Serie A come la Premier, Marsigliese e bandiere

Pubblicato il 20 novembre 2015 da redazione

inghilterra-francia

ROMA – La Serie A torna in campo e come la Premier League farà sentire il suo abbraccio alla Francia. Il calcio non si ferma, ma il clima post attacchi Parigi sarà diverso anche sui campi: gli spalti non saranno deserti, anzi, e prima del fischio d’inizio di tutte le gare in programma nel week end verrà suonata la Marsigliese ed esposta la bandiera francese, per ricordare e omaggiare le vittime degli attentati del 13 novembre.

Un’iniziativa che la Serie B aveva già adottato all’indomani della strage e che ha fatto sua anche il campionato inglese, che tra sabato e domenica anticiperà i match proprio dalle note dell’inno francese. Solidarietà e vicinanza ai francesi, ma anche paura perché gli stadi restano uno degli obiettivi sensibili come i fatti parigini hanno dimostrato: e infatti le misure di sicurezza raddoppiano anche negli impianti più piccoli.

Come a Udine: al Friuli, che ospiterà il match con la Samp, sono stati predisposti controlli a tappeto dei documenti e l’uso dei metal detector.

Al Bentegodi, per l’anticipo di pranzo tra Verona e Napoli, misure super per un match già considerato da bollino rosso per la storica rivalità tra le due squadre. La Lazio, per il match dell’Olimpico con il Palermo, ha invitato i tifosi (e qui saranno pochi) ad arrivare allo stadio in anticipo per non intasare i tornelli visto che ad attenderli ci saranno controlli super.

Il big match tra Juve e Milan a Torino si giocherà in uno stadio blindato, con metal detector e cani antiesplosivi. “E’ un momento delicato nella storia del mondo, ma sicuramente giocheremo nella totale sicurezza” dice il tecnico bianconero Massimiliano Allegri.

Al Dall’Ara va in scena Bologna-Roma e il tecnico francese dei giallorossi, Rudi Garcia, non nasconde il clima pesante, ma invita tutti a tornare alla normalità. “Sono cose orribili quelle accadute: hanno attaccato le nostre fonti di piacere. Dobbiamo restare uniti e continuare e vivere per non dare ragione a queste…non le chiamo neanche persone”.

Al Franchi era già stato fatto nei giorni scorsi l’invito a non portare petardi in occasione del derby tra Fiorentina e Empoli.

Anche nel resto dell’Europa calcistica il livello di allerta è salito: in Francia si gioca regolarmente nel week end. In campo anche il Psg, la squadra di Parigi. Il tecnico Laurent Blanc però non ha gradito le domande relative agli attentati. “In questo momento è dura giocare al calcio, i miei giocatori sono rimasti molto colpiti da quanto è successo” si è limitato a dire l’allenatore francese.

Il Psg ricorderà le stragi, in campo contro il Lorient, con una maglia su cui, sotto allo stemma con la Torre Eiffel stilizzata, ci sarà la scritta “Je suis Paris”. La stessa casacca sarà poi utilizzata nella sfida di Champions League contro gli svedesi del Malmoe.

In Spagna massima sicurezza per la sfida tra Real e Barcellona. Al Bernabeu verranno utilizzati 1600 agenti in più rispetto ai soliti mille. Insomma si torna in campo per dare un calcio alla paura, ma il clima di allerta si farà sentire.

Ultima ora

21:10Lotta a degrado città, Venezia vieta bevute per strada

(ANSA) - VENEZIA, 28 LUG - Nuova crociata contro il degrado cittadino a Venezia, questa volta per evitare i sempre più frequenti episodi di disturbo e rischio per l'incolumità pubblica legati a chi si ubriaca per strada. Il sindaco Luigi Brugnaro, con un'ordinanza che si rifà al decreto Minniti sulla sicurezza, ha vietato l'assunzione di bevande alcoliche di qualsiasi genere al di fuori dei bar e dei locali pubblici (e relativi plateatici). Il divieto varrà nelle giornate di venerdì, sabato e domenica dei mesi di agosto, settembre e ottobre, dalle ore 18 fino alle 8 del giorno successivo. Si tratta di un provvedimento - spiega il Comune - dettato dai casi di gruppi di persone, anche molto giovani, arrivate già ubriache in alcuni locali pubblici, tanto da rendere necessario il ricorso a cure ospedaliere, o di veri e propri "tour alcolici" organizzati da chi giunge in città per eventi come come gli addii al celibato.

21:03Siccità: Regione-Governo, continua prelievo Bracciano

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Acea potrà continuare a prelevare acqua dal lago di Bracciano, anche se in forma ridotta, dai 900 litri al secondo di adesso a 400 litri. Lo ha deciso la Regione Lazio a seguito di una trattativa con il ministero dell'Ambiente. Lo ha annunciato oggi alla Camera il ministro, Gian Luca Galletti. Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha annunciato che "oggi abbiamo emesso una nuova ordinanza che conferma il blocco delle captazioni dal Lago di Bracciano dal 1 settembre e introduce solo la possibilità di una captazione minima di 400 litri al secondo fino al 10 agosto e di 200 litri al secondo dal 11 agosto alla fine del mese".

21:02Caos Atac, tolte deleghe a dg. Rota, mi ero già dimesso

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Atac, di nuovo tutto da rifare. Ancora una volta l'azienda capitolina perde il suo dg che ieri aveva comunicato la disastrosa situazione dei conti di Atac "a un passo dal crac". Il manager milanese atteso come chi avrebbe potuto traghettare l'azienda di trasporti in acque più calme, se ne va. E non senza togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Manuel Fantasia, amministratore unico di Atac, ha ritirato oggi le deleghe al dg. Ma Rota lo corregge non senza una vena polemica: "Mi ero dimesso già una settimana fa". E, per l'ennesima volta, ricomincia il toto nomi. La palla passa adesso al Campidoglio che, a quanto si apprende, avrebbe già individuato il nuovo dg. In pole ci sarebbe Carlo Tosti, già ad di Atac sotto Alemanno. Cgil ricorda l'enorme "buco finanziario di Atac" e "la drammatica situazione delle infrastrutture e del parco mezzi". Ma "i dirigenti hanno avuto un benefit sostanzioso rispetto anche all'anno precedente.", spiega il segretario generale Filt Cgil Roma e Lazio Eugenio Stanziale.

20:45Sede Forza Nuova inaugurata accanto a monumento partigiani

(ANSA) - LA SPEZIA, 28 LUG - A La Spezia apre una sede di Forza Nuova nel quartiere simbolo della resistenza al nazifascismo, a pochi metri dal monumento ai caduti partigiani. Per questo oltre 300 persone stasera alla Chiappa, quartiere di La Spezia, hanno preso parte al presidio antifascista organizzato da oltre 40 tra partiti della sinistra e del centro sinistra, associazioni partigiane e culturali. "Il fascismo non sarà mai la risposta. Siamo qui per rilanciare un messaggio diverso che parla di apertura e allontanamento della paura" hanno detto gli organizzatori. Al presidio erano presenti rappresentanti di Pd, Rete a Sinistra-LiberaMente Liguria, Possibile, Rifondazione Comunista, Psi, Cgil, Cisl, Uil, Anpi, Aned. Il corteo antifascista non è stato autorizzato per ragioni di sicurezza. Una delegazione si è potuta avvicinare per portare un mazzo di fiori al monumento cantando Bella Ciao e urlando "viva i partigiani, viva la resistenza". Da lontano i militanti di Forza Nuova hanno risposto con altri cori.

20:42Calcio: Bernardeschi, insulti da parte società malsana

(ANSA) - TORINO, 28 LUG - "C'è una parte della società malsana che non voglio alimentare". Dal ritiro di Boston, Federico Bernardeschi commenta così, nella conferenza stampa trasmessa da Sky e Premium, gli striscioni di insulti contro di lui di una parte della tifoseria della Fiorentina. "Nel mondo di oggi viviamo situazioni particolari, come il tifoso sui social che augura la morte o brutti mali. Questa parte di società malsana non va alimentata. Ringrazio i tifosi che nonostante tutto mi hanno fatto gli auguri".

20:39Calcio: Juve, Bernardeschi sceglie la maglia n.33

(ANSA) - TORINO, 28 LUG - "Ho molto rispetto per questa maglia, è giusto così: indosserò il 33 sperando di dimostrare di meritare la 10". Federico Bernardeschi motiva in questo modo la scelta di vestire il numero 33 - "perché sono religioso" - al suo primo anno alla Juventus. "Quest'anno devo dimostrare di poterla indossare e poi il prossimo anno vedremo - dice dal ritiro di Boston nella conferenza stampa trasmessa da Sky e Premium -. La Juventus fa parte della storia del calcio, è una grande emozione essere qui e voglio vivere tutte le emozioni al massimo. Senza farmi mancare nulla".

20:24Turchia: caso giornalisti Cumhuriyet, 7 scarcerati

(ANSA) - ISTANBUL, 28 LUG - Un tribunale di Istanbul ha deciso la scarcerazione di 7 degli 11 giornalisti e amministratori del quotidiano anti-Erdogan Cumhuriyet, in detenzione cautelare da 9 mesi, accusati a vario titolo di "terrorismo" per sospetti legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen, il Pkk curdo e il gruppo di estrema sinistra Dhkp-c.

Archivio Ultima ora