saab si trova in Messico per partecipare ad una conferenza sui diritti umani nella città di Merida.