La Vinotinto sogna Bielsa

Marcelo Bielsa
Marcelo Bielsa
Marcelo Bielsa

CARACAS – Se vorremmo descrivere l’attuale situazione della vinotinto potremmo usare l’inizio della Divina Commedia di Dante “Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita”. Infatti l’era di Noel Sanvicente alla guida della Vinotinto é iniziato nel peggiore dei modi: in quattro gare del ‘premundial’ sono arrivate altrettante sconfitte con Paraguay (0-1), Brasile (3-1), Bolivia (4-2) ed Ecuador (1-3), con un bottino di gol di 4 reti a favore ed 11 subite.

In una nazionale che dopo aver incantato tutti nelle qualificazioni del 2010 e 2014 e sognava di fare il grande colpo in quelle 2018, qualificandosi per il mondiale di Russia. Dopo i quattro ko sono raffiorate la paura e la frustazione negli ‘hinchas’ e nei giocatori. I tifosi e la stampa stanno chiedendo le dimissioni di Sanvicente, dimissioni che non sono arriavate nel post partita dopo il ko contro l’Ecuador.

Nella giornata di ieri si é sparsa la voce che il tecnico argentino Marcelo Bielsa, potrebbe essere il possibile traghettatore per portare la vinotinto dall’inferno al paradiso. Già in passato, prima della designazione di Sanvicente, il nome dell’ex tecnico del Marsiglia era stato accostato alla nazionale venezuelana.

“La Vinotinto deve crescere nuovamente” aveva affermato Bielsa nel mese di maggio, allora era ancora alla guida della formazione francese. Prima della Coppa America disputata quest’anno in Cile, era stata chiesta la sua opinione sulle nazionali che avrebbero partecipato alla manifestazione continentale ed aveva manifestato che il livello calcistico del Venezuela era pari a quello di Ecuador, Paraguay e Perù.

Ma attualmente, la realtá é un’altra: la Vinotinto è in fondo alla classifica del girone Conmebol, mentre l’Ecuador guarda tutti dall’altro con quattro vittorie in altrettante partite. Adesso, il nome di Bielsa appare nel taccuino dei direttivi della ‘Federación Venezolana de Fútbol’ che, stando ai rumors, gli offrirebbero un contratto fino al 2022.

Dal canto suo Noel Sanvicente, attuale commissario tecnico della Vinotinto, ha dichiarato dopo il pesante ko contro l’Ecuador “sono colpevole, però non darò le dimissioni. Io non pronuncerò queste parole, non rinuncerò sono venuto per dare la faccia. Mi sento colpevole perché molti di quelli che mi volevano adesso non mi appoggiano più. Non vedo l’appoggio che un tecnico merita, dato che questo supporto dovrebbe esserci dentro e fuori dal campo”.

Per il momento sono soltanto pettegolezzi, nei prossimi giorni scoprimero più cose.

(Fioravante De Simone/Voce)