Prove di disgelo tra Obama e Netanyahu

Pubblicato il 09 novembre 2015 da redazione

Barack Obama a destra e Benjamin Netanyahu nello Studio Ovale

Barack Obama a destra e Benjamin Netanyahu nello Studio Ovale

WASHINGTON.- Barack Obama e Benyamin Netanyahu tentano di superare dissapori personali e gelo politico incontrandosi per la prima volta in oltre un anno alla Casa Bianca e facendo l’un l’altro caute promesse. Ma se saranno davvero superate quelle differenze sulle quali – lo ha ripetuto Obama – “non ci sono misteri”, è presto per dirlo.

L’analisi al momento è sul ‘body language’ e sulle poche aperture: Obama dice sì a negoziati per nuovi aiuti militari verso Israele e Bibi rassicura sul suo impegno per la pace, non escludendo la soluzione a due Stati.

Parlano anche di Iran i due leader riuniti nello Studio Ovale alla presenza del vicepresidente Joe Biden, di quell’accordo sul nucleare ‘pietra dello scandalo’ per Netanyahu che lo scorso marzo condannò con forza in un accorato intervento al Congresso, al culmine della distanza tra Bibi e Obama che con il faccia a faccia alla Casa Bianca i due tentano di accorciare, un passo alla volta.

Intanto non ci sono fanfare per questa visita, non è stata nemmeno fissata una conferenza stampa congiunta, sebbene le aspettative non siano poche. E’ questa la cautela che mette in campo la Casa Bianca, sottolineando come questo incontro nasca dal desiderio da entrambe le parti di sedersi e rinnovare l’impegno per la sicurezza e sulla base di quei valori condivisi che vanno anche oltre le diffidenze personali.

Fare il punto quindi, necessario per andare avanti ma non necessariamente chiave di svolta. Per questo, se Netanyahu dice che non esclude la soluzione a ‘due stati’, la Casa Bianca apprezza ma ribadisce: più importante delle parole è come vi si dà seguito.

“A giudicare saranno israeliani e palestinesi, più che gli americani”. Quasi certamente non Obama in persona comunque, convinto com’è che la svolta, se ci sarà, non arriverà entro la fine del suo mandato.

E come a confermarlo rimbalza la notizia che Israele ha dato l’approvazione preliminare per piani di sviluppo che potrebbero portare alla costruzione da qui al 2030 di circa 2.200 abitazioni in insediamenti ebraici già esistenti ad est di Ramallah in Cisgiordania, stando a quanto rivela proprio oggi il quotidiano liberal Haaretz. Punto su cui gli Usa hanno a più ripreso espresso la loro contrarietà.

Fino a quando resta lui il presidente e commander in chief degli Stati Uniti però, Obama ha comunque il dovere di ribadire che la sicurezza di Israele è la priorità per l’America. E per farlo, per tentare di mettere un punto ed andare avanti, c’era bisogno di questo incontro, anche senza conferenza stampa e annunci concreti.

Per ora infatti Washington dà il via libera a cominciare i negoziati per un piano decennale di aiuti militari verso Israele, ma i dettagli non sono ancora pronti, anche se nei giorni scorsi si è parlato di 50 miliardi di dollari che comprendono forniture militari ad altissima tecnologia.

Eppure l’urgenza di un intervento è sotto gli occhi di tutti data la situazione sul terreno: l’aviazione israeliana ha centrato la scorsa notte un obiettivo di Hamas a Sud di Gaza in un’immediata reazione al lancio di un razzo da parte di miliziani palestinesi verso il Neghev occidentale.

Mentre una donna palestinese è stata uccisa dopo aver tentato di assaltare con un coltello dei soldati ad un posto di controllo.

(di Anna Lisa Rapanà/ANSA)

Ultima ora

19:43Ussita, viaggio fra macerie e speranze ‘congelate’

(ANSA) - USSITA (MACERATA), 21 GEN - Macerie, neve e desolazione: quella che arriva da Ussita è la cartolina di un paese distrutto. E il viaggio che parte da fondovalle per arrivare sulle vette di Frontignano, passando per le frazioni di Casali, Sorbo, Calcara e Tempori, diventa un lungo elenco di case, stalle e alberghi da demolire e frazioni sepolte sotto un metro e oltre di neve e ghiaccio che rischia di congelare anche le speranze di chi qui vorrebbe ricostruire un futuro. "Se in primavera non riportiamo la gente a vivere in questa vallata, Ussita sarà finita. Gli ultimi terremoti di mercoledì scorso e tutta questa neve ci hanno messo definitivamente in ginocchio e oggi c'è in noi solo un sentimento di grande preoccupazione", dice all'Ansa il sindaco, Marco Rinaldi, mentre è alla guida del fuoristrada 4X4 intento a raggiungere le zone più difficili del territorio. Oggi a Ussita vivono in 11: 6 allevatori e 5 tra personale del Municipio e volontari, tutti gli altri 450 residenti si sono trasferiti negli alberghi del mare.

19:25Donna di 53 anni trovata mummificata in casa a Modena

(ANSA) - MODENA, 21 GEN - Una donna di 53 anni, T.C., è stata trovata morta in casa in centro storico a Modena e il suo corpo era mummificato. Nessuno l'ha cercata per molti mesi, forse anche un anno. Gli agenti della Polizia Municipale, con l'aiuto di un fabbro, hanno forzato venerdì la porta di casa in via Stella 5, regolarmente chiusa. Sono stati i servizi sociali a sollecitare l'intervento dei vigili urbani, dopo segnalazioni dei servizi sanitari che la seguivano, perché lei da molto tempo non si era più fatta vedere. Riceveva aiuti economici, ma da tempo rifiutava ogni contatto, anche telefonico, e visite domiciliari. Il suo corpo è apparso mummificato, trovato a terra seminudo di fianco al letto, pochi stracci ormai attaccati alla pelle. Tutto attorno pareva in ordine. Nella palazzina di sei appartamenti, nessuno dei vicini ne sapeva nulla. Ora si stanno cercando eventuali parenti. (ANSA).

19:24Pci: due cortei ne ricordano la nascita a Livorno

(ANSA) - LIVORNO, 21 GEN - Due cortei a Livorno per celebrare il 96/o anniversario della la nascita del Partito comunista d'Italia, fondato nella città toscana il 21 gennaio del 1921 dalla scissione del congresso socialista che si tenne al teatro Goldoni. Il primo corteo, organizzato dal nuovo Pci si è ritrovato al teatro San Marco, luogo simbolo in cui il vecchio partito nacque. Circa trecento i partecipanti arrivati da tutta Italia. Presente anche il segretario nazionale del Pci Mauro Alboresi che ha tenuto poi un comizio in piazza Attias:. "Vogliano ridare voce al mondo del lavoro e alle masse popolari che ne sono state private". L'altro corteo, organizzato dal Centro politico 1921 di Livorno e al quale ha aderito anche Rifondazione comunista, è partito dal Teatro Goldoni, facendo il percorso inverso, fino ad arrivare al teatro San Marco. In mattinata al cimitero comunale sia Pci che Rifondazione hanno reso omaggio con la deposizione di fiori sulle tombe ai compagni di partito scomparsi.

19:23Tampona e trascina guidatore su cofano,trovato pirata strada

(ANSA) - VERONA, 21 GEN - Ha un nome il pirata della strada che l'8 gennaio scorso a Verona, dopo aver tamponato un'autovettura, era ripartito trascinando e scagliando a terra il conducente investito, che si era messo sul cofano per fermarlo. Lo ha rintracciato, e denunciato alla magistratura, la polizia municipale di Verona: si tratta di un calabrese di 38 anni, non residente a Verona. La vittima, un avvocato veronese 38enne, era stato trascinato dalla Audi A3 dell'uomo per alcuni metri, fortunatamente senza gravi conseguenze. La scena dell'incidente e il successivo allontanamento dell'Audi era stata quasi interamente ripresa dal sistema di videosorveglianza cittadino. Incrociando i dati resi dai testimoni su alcuni numeri della targa, e altre informazioni acquisite su data base della motorizzazione, i vigili sono arrivati all'identificazione del proprietario dell'Audi - una persona residente in Germania - e da questo alla persona che attualmente l'aveva in utilizzo, riconosciuto dalla vittima come il pirata che l'aveva investito.

19:05Protezione civile Marche, rischio valanghe

(ANSA) - ANCONA, 21 GEN - Il Centro Funzionale Multirischi della Protezione civile delle Marche ha diramato una raccomandazione a Comuni e enti locali a ''prestare la massima attenzione al possibile innesco di fenomeni valanghivi anche di piccole dimensioni non solo nelle aree già conosciute e/o perimetrate nel Piano di assetto idrogeologico, ma anche su tutti i versanti con forti accumuli di neve lungo le scarpate delle reti viarie''. Aggiornamenti su www.regione.marche.it/Regione-Utile/Protezione-Civile/Previsione -e-MonitoraggioBollettini.

19:01In piazza contro Trump, ‘marciamo uniti per prossimi 4 anni’

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - "Siamo tutti sotto attacco e solo noi possiamo proteggerci a vicenda. Restiamo uniti, marciamo insieme, per i prossimi quattro anni". Questo l'appello lanciato dall'attrice America Ferrera aprendo a Washington la manifestazione di protesta contro il neo presidente Donald Trump che vede già in piazza migliaia di persone pronte a marciare lungo il National Mall nella capitale. Una mobilitazione cui aderiscono molte personalita', volti noti dello spettacolo, artisti, tra cui Scarlett Johansson, Ashley Judd e Michael Moore.

18:54Calcio: Serie B, sconfitte Verona, Frosinone e Benevento

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - Risultati degli incontri della 22/a giornata del campionato di calcio di serie B (domani alle 17.30 Salernitana-Spezia; lunedì alle 20.30 Perugia-Cesena). Ascoli-Pro Vercelli rinviata; Brescia-Avellino 0-2; Carpi-Vicenza 0-0; Cittadella-Bari 2-0; Latina-Verona 2-0; Pisa-Ternana 1-0; Spal-Benevento 2-0; Trapani-Novara 2-1; V.Entella-Frosinone 2-1. Classifica: Verona 41; Spal 39; Frosinone 38; Cittadella 37; Benevento 36; Carpi 33; Entella 32; Perugia 30; Bari 29; Spezia e Novara 28; Ascoli e Brescia 27; Latina e Vicenza 26; Salernitana, Pisa, Pro Vercelli e Avellino 24; Cesena 22; Ternana 20; Trapani 16.

Archivio Ultima ora