Sauvage di Dior, la nuova fragranza per l’uomo audace

aeu sovage

Con un testimonial come Johnny Depp qualsiasi promozione è superflua. Eppure quella per il lancio di Sauvage, il nuovo profumo da uomo firmato Dior, svoltasi nel Centro Commerciale San Ignacio (La Castellana) si è rivelata un successo.

Dipacar, la ditta che distribuisce il profumo in esclusiva in Venezuela ha saputo riprodurre nella Piazza Avila del centro commerciale le atmosfere del deserto californiano del Joshua Tree, ricreando alla perfezione il mood selvaggio dello spot del profumo. Protagonista assoluto, Johnny Depp, che nel filmato interpreta uno sciamano moderno che non si fa scrupoli nel mostrare il suo lato più rude e le sue emozioni.

Creata nel 1966 da Edmond Roudnitska, Eau Sauvage è stato il primo profumo per uomo di Dior e, ancor oggi, uno dei profumi più noti: da 25 anni è infatti il profumo per uomo più venduto al mondo. Roudintska, nel crearlo, decise di mantenere la semplicità della struttura classica del profumo per uomo, ma aggiungendo un tocco di eleganza con l’uso di fiori, fino ad allora esclusivi dei profumi femminili, e con l’hedione, una nuova sostanza che verrà molto utilizzata da Roudnitzka, ad aggiungere freschezza. L’essenza legnosa e aromatica del profumo creano un’essenza selvatica che da il nome al prodotto.

«Per creare Sauvage, sono partito dall’uomo. Una mascolinità decisa ed evidente. Come l’immagine di un uomo al di là delle mode, fuori dal tempo». Così, François Demachy, Parfumeur-Créateur Dior descrive Sauvage, l’ultima creazione olfattiva maschile della maison. Fedele alla propria identità, selvaggio ma consapevole.

Sauvage ricorda un classico di casa come Eau Sauvage, ma solo nel nome. Perché il nuovo Sauvage di Dior gioca sull’imediatezza di uno shock olfattivo. Fresco in apertura grazie al Bergamotto di Reggio Calabria, cede subito il passo alla nobiltà istintiva dell’Ambroxan, distillato di ambra grigia dal provocante sentore animale. Pepe di Sichuan, Lavanda e Patchouli completano la composizione con note resinose e balsamiche.

Il flacone si disegna su questa duplicità. Virile e sobrio con tappo laccato nero, vetro dalle linee arrotondate e sensualmente tattile. Ma è soprattutto Jonny Depp a incarnarne lo spirito. Attore per ruoli tormentati e insoliti, sex symbol planetario, per lo short movie di Jean Baptiste Mondino è un moderno eroe alla ricerca di se stesso, rude e sensibile, insofferente alle maschere.

Con quel suo stile da bello e dannato. Con la sua storia personale di padre e marito e soprattutto con la versatilità che ha dimostrato durante la sua carriera cinematografica, è l’unica star di Hollywood che ha interpretato eroi e antieroi toccando le corde giuste per conquistare il cuore di donne, uomini, teenager e bambini. Johnny Depp piace a tutti.

Le donne non possono fare a meno di trovarlo sexy e immaginarsi rapite dal “pirata” Johnny e portate per una notte di follia nell’isola dei Caraibi che ha comprato nel 2004, Little Hall’s Pond Cay, nella stessa location dove è stato girato I Pirati dei Caraibi.

Gli uomini lo trovano aspirazionale. Ambiscono ad avere il suo charme, di bello e buon selvaggio, per il suo passato in una band garage, The Kids, che dimostra il suo amore per la chitarra. Ancora oggi, infatti, Johnny fa comparse discrete ai concerti dei suoi amici rocker famosi, Aerosmith, Marilyn Manson e Black Keys. Tutti vorrebbero il suo cuore grande. È rimasta memorabile la donazione alla piccola Mathilda Ledger del suo stipendio per il film The Imaginarium Of Doctor Parnassus, che doveva essere interpretato dal defunto amico Heath Ledger. E tutti gli invidiano le donne, dalla giovanissima Winona Ryder, alla suepr-cool Kate Moss, alla madre e partner perfetta Vanessa Paradis, alla moglie dei sogni Amber Heard.

I teenagers lo adorano per i suoi tatuaggi, tra i più quotati il nome della figlia Lily Rose posizionato dritto sul cuore; per il personaggio cult di Edward mani di forbice, che l’ha lanciato nell’universo delle stelle di Hollywood; per la sua capacità di essere un uomo, canonicamente macho, che sa indossare il make-up, dallo smalto nero all’eyeliner, per cui ha anche ricevuto un premio dal Make-up Artists and Hair Stylist Guild nel 2014.

I bambini sono catturati dai personaggi da fiaba che ha interpretato nei film di Tim Burton da Willy Wonka, onirico e introverso nel film tratto dal romanzo di Roald Dahl Charlie e La Fabbrica di cioccolato, all’istrionico cappellaio matto in Alice nel paese delle meraviglie.

E di lui ognuno vorrebbere possedere un pezzo. A un profumo, Sauvage, l’ultima fragranza maschile lanciata dalla maison Dior, che ha l’amatissimo Johnny come ambasciatore, il compito di soddisfare tutti.

Johnny Depp: il film di Dior Sauvage

depp

Johnny sexy is back. Dopo la sua ultima performance nel film Black Mass dove appare irriconoscibile, ecco che il bel dannato torna a far battere il cuore delle donne di tutto il mondo. In forma smagliante, dagli occhi profondi messi ancora più in risalto da uno smokey eyes nero e il suo fascino un po’ inquieto che gli ha permesso di conquistare Hollywood.

A bordo di una Dodge del ’69 il protagonista di questo nuovo capitolo lascia la città per cercare qualcosa, e si ritrova nella terra mistica di Joshua Tree dove si sente un tutt’uno con la natura e scopre il suo animale interiore. Un selvaggio domato e liberato dalla proprie catene, ecco chi è questo Sauvage Johnny, da scoprire nel video creato da Jean-Baptiste Mondino per Dior.

(fonti: Wikipedia, Glamour.it)