Napoli Inter 2-1, azzurri in testa da soli dopo 25 anni

Pubblicato il 01 dicembre 2015 da redazione

Napoli's Gonzalo Higuain celebrates the victory at the end of the Italian Serie A soccer match SSC Napoli vs FC Inter at San Paolo stadium in Naples, Italy, 30 November 2015. ANSA/CESARE ABBATE

Napoli’s Gonzalo Higuain celebrates the victory at the end of the Italian Serie A soccer match SSC Napoli vs FC Inter at San Paolo stadium in Naples, Italy, 30 November 2015.
ANSA/CESARE ABBATE

NAPOLI. – Il Napoli si aggiudica il big match con l’Inter grazie ad una doppietta di Higuain e si issa in vetta al primo posto scavalcando i nerazzurri. Il bomber, 12 reti finora, è andato in gol al 2′ pt e il Napoli ha dominato la frazione. Nella ripresa, con l’Inter in 10 per l’espulsione di Nagatomo, l’argentino ha raddoppiato al 17′, ma 5′ dopo Liajic ha ridotto le distanze e l’Inter si è fatta sotto, colpendo due pali nel finale.

In classifica, Napoli 31 punti, Inter 30, Fiorentina 29 e Roma 27

Con il successo sull’Inter, il Napoli torna da solo in testa alla classifica di serie A dopo 25 anni. Per trovare l’ultima volta che gli azzurri avevano chiuso una giornata di campionato al comando da soli bisogna infatti risalire al 29 aprile 1990, quando la squadra allora allenata da Bigon vinse il secondo scudetto. Il Napoli aveva già ipotecato lo scudetto vincendo la settimana prima 4-2 a Bologna e chiusero in trionfo battendo 1-0 la Lazio. Da allora il Napoli era stato altre volte in testa alla classifica di serie A ma sempre in coabitazione con altre squadre.

“E’ una notte spettacolare, stiamo lavorando tanto, siamo in un buon momento ma non dobbiamo esagerare, dobbiamo tenere i piedi per terra perché manca tantissimo”: così ai microfoni di Premium Sport Gonzalo Higuain commenta la vittoria del suo Napoli contro l’Inter che vale il primato in classifica. ”Io nuovo re di Napoli? Lavoro per vincere, perché questa squadra e questa città lo meritano – aggiunge – Scudetto? E’ lecito sognare quindi noi sogniamo”

Sarri, scudetto? Con 31 punti non ci si salva nemmeno – “Il primo posto è il coronamento di un periodo positivo: c’è grande soddisfazione dei nostri tifosi che non provavano un’emozione simile da 25 anni e questo ci fa piacere, ma da domani dobbiamo ripartire perché ancora non abbiamo fatto niente”. Queste le parole del tecnico del Napoli, Maurizio Sarri dopo la vittoria sull’Inter.

“Higuain dice che sognare è lecito? Io non faccio il sognatore: questi ragazzi devono rimanere con i piedi per terra, con 31 punti non ci si salva neanche”, ha aggiunto ai microfoni di Premium Sport.

“Per quanto riguardava l’approccio alla partita era una partita facile, per quanto riguardava le reazioni nella partita era difficile: pensavamo di averla vinta e questi errori non dobbiamo farli, in una partita che per 65′ era in totale predominio. Fatto il 2-0 siamo diventati passivi e dopo il gol preso siamo andati in ansia”, ha affermato ancora Sarri, che sull’espulsione di Nagatomo ha parlato di “giallo inevitabile. Se Mancini dice che Callejon ha simulato ha la sua opinione”. “Scudetto derubricato da bestemmia a parolaccia? No, non fatemi scomunicare: è ancora una bestemmia”, ha concluso.

“Non meritavamo di perdere. E’ una sconfitta ma non sul piano del gioco. La differenza l’hanno fatta anche i loro campioni, Higuain che ha fatto due gol e Reina che ha fatto tre grandi parate”. Lo ha detto Roberto Mancini dopo il 2-1 subito a Napoli, che imputa gran parte della colpa del ko all’arbitro: “Stavamo giocando anche nel primo tempo contro la squadra più forte del campionato. Era una partita molto aperta, rovinata da quell’episodio (l’espulsione di Nagatomo per doppia ammonizione, ndr.) perché non esiste buttar fuori un giocatore così – ha sostenuto ai microfoni di Premium Sport -, sembra che sia meglio buttar fuori un giocatore che andare con una bella donna. Non si possono giocare tutte le partite importanti in 10 contro 11”.

“Ho solo detto all’arbitro che Nagatomo è stato espulso per un mezzo fallo, il secondo – ha insistito Mancini -. Il primo era simulazione netta di Callejon. E’ un’espulsione che ha cambiato la partita, in undici non avremmo perso, forse avremmo vinto”. “Se siamo stati in testa fino ad oggi – ha detto ancora -, vuol dire che abbiamo fatto bene, adesso siamo secondi ma non cambia niente. Il Napoli non ha dominato, sono forti e ci hanno creato delle difficoltà ma hanno avuto anche fortuna. Le altre partite in casa hanno dominato, stasera no. La squadra gioca meglio senza Icardi? L’Inter gioca bene e male come fanno tutte le squadre, non c’entrano i singoli”.

Ultima ora

21:48Hotel Rigopiano: Curcio, finora due vittime

(ANSA) - PENNE (PESCARA), 19 GEN - Finora dall'hotel Rigopiano "sono state estratte due vittime": lo ha detto a Penne il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. "I numeri li da' la prefettura, che qui ha parlato di due vittime e quindi io mi attengo a questo numero", ha aggiunto Curcio, a margine del vertice sui soccorsi all'Hotel Rigopiano. "Si continuerà a lavorare tutta la notte, compatibilmente con le esigenze di sicurezza degli operatori, tenendo presente che si tratta di un'operazione molto complicata - ha aggiunto Curcio - sono all'opera 135 persone, con più di 20 mezzi". Curcio ha rimarcato: "Ci sono persone che stanno lavorando al limite del possibile e che stanno svolgendo il proprio compito con grande professionalità e passione. È un lavoro di soccorso, in una situazione difficile".

21:44Terremoto: Salvini, ho riportato voci sindaci arrabbiati

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "Polemiche sul terremoto? Io ho riportato la voce dei sindaci e dei cittadini arrabbiati. Se la Boldrini dice che è grave il ritardo dei soccorsi, è un richiamo delle istituzioni, ma se lo dice Salvini scoppia la polemica...". Così il leader della Lega Nord Matteo Salvini, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7. "La nomina di Errani a comandante in capo per la ricostruzione, è una nomina politica per un organismo che è tecnico e secondo me non è una cosa buona. Renzi - conclude - aveva bisogno di sistemare una casella politica".

21:41Terremoto: crolla tetto Chiesa San Francesco a Borgo Arquata

(ANSA) - ASCOLI PICENO, 19 GEN - Il terremoto e la neve caduta in quantità straordinaria hanno causato il crollo del tetto della chiesa di San Francesco a Borgo d'Arquata (Ascoli Piceno), pericolante e già a rischio crollo. Le operazioni di messa in sicurezza erano iniziate nei giorni scorsi, ma non s'è fatto in tempo a portarle a termine a causa del maltempo. Il tetto è quindi venuto giù sotto le sollecitazioni delle ultime violente scosse di terremoto e il peso della neve. A settembre, dopo la scossa del 24 agosto, i vigili del fuoco avevano recuperato dalla chiesa la copia della Sindone che vi era custodita e venerata, inserendola in un'altra teca con adeguate misure di protezione. La reliquia è una delle quattro copie "di contatto" esistenti nel mondo, in cui viene riconosciuta una sovrapposizione con la Sacra Sindone custodita a Torino. La reliquia si trova ora nella Cattedrale di Sant'Emidio, ad Ascoli Piceno.

21:36M5s: Grillo, bene parlare di lavoro, giovani, invecchiamento

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - "De Masi è una persona straordinaria e il convegno che abbiamo fatto sul lavoro nel futuro mi è piaciuto tantissimo. Finalmente una discussione su cose reali, una discussione che ci ha elevati senza parlare del solito populismo, di destra e di sinistra: finalmente si parla di lavoro di giovani e di invecchiamento della popolazione". Così il leader M5s Beppe Grillo lasciando Montecitorio dove si è conclusa oggi la due giorni di studio e confronto sul rapporto curato dal sociologo Domenico De Masi sulle prospettive future del lavoro. "Ne faremo altre di queste giornate di studio, anche sulla cultura" ha promesso Grillo.

21:28Calcio: Cagliari, ecco Faragò “Nainggolan mio modello”

(ANSA) - CAGLIARI, 19 GEN - Paolo Faragò, nuovo acquisto del Cagliari, è pronto all'esordio in Serie A con la maglia rossoblù. Trattativa sprint con il Novara e domenica all'Olimpico contro la Roma potrebbe vedersela con uno dei suoi modelli, Radja Nainggolan. Il Cagliari era stato molto vicino all'ex Novara già dalla scorsa estate. "Quando ho saputo dell'interessamento della società rossoblu' - ha rivelato - ho declinato qualsiasi altra offerta". E ora ecco il grande salto: "So che c'è una bella differenza, sino a pochi giorni fa stavo preparando la partita con il Trapani e improvvisamente mi trovo proiettato verso un altro match, quello con la Roma. Pronto? Sì, con tanta voglia di fare questa esperienza".

21:27Bbc, le truppe del Senegal entrano in Gambia

(ANSA) - ROMA, 19 GEN - Truppe senegalesi, che sostengono il presidente eletto del Gambia Adama Barrow, hanno attraversato il confine con il Gambia e si stanno dirigendo verso la capitale Banjul, dove risiede il presidente uscente Yahia Jammeh, che si rifiuta di lasciare il potere nonostante abbia perso le elezioni. Lo riporta la Bbc online.

21:24Maltempo: salvati con verricello due allevatori di Urzulei

(ANSA) - NUORO, 19 GEN - Sono in salvo anche i due allevatori di Urzulei isolati da giorni nei loro ovili. I due sono stati recuperati dal Soccorso Alpino (Cnsas), nelle località di Gosolloei e Cuccuttos, grazie all'impiego di un elicottero dell'Aeronautica Militare di Decimomannu. Il velivolo decollato con gli specialisti e due tecnici di elisoccorso del Cnsas ha raggiunto la zona montana particolarmente innevata e non raggiungibile dai mezzi a terra. Il delicato intervento di soccorso ha consentito il recupero dei due allevatori tramite il verricello. Sono stati caricati a bordo e trasportati nel campo sportivo del paese dove sono stati visitati e rifocillati.

Archivio Ultima ora