Il presidente dell’Inps, Politiche previdenziali e nuovo welfare

Pubblicato il 11 novembre 2015 da redazione

(Foto da left.it)

(Foto da left.it)

CAMPOBASSO. – I vitalizi e la necessità, ”unica operazione possibile”, di ricalcolarli su base contributiva sono il tema centrale del suo intervento: difende la sua idea e attacca chi la contesta, a suo avviso ”per interessi personali”. Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, è l’atteso ospite del convegno ‘Politiche previdenziali e nuovo welfare’ organizzato a Campobasso.

Da qui, dalla quieta provincia, replica in maniera diretta alle contestazioni che gli sono piovute addosso a seguito della pubblicazione, una settimana fa, della proposta di riforma pensionistica avanzata dall’Istituto nazionale di previdenza.

”Una discussione stucchevole. La storia dell’Inps è una storia di proposte – ammonisce Boeri – Noi veniamo chiamati in Parlamento per fare proposte, c’è una interlocuzione costante con i ministeri”.

Così difende anche la scelta di rendere pubblico il documento: ”E’ una scelta concordata con il Governo. Non avremmo mai messo il testo sul sito dell’Inps se questa scelta non fosse stata concordata con il Governo”.

Questo, per chiarire il metodo. Nel merito, evidentemente principale punto di scontro, Boeri non ha dubbi: ”Sui vitalizi – spiega -, l’unica operazione possibile è quella del ricalcolo contributivo. La proposta che facciamo è quella di ricalcolare i vitalizi sulla base dei principi del sistema contributivo. Le persone che hanno fatto carriera politica e hanno avuto cariche elettive riceveranno un vitalizio che è proporzionato ai contributi che hanno versato. In alcuni casi, questo comporterà anche una riduzione del 50-60%”. E qui, a suo giudizio, la genesi delle contestazioni.

”Dopo la nostra proposta c’è stata una serie di attacchi alla mia persona, fatti da chi ha interessi evidenti nell’operazione che noi abbiamo voluto avviare”. Boeri va dritto al punto. ”La ferocia di questi attacchi nei miei confronti è proporzionale all’entità degli interessi che andiamo a intaccare”.

”Le persone che sono andate in televisione schiumando di rabbia per attaccarmi – prosegue – sono persone il cui vitalizio verrà probabilmente ridotto della metà se le nostre proposte venissero accolte”.

Ma non è un Boeri solo d’attacco e difesa nei riguardi di uno dei privilegi più invisi, quello che parla in Molise. Il presidente dell’Inps lancia un messaggio di grande impatto sul valore della complementarità generazionale sul lavoro.

”Io non credo a tanti discorsi che sono stati fatti sul ricambio tra giovani e anziani, non credo in molte parole d’ordine che contengono un messaggio culturale a mio giudizio sbagliato. Sono fortemente contrario al termine ‘rottamazione’, lo trovo sbagliato”.

”Trovo anche sbagliato – aggiunge – il termine ‘staffetta generazionale’, perché dà un po’ l’idea della sostituibilità tra i lavoratori più anziani e quelli più giovani, mentre trovo che ci siano delle fortissime complementarietà tra quello che può fare un lavoratore con molta esperienza e quello che può fare un lavoratore che è agli inizi della sua carriera”.

(di Enzo Luongo/ANSA)

Ultima ora

18:29Elezioni: voto gay vale 6,2%,appello a partiti per programmi

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Il 69% degli italiani è favorevole ai diritti delle persone lesbiche, gay e trans, ed una eventuale lista gay ha una potenzialità del 6,2%, con particolare attenzione da parte degli under 25. E' quanto emerge da un sondaggio di EuromediaReserch illustrato a Montecitorio in una conferenza stampa da Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center (che ha commissionato la ricerca), che lancia un appello ai partiti affinché nei programmi elettorali inseriscano anche i temi legati ai diritti delle persone omosessuali. "Nel programma di M5s e in quello del centrodestra - ha detto Marrazzo - queste tematiche sono assenti, ora attendiamo quello del centrosinistra".

18:29Calcio: Conte fa catenaccio su Dzeko, non so nulla

(ANSA) - LONDRA, 23 GEN - Ore decisive per lo sbarco di Edin Dzeko a Londra, ma Antonio Conte preferisce fare catenaccio e non si sbilancia. Alla vigilia del ritorno della semifinale di Coppa di Lega contro l'Arsenal, il manager del Chelsea non ha voluto rivelare a che punto sia la trattativa per portare il bosniaco allo Stamford Bridge. "Non so nulla - si è schernito Conte -. Appena ci saranno novità sarà il club ad informarvi".

18:24Incidente Milano, domani lutto cittadino

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - Domani in occasione della celebrazione dei funerali di Giuseppe Setzu, uno dei quattro operai morti nel tragico incidente alla 'Lamina Spa', a Milano sarà lutto cittadino. Lo ha reso noto Palazzo Marino. Alle esequie sarà presente il Civico Gonfalone e presso le sedi comunali le Bandiere Civiche saranno esposte a mezz'asta.(ANSA).

18:05Finmeccanica: caso Algeria, prosciolti Orsi e Spagnolini

(ANSA) - BUSTO ARSIZIO, 23 GEN - Giuseppe Orsi, ex ad e presidente di Finmeccanica, e Bruno Spagnolini, ex numero uno di Agusta Westland sono stati prosciolti dall'accusa di frode fiscale riguardo alla vicende della fornitura di elicotteri al Governo dell'Algeria. Lo ha deciso il gup di Busto Arsizio Nicoletta Guerrero. "Dopo l'assoluzione in Appello a Milano nel processo per corruzione internazionale per la forniture al governo indiano - commenta la difesa - naufraga definitivamente anche l'ultima indagine promossa dalla procura bustese". (ANSA).

17:53Donna minaccia di darsi fuoco a Palazzo Giustizia La Spezia

(ANSA) - LA SPEZIA, 23 GEN - Una donna di origine albanese, a quanto risulta disperata per uno sfratto esecutivo, si è cosparsa di benzina e con un accendino tra le mani ha minacciato di darsi fuoco all'interno del Palazzo di Giustizia della Spezia. Gli agenti della polizia giudiziaria chiamati da alcuni avvocati sono riusciti a farla desistere. Il dramma è andato in scena al primo piano del palazzo, dove la donna si è cosparsa di liquido infiammabile ed è poi entrata nell'aula degli avvocati. Alcune persone presenti si sono subito accorte della situazione e hanno chiamato gli agenti di polizia giudiziaria che hanno iniziato a parlare alla donna cercando di farsi spiegare le ragioni del gesto. Alla fine, dopo alcuni interminabili momenti, la donna è stata convinta a desistere. E' stata quindi sottoposta ad un trattamento sanitario obbligatorio. (ANSA).

17:44Giorno memoria: danneggiata a Milano altra pietra inciampo

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - L'anno scorso successe alla pietra d'inciampo posata sul marciapiede di via Plinio a Milano per ricordare Dante Coen, deportato ad Auschwitz e ucciso a Buchenvald. Quest'anno ad essere danneggiata è stata la pietra d'inciampo posata in viale Lombardia 65 per Angelo Fiocchi, deportato a Mauthausen e assassinato nell'aprile 1945 ad Ebensee. La lastra in metallo che riporta il nome di Fiocchi, davanti alla sua casa, posizionata il 20 gennaio scorso, è stata graffiata a cercare di cancellare nome, deportazione e data della morte. (ANSA).

17:43Tennis: Australia, Wozniacki avanti

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Caroline Wozniacki si è qualificata per le semifinali dell'Open d'Australia battendo per 6-0 6-7 6-2 la spagnola Carla Suarez Navarro. In semifinale la danese, testa di serie n.2 del torneo, affronterà la belga Elise Mertens che ha eliminato l'ucraina Elina Svitolina.

Archivio Ultima ora