Cuándo acudir a cirugía plástica o la medicina estética: Pros y contras

Pubblicato il 19 ottobre 2015 da redazione

cirugia estetica

CARACAS.- Existen ocasiones en la vida en las que, ya sea por motivos estéticos o de salud, las personas pueden encontrarse ante la disyuntiva de no saber si someterse a algún procedimiento quirúrgico o si deberían acudir a la medicina estética.

“Este es un tema muy relativo y, en la mayoría de los casos, ambas opciones deben ir de la mano; pues algunas cirugías se deben complementar, tanto antes como después, con la medicina estética”, explica el Dr. George Beyloune, cirujano plástico del Centro Médico Energía Vital Activa.

Saber cuándo acudir a la cirugía plástica o a la medicina estética depende de muchos factores, sin embargo, el principal de ellos es el paciente, pues sus características y expectativas son determinantes para que el médico tratante pueda dar una recomendación apropiada y lo más acertada posible.

“Por ello, una vez que se conoce lo que el paciente quiere, se debe realizar el examen físico, pues en ocasiones algunos pacientes tienen la idea de lo que quieren, pero no muchos dan con lo que realmente necesitan según su situación actual”, asegura el Dr. Jesus Jatar, médico cirujano, con experiencia en medicina estética del Centro Médico Energía Vital Activa.

Tanto la cirugía plástica como la medicina estética tienen sus pros y contras:

• Pros:
– La cirugía plástica ofrece resultados inmediatos
– La medicina estética en su mayoría no es invasiva, por lo que no se requiere de anestesia, recuperación y es indolora. A su vez, es más económica que procedimientos quirúrgicos y presenta menos riesgos de complicaciones.

• Contra:
– La cirugía plástica suele ser costosa, necesita de anestesia, es invasiva y la recuperación suele ser dolorosa y lenta.
– Los procedimientos estéticos suelen necesitar varias sesiones para ver resultados significativos. Estos resultados pueden perderse si no se mantiene una armonía entre una buena alimentación y ejercicios.

En la gran mayoría de los casos, los pacientes pueden encontrar soluciones en la medicina estética, sobre todo si se trata de solventar pequeños complejos. Solo casos específicos tienen resolución quirúrgica como el aumento de mamas, una rinoplastia, la eliminación de la flacidez abdominal, braquial, o en post cirugía bariatrica.

En este campo, las dudas o solicitudes más comunes están relacionadas con la grasa localizada en zonas específicas, pues por más que realicen ejercicio no logran eliminarla. Este tipo de grasa se puede tratar no solo de forma quirúrgica si no también con la medicina estética, así como las cicatrices y estrías que a muchos pacientes también les molestan.

A su vez, el tema de flacidez, de igual forma, se puede tratar estimulando las fibras de colágeno para tener un efecto de lifting, sin la necesidad o la molestia que muchas veces conlleva una cirugía. Sin embargo, si la persona sufre de obesidad mórbida debe acudir a cirujanos plásticos.

En el caso de que la opción de la medicina estética sea la más conveniente, resulta necesario acompañar esta alternativa con una buena alimentación y con ejercicios cardiovasculares por lo menos tres veces por semana.

Acudir a la cirugía o la medicina estética dependerá de lo que desee el paciente y de lo que resulte más adecuado para él, siempre satisfaciendo sus necesidades. Independientemente, lograr sentirse a gusto con su apariencia, mejora el autoestima y la salud psicológica; así como ayuda al paciente a cumplir objetivos sociales, profesionales y económicos que exige la sociedad cada día más competitiva.

Dr. George Beyloune, médico cirujano plástico y Dr. Jesus Jatar, médico cirujano, con experiencia en medicina estética del Centro Médico Energía Vital Activa Telf: 0212 991 76 12 Twitter @energiactiva / Instagram: @energiavitalactiva / Web www.energiavitalactiva.com

Ultima ora

00:48Calcio: 4-1 al Cittadella, Lazio nei quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Lazio ha battuto il Cittadella 4-1 negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti i biancocelesti affronteranno la Fiorentina, il 26 dicembre alla stadio Olimpico. Incontro indirizzato a favore dei padroni di casa già nel primo tempo grazie alle reti di Immobile (11'), Felipe Anderson (24', con il brasiliano a segno dopo 221 giorni) e l'autorete di Camigliano (36'). Il Cittadella però non si è rassegnato ed al 41' ha accorciato le distanze con una gran punizione da 25 metri di Bartolomei. Nella ripresa, piuttosto povera di emozioni, ha chiuso i conti ancora Immobile, al 42', superando Paleari con un preciso pallonetto.

23:45Raiola, Mirabelli usa Donnarumma per attaccare me

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Mirabelli ha un problema personale contro di me e usa Donnarumma per attaccarmi. Gli fanno comodo queste polemiche perché tolgono l'attenzione dal vero problema del Milan: il suo progetto tecnico". Così Mino Raiola in una nota a Gazzetta.it, ricordando che il portiere aveva "offerte che nessuno avrebbe mai rifiutato. Ma Gigio e la sua famiglia hanno fatto una scelta col cuore. E l'ho rispettata. Oggi mi interessa solo che Gigio venga lasciato tranquillo, solo così potrà fare il suo meglio. Dovrebbe essere anche la priorità del ds del Milan".

22:51Donnarumma, mai detto di aver subito violenza morale

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto". E' quanto afferma Gianluigi Donnarumma su Instagram, all'indomani della contestazione subita dai tifosi del Milan a San Siro. "E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... forza Milan!", ha scritto a corredo di una foto che lo ritrae in mezzo al campo mentre saluta il pubblico, con Rino Gattuso che gli batte una mano sul petto.

22:20Calcio: Bonucci, vincere al Milan è pass per la storia

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Vincere al Milan ti consegna un pass per la storia. Vi auguro di riuscirci, io sono alle prima armi con questa maglia". Così Leonardo Bonucci si è rivolto ai ragazzi del settore giovanile del Milan durante la festa di Natale: "Perché ho lasciato la Juventus? Sono successe alcune cose che hanno portato sia la società che il sottoscritto a questa decisione. Poi è arrivato il Milan, un'occasione che ho colto al volo. Anche grazie al lavoro di Fassone e Mirabelli. Con la Juventus abbiamo scelto di separarci, nella vita capitano delle discussioni".

22:10Terremoto: procura Macerata apre inchiesta su Sae

(ANSA) - MACERATA, 14 DIC - Il procuratore della Repubblica di Macerata Giovanni Giorgio ha aperto un fascicolo di indagine sui cantieri delle casette del terremoto, e le presunte irregolarità nella gestione della manodopera, denunciate dalla Cgil e dalla Fillea provinciali. Lo reso noto lo stesso Giorgio, sottolineando che "la tutela dei diritti dei lavoratori, rispetto ad ogni forma di sfruttamento e di sopruso costituisce una delle essenziali finalità del mio Ufficio". I cantieri sono appaltati al Consorzio Arcale, che ha vinto una gara bandita dalla Protezione civile nazionale. Il sindacato ha segnalato la presenza di molti lavoratori romeni, in particolare a Ussita, che verrebbero impiegati senza godere delle norme contrattuali italiane, e addirittura rimpatriati in caso di infortunio. Oggi la Cgil maceratese è stata contattata da funzionari del Governo romeno che sta conducendo un monitoraggio in varie regioni italiane proprio sul fenomeno del 'caporalato' e sullo sfruttamento di propri connazionali.

21:55Hayden morto in bici, chiesto rinvio giudizio automobilista

(ANSA) - RIMINI, 14 DIC - Il sostituto procuratore Paolo Gengarelli ha depositato la richiesta di rinvio a giudizio per omicidio stradale a carico dell'automobilista coinvolto nell'incidente a Misano Adriatico che costò la vita, nel maggio scorso, all'ex campione statunitense di motoGp Nicky Hayden, in quel momento in sella a una bici. Il pilota, poi anche di Superbike, morì il 22 maggio a 36 anni all'Ospedale Bufalini di Cesena, cinque giorni dopo essere stato investito da una Peugeot 206. La Procura della Repubblica di Rimini contesta l'omicidio stradale al conducente dell'auto, un trentenne di Morciano di Romagna, perché - come da consulenza del pubblico ministero - "in concorso di cause indipendenti con la condotta colposa del ciclista ne cagionava la morte per colpa consistita in negligenza ed imprudenza". (ANSA).

21:51Francia: scontro treno-scuolabus, ‘almeno 4 bambini morti’

(ANSA) - PARIGI, 14 DIC - "E' di almeno quattro bambini morti" il bilancio delle vittime dello scontro avvenuto nel sud-ovest della Francia tra un treno regionale ed uno scuolabus. Lo riferisce il ministero dell'Interno. Ci sono anche "24 feriti molto gravi, di cui 21 alunni, e altri tre altri che erano a bordo del treno", dice il prefetto.

Archivio Ultima ora