Settimana chiave per la manovra, Unione Europea e Camera

Pubblicato il 22 novembre 2015 da redazione

manovra

ROMA.- Settimana chiave per la manovra: oggi sarà la volta di un nuovo test europeo, con la riunione dell’Eurogruppo chiamata a discutere il giudizio di Bruxelles sulle leggi di stabilità dei diversi Paesi, e anche dell’approdo alla Camera.

L’iter del provvedimento, a Montecitorio, dovrebbe entrare nel vivo dopo il prossimo weekend: la commissione Bilancio infatti potrebbe avviare l’esame degli emendamenti tra la fine di novembre e i primi di dicembre e portare il testo in Aula intorno alla metà del prossimo mese. Il testo così tornerebbe al Senato per l’ultima lettura poco prima di Natale.

La riunione dell’Eurogruppo non è escluso possa affrontare anche la questione dello ‘scorporo’ dal Patto delle spese extra per sicurezza a difesa. E proprio la sicurezza sarà uno dei temi al centro dell’attenzione dei deputati: il governo, già durante il passaggio al Senato, si è detto disponibile a intervenire e l’ipotesi è di un ulteriore stanziamento che si aggiri intorno ai 100 milioni di euro. E dunque, dato che le risorse a disposizione sono scarse, l’ipotesi di una nuova ‘clausola sicurezza’ darebbe ossigeno alla discussione in Parlamento.

Oltre infatti all’emergenza post-Parigi, i senatori hanno rinviato ai colleghi dell’altro ramo del Parlamento anche la questione Sud e quella previdenza. Se su quest’ultima però si tratterebbe solo di introdurre misure specifiche (opzione donna e anticipazione dell’incremento della no tax area) perché la riforma più generale è rinviata al 2016, sul Mezzogiorno i deputati puntano a introdurre un pacchetto più corposo.

Le misure sono ancora allo studio ma, almeno per ora, in pole restano l’ipotesi di un credito d’imposta e quella degli sgravi per le nuove assunzioni anche se c’è chi torna a insistere per introdurre una sorta di maxiammortamento degli investimenti in beni strumentali da parte delle imprese.

Secondo il presidente della commissione Bilancio della Camera Francesco Boccia è necessario “discutere degli investimenti da fare per gli anni che abbiamo davanti. Per questo – sottolinea – ribadisco la necessità di inserire in legge di stabilità la decontribuzione piena fino al 2020 e il credito d’imposta su ricerca e investimenti”.

Capitoli, quelli della sicurezza, delle pensioni e del Sud, a cui si aggiungono quelli relativi alla sanità e alle regioni nonché quello relativo all’innalzamento del tetto dei contanti, che alcuni anche dentro il Pd vorrebbero riportare a mille euro.

Ultima ora

10:24Giappone: un morto in eruzione vulcano

(ANSA) - TOKYO, 23 GEN - Un soldato è morto a causa dell'eruzione del vulcano Kusatsu-Shirane, nella prefettura giapponese centro-orientale di Gunma, tornato così attivo oggi per la prima volta dal 1983. Il risveglio del vulcano, situato vicino a un resort sciistico, ha causato una valanga e la fuoriuscita di cenere e sassi che hanno colpito numerose persone. I feriti sono 16. L'eruzione e' avvenuta alle 9:59 locali (l'1:59 in Italia). Il soldato che ha perso la vita era impegnato in un allenamento di sci insieme ad altri militari, cinque dei quali sono rimasti feriti.

10:23Camorra: clan Moccia, 45 ordinanze custodia

(ANSA) - NAPOLI, 23 GEN - Agenti della Dia, della squadra mobile di Napoli e carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, anche con l'ausilio della GdF, stanno eseguendo 45 ordinanze di custodia in carcere emesse nell'ambito di una inchiesta della Dda sulle attività del clan Moccia, attivo in ampie aree dell'hinterland settentrionale. Gli investigatori hanno ricostruito il gruppo di vertice del clan, tra i quali Luigi e Teresa Moccia, Filippo Iazzetta e Anna Mazza,la 'vedova della camorra', morta negli anni scorsi.

10:15Terremoti: scossa magnitudo 6 in Indonesia

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Una forte scossa di terremoto, di magnitudo 6, e' stata registrata questa mattina in Indonesia, davanti alla costa meridionale di Giava: lo riporta l'Istituto geofisico americano (Usgs). L'epicentro del terremoto e' stato localizzato circa 40 chilometri a sud di Binuangeun, ad una profondità di 43,9 chilometri. Per ora non si hanno notizie di un rischio tsunami.

10:10Gb: fuga di gas a Londra, migliaia evacuati

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Circa 1.450 persone sono state evacuate durante la notte da un night club e un hotel nella West End di Londra - il cuore turistico della capitale - a causa di una fuga di gas: lo riporta la Bbc online, che cita i vigili del fuoco. Tutte le strade della zona di Charing Cross - dove si trova l'omonima stazione ferroviaria, una delle principali del Paese - sono state chiuse e si registrano forti disagi durante l'ora di punta di questa mattina. "Alti livelli di gas naturale sono stati rilevati nell'atmosfera", ha detto un portavoce dei vigili del fuoco di Londra. La fuga di gas e' stata provocata dalla rottura di una conduttura, di cui non si conoscono ancora le cause.

09:57‘Ndrangheta: fermato presunto reggente cosca emiliana

(ANSA) - BOLOGNA, 23 GEN - I carabinieri di Modena hanno fermato il nuovo presunto reggente della 'Ndrangheta emiliana: Carmine Sarcone, 39 anni, indagato per associazione mafiosa, fratello di Nicolino e Gianluigi Sarcone, entrambi arrestati nell'operazione 'Aemilia' del 2015. Il primo,condannato a 15 anni, era ritenuto il capo dell'organizzazione autonoma emiliana, collegata alla cosca Grande Aracri di Cutro dove è stato eseguito questo fermo di indiziato di delitto, il primo emesso dalla Dda di Bologna per questo reato. Decine le perquisizioni in corso. Le indagini hanno consentito di trovare riscontri alle dichiarazioni di vari collaboratori di giustizia e sono state dimostrate la gestione diretta di attività e patrimonio illecito, la partecipazione alle riunioni, durante le quali, per le indagini, erano pianificati i crimini della cosca e venivano prese decisioni per rafforzarla. Carmine avrebbe avuto il ruolo di rappresentante dei fratelli detenuti, con compiti direttivi e di dirimere i contrasti interni alla.

05:19Filippine: Eruzione vulcano Mayon, evacuazione di massa

(ANSA) - MANILA, 23 GEN - Sempre più intensa l'attività del vulcano Mayon, il più attivo delle Filippine, che sta eruttando fontane di lava mentre pennacchi di cenere alti fino a 700 metri escono dal cratere. Le autorità hanno avvertito che potrebbe essere imminente una violenta eruzione e hanno innalzato il livello di allerta a 4 su una scala di cinque. Oltre trentamila persone sono fuggite dai villaggi della provincia di Albay, dove si trova il vulcano, e hanno trovato rifugio negli alloggi dei centri di evacuazione predisposti dalle autorità. Secondo l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia, un'eruzione esplosiva potrebbe verificarsi entro poche ore. E' considerata di pericolo l'area fino a 8 km dal cratere, dove vivono migliaia di persone. Il fiume di lava ha già raggiunto i villaggi più vicini, colpiti anche da una pioggia di rocce e detriti. Al momento non si segnalano né morti né feriti. Molti voli sono stati cancellati, e l'intera area è stata interedetta al traffico aereo.

01:14Calcio: Liverpool battuto dall’ultima in classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Una settimana dopo aver inflitto al Manchester City, dominatore della Premier League, la sua prima sconfitta in campionato, il Liverpool è riuscito nell'impresa di andare a perdere (1-0) sul campo dello Swansea, ultima in classifica, nel posticipo del 24/o turno. Si è così interrotta la striscia di 18 risultati utili consecutivi della formazione allenata da mister Jurgen Klopp, tra tutte le competizioni. La rete di Alfie Mawson, al 40', ha siglato uno dei risultati più inattesi della stagione e lasciato il Liverpool in quarta posizione, a -3 dal Chelsea.

Archivio Ultima ora