Lucena: “Temerarie le pretese della ‘Mesa de la Unidad’”

CNE8

CARACAS – Botta e risposta. Tibisay Lucena, presidente del Consiglio Nazionale Elettorale, non ha perso tempo. E ha risposto ‘per le rime’ a quelle che considera “pretese inammissibili della Mud”.

Jesús “Chuo” Torrealba, lunedì scorso, aveva assicurato che l’Opposizione avrebbe invitato delegazioni straniere ad assistere e seguire da vicino le elezioni parlamentari del 6 Dicembre.

– Non si devono creare false aspettative – ha detto Lucena -. Non si puó pretendere che chiunque venga dall’estero possa entrare liberamente nei centri di votazione.

La presidente del Cne, poi, ha rivelato che, attraverso una lettera, la Mud ha chiesto 500 delegati stranieri.

– Non avviene in nessun paese – ha commentato la presidente che si è sempre manifestata contraria alla presenza di osservatori d’altri paesi -. Inoltre, sostenere le spese di ben 500 delegati rappresenta una spesa enorme…

Condividi: