Il presidente dell’Inps, Politiche previdenziali e nuovo welfare

Pubblicato il 11 novembre 2015 da redazione

(Foto da left.it)

(Foto da left.it)

CAMPOBASSO. – I vitalizi e la necessità, ”unica operazione possibile”, di ricalcolarli su base contributiva sono il tema centrale del suo intervento: difende la sua idea e attacca chi la contesta, a suo avviso ”per interessi personali”. Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, è l’atteso ospite del convegno ‘Politiche previdenziali e nuovo welfare’ organizzato a Campobasso.

Da qui, dalla quieta provincia, replica in maniera diretta alle contestazioni che gli sono piovute addosso a seguito della pubblicazione, una settimana fa, della proposta di riforma pensionistica avanzata dall’Istituto nazionale di previdenza.

”Una discussione stucchevole. La storia dell’Inps è una storia di proposte – ammonisce Boeri – Noi veniamo chiamati in Parlamento per fare proposte, c’è una interlocuzione costante con i ministeri”.

Così difende anche la scelta di rendere pubblico il documento: ”E’ una scelta concordata con il Governo. Non avremmo mai messo il testo sul sito dell’Inps se questa scelta non fosse stata concordata con il Governo”.

Questo, per chiarire il metodo. Nel merito, evidentemente principale punto di scontro, Boeri non ha dubbi: ”Sui vitalizi – spiega -, l’unica operazione possibile è quella del ricalcolo contributivo. La proposta che facciamo è quella di ricalcolare i vitalizi sulla base dei principi del sistema contributivo. Le persone che hanno fatto carriera politica e hanno avuto cariche elettive riceveranno un vitalizio che è proporzionato ai contributi che hanno versato. In alcuni casi, questo comporterà anche una riduzione del 50-60%”. E qui, a suo giudizio, la genesi delle contestazioni.

”Dopo la nostra proposta c’è stata una serie di attacchi alla mia persona, fatti da chi ha interessi evidenti nell’operazione che noi abbiamo voluto avviare”. Boeri va dritto al punto. ”La ferocia di questi attacchi nei miei confronti è proporzionale all’entità degli interessi che andiamo a intaccare”.

”Le persone che sono andate in televisione schiumando di rabbia per attaccarmi – prosegue – sono persone il cui vitalizio verrà probabilmente ridotto della metà se le nostre proposte venissero accolte”.

Ma non è un Boeri solo d’attacco e difesa nei riguardi di uno dei privilegi più invisi, quello che parla in Molise. Il presidente dell’Inps lancia un messaggio di grande impatto sul valore della complementarità generazionale sul lavoro.

”Io non credo a tanti discorsi che sono stati fatti sul ricambio tra giovani e anziani, non credo in molte parole d’ordine che contengono un messaggio culturale a mio giudizio sbagliato. Sono fortemente contrario al termine ‘rottamazione’, lo trovo sbagliato”.

”Trovo anche sbagliato – aggiunge – il termine ‘staffetta generazionale’, perché dà un po’ l’idea della sostituibilità tra i lavoratori più anziani e quelli più giovani, mentre trovo che ci siano delle fortissime complementarietà tra quello che può fare un lavoratore con molta esperienza e quello che può fare un lavoratore che è agli inizi della sua carriera”.

(di Enzo Luongo/ANSA)

Ultima ora

00:54Pena morte:Corte suprema autorizza condanna detenuto Alabama

(ANSA) - WASHINGTON, 19 NOV - La corte suprema Usa ha autorizzato l'Alabama ad eseguire nelle prossime ore la condanna a morte di Torrey Twane McNabb, 40 anni, accusato di aver ucciso nel 1997 un poliziotto. I giudici hanno annullato la decisione di una corte d'appello che aveva bloccato l'esecuzione per accertare se il protocollo farmaceutico legato all'iniezione potesse causare una pena crudele e inusuale.

00:50Weinstein: Tarantino,sapevo abbastanza per fare di più

(ANSA) - NEW YORK, 20 OTT - "Sapevo abbastanza per fare di piu' di quello che ho fatto". Lo afferma il regista Quentin Tarantino in un'intervista al New York Times intervenendo sul caso di Harvey Weinstein. Tarantino ammette che le informazioni a sua disposizione "erano più di un normale gossip. Non erano di seconda mano".

00:47Brexit: May ai 27, aiutatemi a difendermi da attacchi

(ANSA) - BRUXELLES, 20 OTT - Theresa May ha chiesto ai partner europei di poter portare a casa un risultato che le consenta di difendersi dagli attacchi politici 'domestici'. La richiesta, a quanto si è appreso, è stata formulata dal premier durante la cena del summit dedicata alla Brexit.

00:23Basket: Eurolega, Milano-Fenerbahce 86-92

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Datome (16 punti) e Melli (15 e 11 rimbalzi) fanno un brutto scherzetto all'Ax Milano: con piglio deciso e carattere leonino, i due azzurri fanno la vera differenza a favore del Fenerbahce, che sbanca il Forum dopo un tempo supplementare (86-92) e manda così l'Olimpia a 0-2 in Eurolega. Milano, come una settimana fa a Mosca, non demerita nel primo tempo, ma s'inchina ai campioni d'Europa nel terzo periodo (27-16 il parziale), quando Sloukas scava un solco importante con 12 punti (17 in totale). Milano si piega ma non si spezza, meritando a pieno gli applausi che le destinano il patron Giorgio Armani e tutto il Forum che sogna il colpaccio: le triple di M'Baye (16) e Bertans (16) la tengono a contatto e le consentono di trovare il pari (80-80) a 7 secondi dalla fine con la tripla di Micov (15), che manda tutto all'overtime. Ma al supplementare il Fenerbahce fa valere il suo pedigree e con due ex della Serie A (Wanameker e Nunnally) porta a casa la vittoria.

00:19Calcio: Montella, i tifosi ci stiano vicini

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - "È chiaramente un momento complesso: se avessimo vinto, ci sarebbe stato maggior entusiasmo. Ma stasera la squadra la sua partita l'ha fatta, creando tante occasioni che, purtroppo, non siamo stati in grado di concretizzare. Siamo comunque primi in classifica, almeno in Coppa". Lo ha detto Vincenzo Montella a Sky Sport, dopo lo 0-0 casalingo con l'Aek Atene in Europa League. "L'analisi della partita di oggi - ha proseguito - è fuorviata dalle sconfitte in campionato, che pesano sulla testa mia, dei giocatori e dei tifosi, i quali hanno dimostrato il loro disappunto. Ma oggi la squadra è stata più solida e più pericolosa. Manca la scintilla, manca il fiammifero che dobbiamo accendere noi stessi - ha poi ammesso il tecnico - Ma i ragazzi non sono tranquilli: vogliono dimostrare di essere da Milan, ma sono come bloccati nella testa. Il mio compito primario, ora, è quello di farli sciogliere. Quindi, chiedo alla società e soprattutto ai tifosi di starci vicino: è una squadra che ha qualità, ma deve esprimerla".

00:14Calcio: Europa League, Milan pari e vittoria dell’Atalanta

(ANSA) - ROMA, 19 OTT - Milan-Aek Atene 0-0 e Atalanta-Apollon Limassol 3-1 in due gare della 3/a giornata di Europa League. I rossoneri, nonostante le occasioni sprecate soprattutto nella ripresa, non abbattono il muro greco e chiudono tra i fischi. Nell'altra partita del girone D, Austria Vienna-Rijeka 1-3. Classifica: Milan 7; Aek 5; Rijeka 3; Austria V. 1. A Reggio Emilia, invece, vittoria dell'Atalanta sui ciprioti. Primo gol all'11': Spinazzola scende da sinistra e pesca l'indisturbato Ilicic che insacca da due passi. Nella ripresa, l'Apollon pareggia al 59': cross da destra di Jakolis e Schembri, tutto solo, insacca di testa. Ma dura poco: dopo una traversa di Gomez, sul successivo corner al 64', Petagna salta sull'uscita a vuoto di Bruno Vale e riporta i suoi avanti. E due minuti dopo arriva il 3-1: sull'apertura di Gomez, Ilicic fa sponda di petto per Freuler che fa secco il portiere con un diagonale da dentro l'area. Sull'altro campo del girone E, Everton-Lione 1-2. Classifica: Atalanta 7; Lione 5; Apollon 2; Everton 1.

22:38Sindaco Amatrice candidato alle regionali nel Lazio

(ANSA) - RIETI, 19 OTT - Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, sarebbe in procinto di candidarsi alle regionali del Lazio del 2018 secondo quanto riferisce l'edizione reatina online de Il Messaggero. A sostenerlo, sempre secondo il quotidiano romano, sarà una lista civica con il suo nome, all'interno del centrodestra. L'ufficialità è attesa alla presentazione del suo libro a Roma il 24 ottobre.

Archivio Ultima ora