Frosinone, con il Carpi 3 punti d’oro targati Dionisi

Pubblicato il 28 ottobre 2015 da redazione

Frosinone Calcio's Paolo Sammarco, celebrates after scoring the 2-1 goal, during Italian Serie A soccer match, Frosinone Calcio vs Carpi FC, at the Matusa stadium in Frosinone, Italy, 28 October 2015.               ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

Frosinone Calcio’s Paolo Sammarco, celebrates after scoring the 2-1 goal, during Italian Serie A soccer match, Frosinone Calcio vs Carpi FC, at the Matusa stadium in Frosinone, Italy, 28 October 2015. ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI

FROSINONE. – Una serata magica targata Dionisi, questa volta all’asciutto ma protagonista in veste di rifinitore delle due reti con cui il Frosinone ha battuto il Carpi nello scontro salvezza del Matusa. Il Frosinone ha vinto sul filo di lana contro un rivale che ha tenuto il campo fino alla fine.

Dopo la beffa nel recupero, al 93′, contro il Bologna, per la squadra di Sannino è arrivata un’altra tegola a Frosinone con la rete decisiva di Sammarco subita al 91′. I ciociari hanno patito molto l’assenza in cabina di regia di Gucher, perdendo una marea di palloni in uscita dalla loro area, e favorendo in questa maniera l’azione del Carpi.

Ma alla fine la terza vittoria in campionato è comunque arrivata e con questo risultato la squadra di Stellone crea un piccolo solco sul terzetto di coda, composto dallo stesso Carpi, dal Verona e dal Bologna.

Nei primi 45′ minuti come gioco il Carpi si è fatto preferire pur non creando grattacapi a Leali. Il Frosinone invece ha avuto un paio di fiammate con Dionisi, che però ha peccato di egoismo avendo ignorato Soddimo, che era solo davanti al portiere avversario, e Daniel Ciofani.

Nella ripresa, come già avvenuto con Empoli e Sampdoria, il Frosinone ha cambiato ritmo sbloccando il risultato al 6′ con Chibsah che ha indovinato il corridoio su Dionisi. Quest’ultimo, di tacco, ha pescato Daniel Ciofani davanti a Belec, e per la punta della squadra di casa è stato facile segnare il suo primo gol in serie A.

Il Carpi ha reagito subito, complice una incomprensione fra Leali e i suoi difensori, e ha sfiorato il pareggio. Ma al 18′ arriva il raddoppio del Frosinone con Paganini, su pallone non trattenuto da Belec: l’azione sembra regolare ma Damato annulla su segnalazione dell’assistente di porta Del Giovane.

Al 27′ scoppia un parapiglia davanti alla panchina di Sannino. Alla fine pagano Boriello con il rosso diretto e Soddimo con il secondo giallo. Questa decisione penalizza di più il Carpi, ma gli ospiti pareggiano ugualmente con un’azione di Marrone al 22′: contrasto vincente su Blanchard, troppo morbido nell’occasione, e tiro secco che supera un Leali non proprio impeccabile in questa occasione.

Il Carpi non arretra e prova ad affondare i colpi, il Frosinone a sua volta replica, e le due squadre sono decisamente allungate.

Il finale premia gli uomini di Stellone, grazie a Sammarco, appena entrato, che piomba come un falco nell’area del Carpi e sul pallone filtrante di Dionisi, ancora lui, ‘di punta’ realizza una rete che vale doppio. Per il Carpi è una beffa, per il pubblico del Matusa è invece l’apoteosi.

Ultima ora

07:33New York: governo Bangladesh condanna attentato

DACCA (BANGLADESH) - Il governo del Bangladesh ha condannato l'attentato fallito a New York, il cui autore e' un immigrato di 27 anni dal paese del sud-est asiatico. ''Il Bangladesh e' impegnato nella sua conclamata politica di 'tolleranza zero' contro il terrorismo, e condanna il terrorismo stesso e l'estremismo violento in ogni forma o manifestazione ovunque nel mondo, compreso l'incidente di lunedi' mattina a New York'', ha comunicato il governo in una nota.

05:24Molestie: New Yorker licenza corrispondente da Washington

WASHINGTON - Un'altra firma del giornalismo americano finisce nel turbine delle accuse di molestie sessuali: il New Yorker ha licenziato Ryan Lizza, corrispondente del magazine da Washington, dopo che una donna ha denunciato un suo comportamento inappropriato. Addebito che Lizza nega, sostenendo che la decisione di licenziarlo "e' stata fatta precipitosamente e senza una indagine completa dei fatti rilevanti". "Un terribile errore", ha aggiunto. Ma sia il prestigioso periodico che il legale della vittima hanno replicato che la descrizione degli eventi e' accurata.

05:21Usa: appello contro espulsione giornalista messicano scomodo

WASHINGTON - Il National Press Club e altri difensori della liberta' di stampa hanno lanciato un appello al governo Usa perche' conceda asilo al giornalista messicano Emilio Gutierrez, che rischia di essere espulso dopo essere fuggito una decina di anni fa in Usa per una serie di articoli contro la corruzione nell'esercito messicano. Gutierrez, che ha impugnato l'espulsione, teme di essere ucciso se rimpatriato in Messico, considerato uno dei Paesi piu' pericolosi al mondo per i giornalisti (finora 11 morti quest'anno).

05:16New York:Trump a Congresso,cambiare leggi immigrazione

WASHINGTON - Donald Trump, poche ore dopo l'attentato di New York, sollecita il Congresso a riformare le leggi sull'immigrazione "per proteggere il popolo americano". Prima di tutto, spiega in una nota, "l'America deve correggere il suo lassista sistema sull'immigrazione, che consente a troppe persone pericolose e inadeguatamente valutate di entrare nel nostro Paese".

01:02Calcio: Mihajlovic “Cercavamo risultato importante”

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - ""Non voglio entrare nelle decisioni arbitrali. C'è il Var e l'arbitro è andato a vedere. Voglio solo parlare della partita, cercavamo una grande vittoria e l'abbiamo trovata. Sono orgoglioso dei miei ragazzi": così il tecnico del Torino, Sinisa Mihajlovic a Premium dopo la vittoria all'Olimpico sulla Lazio. "Certamente l'espulsione ci ha aiutato - riconosce - ma anche nel primo tempo abbiamo creato tanto: la vittoria è meritata. Del resto non mi interessa, non ho mai commentato le decisioni arbitrali, ora con il Var è più facile". "La mia panchina era a rischio? Quando uno fa questo lavoro ogni settimana è a rischio. Ma io ho fiducia nella mia squadra, so come ci alleniamo e so che alla fine il lavoro paga sempre. La società comunque non mi ha mai fatto mancare la fiducia, queste sono solo voci per riempire i giornali. Ljajic "è andato in tribuna per comportamenti sbagliati. In settimana ha fatto cose che non andavano bene. Da lui mi aspetti un altro atteggiamento".

00:26Calcio: posticipo serie A, Lazio-Torino 1-3

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - Il Toro sbanca l'Olimpico biancoceleste in un posticipo della 16/a giornata di serie A, imponendosi 3-1 su una Lazio che sperava invece di raggiungere la Roma al quarto posto. Una partita ricca di emozioni e anche di polemiche, segnata da una 'follia' di Immobile alla fine di un primo tempo già ricco di occasioni per entrambe le squadre. L'attaccante laziale, furente per un fallo di mano in area di Iago Falque considerato non da rigore dall'arbitro e per aver colpito subito dopo un palo, ha colpito Burdisso. Consultata la Var, Giacomelli lo ha espulso. La Lazio in 10 ha cercato di reagire mentre la Curva Nord si svuotava in segno di protesta contro il direttore di gara, ma in 19' ha subito tre reti da Berenguer, Rincon e del giovanissimo Edera, entrato poco dopo la rete del momentaneo 2-1 siglata da Luis Alberto. Il Torino, che veniva da quattro pareggi di fila, sale a quota 23, a -1 dal settimo posto in classifica occupato dal Milan.

23:49Ladro ucciso: archiviata l’accusa di omicidio

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Il gip di Milano Teresa De Pascale, come chiesto dalla Procura, ha archiviato l'inchiesta che era stata aperta per omicidio volontario a carico di Francesco Sicignano, il pensionato di Vaprio d'Adda, nel Milanese, che nell'ottobre del 2015 sparò ed uccise un ladro albanese che era entrato nella sua abitazione. Ad opporsi alla richiesta di archiviazione, formulata dai pm a fine maggio 2016 evidenziando la "legittima difesa", erano stati i familiari del giovane albanese chiedendo al gip nuovi approfondimenti.

Archivio Ultima ora