Manovra verso approvazione Ue. Padoan, no polemiche su tassa case

Pubblicato il 20 ottobre 2015 da redazione

renzi-padoan-tasse

ROMA. – “C’è un clima buono”. Da Bruxelles arriva un giudizio positivo sulla Legge di Stabilità italiana. Si tratta di indiscrezioni che danno, però, forza al governo alle prese con le critiche, scontate, dell’opposizione e con quelle, meno scontate, della minoranza interna Pd.

Matteo Renzi – al Quirinale per un incontro di due ore – ribatte agli oppositori interni del proprio partito (“c’è ormai una parte del Pd che, come dice Totò, si oppone a prescindere”) ma non entra direttamente sui temi contestati: “L’Italia è più solida, sta meglio”, rimarca. E “se si buttano giù le tasse, il Paese torna ad essere leader in Europa”, aggiunge sottolineando l’importanza del taglio di Imu e Tasi.

Il via libera della commissione, seppur non ufficiale, eviterà il “rinvio” della manovra a Roma, dando maggiori margini all’esecutivo. Particolarmente soddisfatto il ministero dell’Economia che segna un punto a suo favore. Il ministro Pier Carlo Padoan vuole chiudere le discussioni su Imu e Tasi: “Parlare solo di tasse sulla casa è francamente… puntini, puntini… mettete voi la parola”, si sfoga con i cronisti.

Il dicastero di via XX settembre registra un punto a suo favore sulla questione “casa” anche da Bruxelles: secondo le indiscrezioni, la valutazione sull’eliminazione della Tasi “dipende se essa fa aumentare il rapporto deficit-pil in modo sostanzioso” e – viene spiegato – l’Italia “dovrebbe starci dentro”.

Per la valutazione – precisano le fonti – “molto dipende dalle scelte del governo sulle spese per i rifugiati”. Secondo una primissima valutazione, l’esecutivo non sarebbe disposto a riconoscere una “nuova flessibilità” dello 0,2%. Tuttavia le maggiori “spese aggiuntive”, soprattutto per l’eventuale costruzione di centri di accoglienza, potrebbero rientrare nella flessibilità già accordata all’Italia anche se dovrebbero essere “provate”.

Per Padoan, al di là del “dossier casa”, la manovra ha un respiro ben più ampio: “Vede l’abbattimento delle imposte, di tutte le imposte e questo riguarda le famiglie, le imprese e il mercato del lavoro, con la decontribuzione per i nuovi assunti, e gli stimoli alla contrattazione di secondo di livello”.

Parole che non sembrano convincere la minoranza Pd. Cesare Damiano, presidente della commissione Lavoro della Camera, promette battaglia e indica i punti da “correggere”: su tutti “un tetto alla cancellazione della tassa sulla prima casa”; “riportare l’uso del contante a 1.000 euro”; “flessibilità nella previdenza”; “prolungare a un triennio la durata degli incentivi del contratto a tutele crescenti del 2016 e mantenere, per il Mezzogiorno, la precedente normativa più favorevole”. Cambiamenti non da poco.

Un nuovo fronte polemico, intanto, si apre sul versante giochi d’azzardo. I cinquestelle, Lega e alcune voci all’interno di Ap criticano la scelta di “voler fare cassa con l’apertura di 22 mila nuovi punti scommesse”.

Le misure previste in Legge di Stabilità puntano ad un incasso di un miliardo di euro. “Il governo – attacca Luigi Di Maio del M5S – li usa per finanziare le sue becere manovre elettorali”. Il Carroccio definisce “biscazziere” il governo. Forza Italia boccia drasticamente la manovra.

“Tutta la manovra di Matteo Renzi, da 27 miliardi (modello ‘base’) o 30 miliardi (‘accessoriata’), è in deficit”, sostiene il capogruppo alla Camera Renato Brunetta lamentando anche il fatto che “ancora non è stato trasmesso un testo al Parlamento” anche se già si prospettano emendamenti.

“Renzi e Padoan sostengono di rispettare le regole europee – sottolinea – Ma aumentando il deficit pubblico, il governo contravviene a quanto previsto da Fiscal compact e Six Pack, e rinvia agli anni venturi il risanamento dei conti pubblici italiani”.

(Teodoro Fulgione/Ansa)

Ultima ora

00:14Calcio: all’Inter la Supercoppa Under 17

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Dopo il successo tricolore del Milan fra gli Under 16, festeggia anche la sponda della città interista con la vittoria della Supercoppa Under 17: a Cesenatico, infatti, i nerazzurri si sono imposti per 3-0 sul Como. Reti nel primo tempo di Vergani e nella ripresa di Demirovich (doppietta). Anche su questo campo, prima della partita, è stato osservato un minuto di silenzio in omaggio al vicepresidente del Settore giovanile e scolastico della Figc Fabio Bresci, scomparso due giorni fa.

23:59Vaccini: Pisa, migliaia in corteo contro obbligo

(ANSA) - PISA, 23 GIU - Migliaia di persone stanno partecipando a Pisa ad una fiaccolata contro la vaccinazione obbligatoria. Il corteo sta attraversando pacificamente le principali vie del centro cittadino aperto da un grande striscione sul quale è scritto: "Con la salute non si scherza. Libertà di scelta e sicurezza". Al corteo, senza alcuna insegna di partiti politici, partecipano almeno duemila persone che scandiscono lo slogan "libertà, libertà" e tra loro sono presenti molte famiglie con bambini. La manifestazione è assolutamente pacifica anche se ha letteralmente invaso il centro storico sostituendosi di fatto al consueto affollamento di giovani che animano la movida pisana. (ANSA).

23:38Calcio: Europei U.21, il Portogallo vince ma non basta

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Il Portogallo supera 4-2 la Macedonia nella terza e ultima giornata del gruppo B degli Europei Under 21, ma non riesce a rimanere in gioco per il posto in semifinale riservato alla miglior seconda classificata: c'è infatti già almeno una squadra, la Slovacchia (gruppo A), con una miglior differenza reti dei lusitani. A Gdynia, reti portoghesi di Edgar Ié (2' pt), Bruma (22' pt e 47' st) e Podence (12' st); macedoni di Bardi (40' pt) e Markoski (35' st). Nell'altra gara odierna, a Bydgoszcz, la Spagna già qualificata (insieme all'Inghilterra dal gruppo A) ha battuto anche la Serbia 1-0 (38' pt Suarez) concludendo il girone a punteggio pieno (Spagna 9; Portogallo 6; Serbia e Macedonia 1). La fase a gironi si conclude domani con le partite del gruppo C: Repubblica ceca-Danimarca e Italia-Germania.

22:59Bimba di 4 mesi cade da secondo piano e muore

(ANSA) - FERRARA, 23 GIU - Una piccina di origine pachistana di nemmeno 4 mesi è morta a Cento, nel ferrarese, dopo essere caduta da una finestra del suo appartamento al secondo piano. Gli inquirenti escludono per ora ogni tipo di causa violenta; secondo i primi accertamenti la tragedia sarebbe stata accidentale, ma sulla ricostruzione dell'episodio sono in corso accertamenti dei carabinieri. I sanitari del 118 hanno subito giudicato critiche le condizioni della bimba: sottoposta ai tentativi di rianimazione, è morta dopo pochi minuti.

22:55Tennis: Wta Birmingham-Maiorca, eliminate Giorgi e Vinci

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Fine del cammino per Camila Giorgi e Roberta Vinci nei quarti di finale dei rispettivi tornei Wta in cui erano impegnate, a Birmingham (Inghilterra) e Maiorca (Spagna): la 25enne marchigiana, numero 102 del mondo e passata dalle qualificazioni, si è ritirata per un problema alla coscia sinistra sul punteggio di 5-2 in favore dell'australiana Ashleigh Barty, numero 77; la 34enne tarantina, numero 33 e sesta testa di serie, è stata battuta 6-2, 7-6, in poco più di un'ora e mezzo di gioco, dalla francese Caroline Garcia, numero 23 del mondo, terza favorita del seeding e campionessa in carica.

22:53Incendio Londra: cinque torri saranno evacuate

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - 800 appartamenti saranno evacuati nel complesso residenziale di Camden, a Londra, dopo la scoperta di materiale isolante simile a quello della Grenfell Tower, nel cui incendio sono morte 79 persone. Lo ha precisato la presidente del consiglio municipale secondo quanto riferiscono i media britannici. Gli appartamenti sono ospitati in cinque torri.

22:46Calcio: Sirigu rescinde col Psg, è a un passo dal Torino

(ANSA) - TORINO, 23 GIU - Salvatore Sirigu a un passo dal Torino. Il trasferimento del portiere alla corte di Mihajlovic sembra fatto: Sirigu avrebbe trovato un accordo con il Paris Saint Germain per la risoluzione consensuale del contratto, ultimo ostacolo al suo ritorno in Italia dove, nell'anno dei Mondiali, spera di riconquistare la Nazionale. Il portiere, trent'anni, potrebbe sostenere le visite mediche con il suo nuovo club già nella giornata di lunedì. Col Toro dovrebbe firmare un contratto triennale, con opzione per il quarto anno, a 1,5 milioni di euro a stagione, bonus compresi.

Archivio Ultima ora