Toyota sorpassa Volkswagen, torna leader mondiale auto

Pubblicato il 26 ottobre 2015 da redazione

toyota

TOKYO – Toyota torna leader mondiale delle quattro ruote e stacca Volkswagen al traguardo dei primi nove mesi del 2015: il gruppo di Nagoya ha venduto a livello globale, includendo i marchi Hino e Daihatsu, 7,498 milioni di auto. Il controsorpasso, avvenuto in frenata dato il calo dell’1,5% su base annua, matura per poche decine di migliaia di vetture sul colosso tedesco, salito per la prima volta al vertice nei primi sei mesi dell’anno, e fermatosi adesso a 7,43 milioni di vetture scontando la debolezza del mercato cinese, diventato il principale, e dell’effetto Dieselgate.

Che in Italia, dopo il fallimento del tentativo di mediazione, potrebbe vedere a Cuneo la prima causa da parte dei proprietari di un’Audi che chiedono il risarcimento per le “emissioni corrette”.

“I legali della casa automobilistica intendono aspettare gli accertamenti delle autorità tedesche – hanno commentato i legali degli automobilisti – per cui non ci resta che la causa”. Sul dieselgate arrivano le nuove accuse del Financial Times, secondo il quale la Commissione Ue sapeva delle discrepanze dei valori delle emissioni auto tra i test su strada e quelli in laboratorio sin dal 2013.

Volkswagen aveva superato Toyota a metà 2015 salendo per la prima volta al top grazie a 5,04 milioni di auto vendute contro 5,02 milioni della rivale nipponica. Il trend della casa tedesca era sembrato inarrestabile, ma nel giro di pochissimo, oltre a soffrire lo scandalo scoppiato di settembre sui software per “addomesticare” i dati sulle emissioni delle vetture diesel negli Usa in modo da rispondere ai coefficienti ecologici, ha cominciato a subire il colpi del rallentamento della Cina.

General Motors, che si piazza al terzo posto con 7,2 milioni di unità, è stata al vertice dell’auto mondiale per 70 anni prima di essere scalzata da Toyota nel 2008, risorpassata nel 2011 grazie ai pesanti effetti causati alla produzione della casa nipponica dal sisma/tsunami che l’11 marzo del 2011 colpì pesantemente il Giappone del nordest.

Il ritorno di Toyota non s’è fatto attendere: dopo una solida ristrutturazione, è diventata la prima società automobilistica a produrre e vendere oltre 10 milioni di auto nell’arco dei 12 mesi. Nel 2014 la compagnia, che produce l’ibrida Prius (di cui ha proposto una nuova versione che taglia di un quinto i consumi), la berlina Camry e i modelli di lusso Lexus (che nel 2020 potrebbe avere la versione alimentata a idrogeno), ha venduto 10,23 milioni di vetture.

Volkswagen lo scorso anno si è fermata a quota 10,14 milioni, trainata dalla Cina. Se risarcimenti e class action rischiano un conto finale salatissimo alla casa di Wolfsburg, Toyota è alle prese soprattutto con un mercato domestico in affanno e con il nuovo ciclo di 6,5 milioni di veicoli richiamati a livello globale per problemi all’alzacristalli elettrico i cui costi sono allo stato ancora difficilmente quantificabili.

(di Antonio Fatiguso/ANSA)

Ultima ora

17:10New York: da esplosione 4 feriti, nessuno rischia vita

(ANSA) - NEW YORK, 11 DIC - Sono quattro i feriti per l'esplosione a New York. Lo affermano i vigili del fuoco di New York (Fdny) sottolineando che nessuno ha riportato ferite potenzialmente mortali. L'uomo fermato per l'esplosione è tra i feriti ed è originario del Bangladesh. Secondo l'ex capo della polizia di New York Bill Bratton è stato ispirato dall'Isis.

17:08Calcio: Spalletti, c’è chi tenta ‘colpi gobbi’

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - "Sentirmi sempre dire che dipende sempre dal palo... Ma è un gioco, sono pieno di amici tifosi di altre squadre. Mi dicono 'io non ce l'ho con te ma voglio che l'Inter perda' e poi c'è chi ha detto che contro il Chievo non avremmo vinto e tenta 'il colpo gobbo" Lo dice il tecnico nerazzurro Luciano Spalletti, alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro il Pordenone, tornando a parlare della partita contro la Juventus e delle parole pubblicate ieri su Instagram. "Molti non danno il giusto merito a questi calciatori, per quella che è disponibilità - aggiunge Spalletti - e professionalità verso questi colori e questa maglia".

17:06Calcio: Europa League, gli orari delle gare delle italiane

(ANSA) - NYON (SVIZZERA), 11 DIC - L'Uefa ha comunicato gli orari delle partite che vedono impegnate le squadre italiane nei sedicesimi di finale di Europa League. Gare di andata, giovedi' 15 febbraio ore 19.00: Borussia Dortmund-Atalanta e Ludogorets-Milan ore 21.05: Napoli-Lipsia e Steaua Bucarest-Lazio. Gare di ritorno, giovedi' 22 febbraio ore 19.00: Lazio-Steaua Bucarest e Lipsia-Napoli e ore 21.05: Atalanta-Borussia Dortmund e Milan-Ludogorets.

16:55Calcio: Spalletti, attenzione al Pordenone

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - "Sono affezionato a quegli stadi pieni d'amore, passione e affetto, come quello di Pordenone, in cui c'è coinvolgimento totale da parte di tutti. Sarebbe stata una festa bellissima giocare in Friuli, come sarà domani l'accoglienza nei loro confronti. Una partita tra serpenti loro sono i 'ramarri' e noi i 'biscioni'". Lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti, alla vigilia della partita di San Siro contro il Pordenone, valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia. Il tecnico mette in guardia i suoi giocatori, vista la carica con cui si presenteranno gli avversari a Milano: "Si presenteranno con un top player fenomenale: Super, di nome, e Motivazione, di cognome. Ho vissuto dall'altra parte del campo. Ho consumato la mia carriera da calciatore in categorie così e so cosa smuove giocare una partita del genere. Venendo qui ad Appiano non ci sono cartelli con scritto 'attenzione pericolo neve' ma 'attenzione pericolo Pordenone'. Le coppe nazionali sono zeppe di clamorose eliminazioni".

16:45Italia Team: Malagò, a Pyeongchang con numeri importanti

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Curling prima volta alle Olimpiadi? Un successo enorme. Mi sono subito complimentato con il presidente Gios, perché per la prima volta ci siamo qualificati ai Giochi". Il presidente del Coni Giovanni Malagò saluta così la storica qualificazione della nazionale maschile di curling alle Olimpiadi invernali di PyeonghChang 2018. "Quasi sicuramente mi sento di dire - ha aggiunto Malagò a margine della presentazione della prima campagna globale della Toyota 'Start tour impossible' - che sarà la spedizione ai Giochi invernali numericamente più importante di sempre. Complimenti comunque al curling, sono molto felice".

16:40Champions: Juve-Tottenham il 13/2 e il 7/3

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Juventus-Tottenham si giocherà il 13 febbraio 2018. Lo ha reso noto l'Uefa che ha stilato il calendario delle partite degli ottavi di finale di Champions League. La gara di ritorno si disputerà in Inghilterra, a Wembley, il 7 marzo. Il 21 febbraio sarà la volta di Shakhtar Donetsk-Roma (la sfida di ritorno allo stadio Olimpico il 13 marzo). Il big-match Real Madrid-Paris Saint Germain è in programma il 14 febbraio, con ritorno nel Parco dei Principi il 6 marzo; l'altra supersfida, quella fra Chelsea e Barcellona, andrà in scena il 20 febbraio; il ritorno è in programma al Camp Nou il 14 marzo. Basilea e Manchester City se la vedranno il 13 febbraio (andata in Svizzera) e il 7 marzo; Porto e Liverpool si affronteranno il 14 febbraio e il 6 marzo, con andata in Portogallo e ritorno ad Anfield road. Infine, Bayern Monaco-Besiktas giocheranno il 20 febbraio nell'Allianz arena e il 14 marzo in Turchia. Infine, Siviglia e Manchester United giocheranno il 21 febbraio in Spagna e il 13 marzo a Old Trafford.

16:38Maltempo: domenica da bollino nero in Autobrennero

(ANSA) - BOLZANO, 11 DIC - Per l'autostrada del Brennero si prevedeva un ponte da bollino nero e così è stato. Centinaia di migliaia i veicoli che si sono messi in viaggio negli ultimi tre giorni, con numeri in aumento rispetto al 2016. Domenica in direzione sud sono stati registrati 48.000 veicoli, più del doppio della portata standard. Più di 25.000 veicoli si sono immessi in autostrada in direzione sud dalle ore 16, intensificando notevolmente e in modo repentino il traffico. Il traffico - informa l'A22 - sarebbe tornato regolare entro le ore 23 ma è rimasto intenso fino alle ore 5 del mattino a causa delle forti nevicate. A rendere più difficile la situazione ci ha poi pensato la neve. "Autostrada del Brennero ha da subito messo in campo tutti i mezzi e il personale a disposizione per gestire al meglio la situazione, riducendo i disagi dove possibile, fornendo supporto agli utenti e ottimizzando assieme agli organi provinciali tutte le vie di circolazione disponibili", si legge in una nota. Trecento i mezzi in servizio.

Archivio Ultima ora