Napoli Inter 2-1, azzurri in testa da soli dopo 25 anni

Pubblicato il 01 dicembre 2015 da redazione

Napoli's Gonzalo Higuain celebrates the victory at the end of the Italian Serie A soccer match SSC Napoli vs FC Inter at San Paolo stadium in Naples, Italy, 30 November 2015. ANSA/CESARE ABBATE

Napoli’s Gonzalo Higuain celebrates the victory at the end of the Italian Serie A soccer match SSC Napoli vs FC Inter at San Paolo stadium in Naples, Italy, 30 November 2015.
ANSA/CESARE ABBATE

NAPOLI. – Il Napoli si aggiudica il big match con l’Inter grazie ad una doppietta di Higuain e si issa in vetta al primo posto scavalcando i nerazzurri. Il bomber, 12 reti finora, è andato in gol al 2′ pt e il Napoli ha dominato la frazione. Nella ripresa, con l’Inter in 10 per l’espulsione di Nagatomo, l’argentino ha raddoppiato al 17′, ma 5′ dopo Liajic ha ridotto le distanze e l’Inter si è fatta sotto, colpendo due pali nel finale.

In classifica, Napoli 31 punti, Inter 30, Fiorentina 29 e Roma 27

Con il successo sull’Inter, il Napoli torna da solo in testa alla classifica di serie A dopo 25 anni. Per trovare l’ultima volta che gli azzurri avevano chiuso una giornata di campionato al comando da soli bisogna infatti risalire al 29 aprile 1990, quando la squadra allora allenata da Bigon vinse il secondo scudetto. Il Napoli aveva già ipotecato lo scudetto vincendo la settimana prima 4-2 a Bologna e chiusero in trionfo battendo 1-0 la Lazio. Da allora il Napoli era stato altre volte in testa alla classifica di serie A ma sempre in coabitazione con altre squadre.

“E’ una notte spettacolare, stiamo lavorando tanto, siamo in un buon momento ma non dobbiamo esagerare, dobbiamo tenere i piedi per terra perché manca tantissimo”: così ai microfoni di Premium Sport Gonzalo Higuain commenta la vittoria del suo Napoli contro l’Inter che vale il primato in classifica. ”Io nuovo re di Napoli? Lavoro per vincere, perché questa squadra e questa città lo meritano – aggiunge – Scudetto? E’ lecito sognare quindi noi sogniamo”

Sarri, scudetto? Con 31 punti non ci si salva nemmeno – “Il primo posto è il coronamento di un periodo positivo: c’è grande soddisfazione dei nostri tifosi che non provavano un’emozione simile da 25 anni e questo ci fa piacere, ma da domani dobbiamo ripartire perché ancora non abbiamo fatto niente”. Queste le parole del tecnico del Napoli, Maurizio Sarri dopo la vittoria sull’Inter.

“Higuain dice che sognare è lecito? Io non faccio il sognatore: questi ragazzi devono rimanere con i piedi per terra, con 31 punti non ci si salva neanche”, ha aggiunto ai microfoni di Premium Sport.

“Per quanto riguardava l’approccio alla partita era una partita facile, per quanto riguardava le reazioni nella partita era difficile: pensavamo di averla vinta e questi errori non dobbiamo farli, in una partita che per 65′ era in totale predominio. Fatto il 2-0 siamo diventati passivi e dopo il gol preso siamo andati in ansia”, ha affermato ancora Sarri, che sull’espulsione di Nagatomo ha parlato di “giallo inevitabile. Se Mancini dice che Callejon ha simulato ha la sua opinione”. “Scudetto derubricato da bestemmia a parolaccia? No, non fatemi scomunicare: è ancora una bestemmia”, ha concluso.

“Non meritavamo di perdere. E’ una sconfitta ma non sul piano del gioco. La differenza l’hanno fatta anche i loro campioni, Higuain che ha fatto due gol e Reina che ha fatto tre grandi parate”. Lo ha detto Roberto Mancini dopo il 2-1 subito a Napoli, che imputa gran parte della colpa del ko all’arbitro: “Stavamo giocando anche nel primo tempo contro la squadra più forte del campionato. Era una partita molto aperta, rovinata da quell’episodio (l’espulsione di Nagatomo per doppia ammonizione, ndr.) perché non esiste buttar fuori un giocatore così – ha sostenuto ai microfoni di Premium Sport -, sembra che sia meglio buttar fuori un giocatore che andare con una bella donna. Non si possono giocare tutte le partite importanti in 10 contro 11”.

“Ho solo detto all’arbitro che Nagatomo è stato espulso per un mezzo fallo, il secondo – ha insistito Mancini -. Il primo era simulazione netta di Callejon. E’ un’espulsione che ha cambiato la partita, in undici non avremmo perso, forse avremmo vinto”. “Se siamo stati in testa fino ad oggi – ha detto ancora -, vuol dire che abbiamo fatto bene, adesso siamo secondi ma non cambia niente. Il Napoli non ha dominato, sono forti e ci hanno creato delle difficoltà ma hanno avuto anche fortuna. Le altre partite in casa hanno dominato, stasera no. La squadra gioca meglio senza Icardi? L’Inter gioca bene e male come fanno tutte le squadre, non c’entrano i singoli”.

Ultima ora

17:33Killer ricercato: fuga Igor-Norbert, inchiesta Pm militari

(ANSA) - BOLOGNA, 17 OTT - La Procura militare di Verona indaga sulla fuga di 'Igor' a Molinella (Bologna), l'8 aprile. La sera dell'omicidio della guardia volontaria Valerio Verri, Norbert Feher alias Igor Vaclavic, pregiudicato serbo, incrociò tre carabinieri che lo seguirono per un tratto, in contatto con la centrale, gli fecero segno di fermarsi, valutarono di non sparare e di attendere i rinforzi. Ma poi se ne persero le tracce in un boschetto e da allora il killer è latitante. E' accusato anche di aver ucciso il barista di Budrio Davide Fabbri. Secondo quanto apprende l'ANSA il fascicolo aperto dall'ufficio giudiziario militare guidato dal procuratore Stanislao Saeli è per 'atti relativi', cioè senza indagati né reati, ed è stato aperto sulla base delle notizie riportate dai giornali usciti sulla vicenda. Obiettivo dell'accertamento, ancora in corso, è approfondire cosa sia successo e se ci siano eventuali responsabilità in chi ha operato, al momento, comunque, non ipotizzate. (ANSA).

17:33Usa: costume Anna Frank per Halloween

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - Un costume da Anna Frank per Halloween, ma l'idea ha creato solo imbarazzo. 'Anna Frank Costume for Girls' (il costume di Anna Frank per ragazze, ndr) raffigura una ragazzina in abito blu, un basco verde e una borsa a tracolla marrone. Sotto, una didascalia in cui si spiega che la Seconda Guerra Mondiale ha creato eroi inaspettati e persino una ragazza come Anna Frank, con niente se non un diario, è riuscita ad essere d'ispirazione al mondo. Ma le reazioni sul web non sono state quelle attese e, di fronte alle critiche che giudicavano il costume 'offensivo', HalloweenCostumes.com e' stata costretta e ritirarlo dalla vendita. Tuttavia lo stesso costume e' ancora in vendita su altri siti e presentato come 'World War II Girl Costume', costume di ragazza della Seconda Guerra Mondiale.

17:31Ave Maria all’Università: vescovo Macerata,’chiediamo scusa’

(ANSA) - MACERATA, 17 OTT - ''Chiediamo scusa come credenti per aver destabilizzato la serenità di un'Università, ma il problema è la nostra poca fede. Chi dice almeno 50 Avemarie al giorno, cioè un rosario, tanti, molto più di quelli che vanno a Messa la domenica, non capisce tutta questa agitazione''. Il vescovo di Macerata, mons. Nazzareno Marconi, ha pubblicato su www.emmetv.it il suo commento sulle polemiche scatenate dalla prof. Clara Ferranti, che il 13 ottobre ha interrotto una lezione all'Università invitando gli studenti a recitare un'Ave Maria per la pace, nell'anniversario dell'apparizione di Fatima. ''Grazie fratelli non credenti e anticlericali - aggiunge però - perché ci avete ricordato quali tesori possediamo senza apprezzarne adeguatamente il valore e l'importanza''.

17:22Catalogna: Govern denuncia pressioni Madrid su imprese

(ANSA) - BARCELLONA, 17 OTT - Il portavoce del Govern catalano Jordi Turull ha accusato l'esecutivo di Madrid di esercitare pressioni sulle imprese catalane perchè spostino le sedi sociali in altre regioni spagnole. Dal primo ottobre circa 700 aziende hanno trasferito le sedi sociali fuori dalla Catalogna. Secondo Turull, Madrid vuole "colpire l'economia catalana". "Ma quando qualcuno minaccia di danneggiare l'economia della Catalogna, ha aggiunto, deve ricordare che sta danneggiando anche l'economia spagnola".

17:18Mondiali: Ulivieri, Svezia avversario duro

(ANSA) - ROMA, 17 OTT - "La Svezia è una squadra solida, lo abbiamo visto anche agli ultimi Europei quando ci hanno creato problemi. Non sarà facile, forse è l'avversario più duro ma dipende tutto dall'Italia". Questa l'idea del presidente dell'Associazione italiana allenatori Renzo Ulivieri sul sorteggio dei playoff per la qualificazione ai Mondiali 2018, che vedrà l'Italia opposta alla Svezia. "Ho fatto poco caso al sorteggio perché tanto comunque dipende da noi. Se saremo in buone condizioni, non avremo problemi, altrimenti avremo problemi. Per questo va bene anche la Svezia, forse è l'avversario più duro".

17:17Donna Lampedusa denuncia tentata violenza 5 tunisini

(ANSA) - LAMPEDUSA, 17 OTT - Cinque magrebini, quasi certamente tunisini ospiti dell'Hot spot di Lampedusa, avrebbero tentato stamane di violentare nella sua abitazione una donna di Lampedusa. I cinque avrebbero desistito di fronte alla reazione della vittima, che oltre ad affrontarli con un bastone, ha cominciato a gridare e a chiedere aiuto facendo credere loro che ci fossero alcuni familiari in casa. La donna, che ha 50 anni, ha presentato denuncia ai carabinieri che hanno avviato le indagini per identificare gli aggressori. L'abitazione della donna, sposata e con figli, si trova lungo la strada che dalla struttura di accoglienza di contrada Imbriacola conduce fino al centro del paese. E' stata la stessa vittima a chiamare i carabinieri e a raccontare nei dettagli il tentativo di violenza sottolineando che gli aggressori erano quasi certamente tunisini. In questo momento l'hot spot di Lampedusa ospita circa 500 nordafricani, quasi tutti tunisini; gli ultimi 105 sbarcati la notte scorsa.

17:14Usa: Casa Bianca nega a Congresso dati email private

(ANSA) - WASHINGTON, 17 OTT - Scontro in vista tra Casa Bianca e Congresso, dopo che la prima ha snobbato una richiesta bipartisan di una commissione parlamentare per ottenere i nomi, i numeri e gli account degli alti dirigenti della West Wing che hanno usato email e servizi di messaggeria privati. Lo scrive Politico, il primo a rivelare che a farne uso sarebbero stati vari consiglieri della Casa Bianca, da Jared Kushner, genero di Trump, a Gary Cohn, da Reince Preibus a Steve Bannon. Ignorata anche la richiesta di dati sull'uso di voli privati.

Archivio Ultima ora