A Siviglia la Juve punita dall’ex Llorente. Ora rischia una big

Pubblicato il 08 dicembre 2015 da redazione

 Juventus Turin's midfielder Claudio Marchisio (R) fights for the ball with striker Ferando Llorente (L) of Sevilla FC during the UEFA Champions League match between Sevilla FC and JUventus Turin held at Sanchez Pijuan stadium in Seville, Spain, 08 December 2015.  EPA/JULIO MUNOZ

Juventus Turin’s midfielder Claudio Marchisio (R) fights for the ball with striker Ferando Llorente (L) of Sevilla FC during the UEFA Champions League match between Sevilla FC and JUventus Turin held at Sanchez Pijuan stadium in Seville, Spain, 08 December 2015. EPA/JULIO MUNOZ

TORINO. – Sfuma a Siviglia il primato della Juventus nel girone di Champions: l’1-0 degli andalusi, firmato dall’ex Llorente, spedisce i bianconeri alle spalle del Manchester City, vittorioso 4-2 in rimonta sul Borussia Moenchengladbach e a un sorteggio sulla carta molto più ostico, con il rischio di pescare Real, Barcellona, Bayern nell’urna degli ottavi, lunedì prossimo a Nyon.

Esplode, invece, la festa del Siviglia, che riacciuffa con una partita di gran determinazione un posto in quell’Europa League che ha vinto nelle ultime due stagioni. Alla resa dei conti, resta a mani vuote solo il Borussia, che sembrava la squadra più in forma del girone: avanti 2-1 in casa del City, è crollato ed è stato scavalcato dagli spagnoli.

Dallo stadio Sanchez-Pizjun traboccante dell’entusiasmo dei tifosi del Siviglia, la Juventus esce con un grande rimpianto: più della traversa di Dybala, sfortunato al 36′ st dopo un bellissimo tiro, bruciano due clamorosi errori, uno per tempo, di Alvaro Morata, in pratica due calci di rigore in movimento falliti. E determinanti sono state anche le parate del ventiduenne Sergio Rico.

Alla Juve serviva almeno un punto per conservare il primo posto dal girone, il Siviglia doveva farne farne a sua volta almeno uno per agguantare il Borussia e rientrare nell’Europa League piazzandosi terzo.

Juventus con il previsto 3-5-2 e Cuadrado in panchina con il portiere Neto e quattro ragazzi, tra le riserve non c’è neppure Zaza costretto alla resa da un risentimento muscolare alla coscia sinistra. Andalusi con un unica punta, l’ex Fermando Llorente.

La partita è subito molto vivace. Morata cerca con ostinazione il gol che gli manca da un po’: colpo di testa (5′) su cross di Marchisio, rasoterra improbabile dal fondo e poi doppio dribbling in area concluso con una caduta (e difensori spagnoli innocenti). Il Siviglia reagisce con un tiro a giro di Konoplyanka: è destinato ad andare fuori ma sulla traiettoria c’è Llorente che per poco non riesce a deviare.

Il match si infiamma al 17′: un sinistro di Dybala sfiora il palo, un minuto dopo un colpo di testa con bella elevazione di Sturaro viene respinto con bravura da Sergio Rico. Il Siviglia risponde con un’azione nata da un incauto passaggio indietro a metà campo di Dybala: Buffon salva la porta con due ottime parate sui tiri ravvicinati di Llorente e Konoplyanka.

Al 25′ Morata si mangia il primo gol: lancio di Bonucci, appoggio di testa di Dybala, ma il destro nell’area piccola del numero 9 bianconero finisce fuori, tra l’incredulità di tutti. Un’altra gran risposta di Buffon sul colpo di testa di Llorente (31′), Sergio Rico ancora perfetto a neutralizzare un’ottima punizione di Dybala (41′).

Al 20′ st, dopo un’altra parata di Buffon su un sinistro di Bonega, passa il Siviglia con la zuccata di Llorente che si libera con maestria in area di Barzagli e insacca. Cominciano le emozioni dell’ultima mezz’ora, recupero compreso, con le continue novità da Manchester che caricano gli andalusi e costringono la Juventus a cercare il pareggio.

Traversa di Dybala, Gameiro (subentrato a Llorente) grazia Buffon in contropiede, ma il vero ‘regalo’ è quello di Morata: stop di petto di Cuadrado e assist, ma lo spagnolo a botta sicura esalta ancora i riflessi di Sergio Rico. La Juve è seconda, dietro il Manchester City che ha battuto due volte.

Ultima ora

12:23Incidente Milano: dissequestrata fabbrica, operativa da oggi

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - E' stata dissequestrata, tranne che nella parte del forno e della vasca dove si è verificata una fuoriuscita di gas, ed è tornata operativa stamani la fabbrica 'Lamina' dove lo scorso 16 gennaio è avvenuto l'incidente che ha portato alla morte di quattro operai. La Procura di Milano, che aveva messo i 'sigilli' all'azienda, dopo gli accertamenti tecnici irripetibili iniziati ieri ha deciso, infatti, di dissequestrarla (le analisi proseguiranno nella parte del forno la prossima settimana) e, come ha precisato il legale Roberto Nicolosi Petringa che assiste il rappresentate legale dell'azienda, "da stamattina è tornata operativa e, non lo so per certo, ma è possibile che gli operai abbiano già potuto tornare a lavorare". Dalle analisi e dalle autopsie è emerso anche che sarebbe stato l'argon, e non l'azoto come ipotizzato in un primo momento, ad intossicare gli operai. Inoltre, è venuto a galla che l'allarme per la fuoriuscita di gas non aveva guasti e c'è da capire perché sarebbe rimasto 'muto'. (ANSA).

12:20Crollo pannelli soffitto scuola Catanzaro, nessun ferito

(ANSA) - CATANZARO, 23 GEN - Alcuni pannelli in polistirolo e cartongesso sono crollati nei pressi di un ingresso secondario del plesso dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Petrucci - Ferraris - Maresca" di Catanzaro. La caduta dei pannelli posti sul controsoffitto dell'ingresso, provocata probabilmente dalla presenza di infiltrazioni di acqua, sarebbe avvenuto nella notte e non ha comportato alcun problema per la sicurezza degli studenti, dei docenti e del personale dell'istituto essendo l'edificio deserto. L'area della scuola dove è avvenuta la caduta dei pannelli, hanno spiegato i responsabili dell'istituto, è comunque poco utilizzata anche durante l'orario normale delle lezioni. Appena si è diffusa la notizia della caduta dei pannelli, in coincidenza con l'avvio delle lezioni, la gran parte degli studenti dell'istituto ha deciso di non entrare in classe.(ANSA).

12:19Mattarella a Castellana, visita alle Grotte

(ANSA) - CASTELLANA (GROTTE), 23 GEN - Il capo dello Stato, Sergio Mattarella, è arrivato a Castellana Grotte (Bari) dove sta per iniziare la sua visita alle caratteristiche Grotte, cavità di origine carsica antiche cento milioni di anni, in occasione dell'ottantesimo anniversario della loro scoperta, il 23 gennaio del 1938, quando lo spettacolare paesaggio di stalattiti, cristalli e alabastri fu ammirato per la prima volta. Ad accompagnare il presidente della Repubblica, che scenderà fino a 60 metri di profondità, sarà Franco Anelli, figlio dell'omonimo speleologo lodigiano che si calò per primo nelle Grotte. Un momento emozionante che sarà rievocato oggi, per il presidente Mattarella, da una speleologa che si calerà nella Grave, ricordando il coraggio di Anelli quando decise di avventurarsi nell'abisso delle cave su una scala di corda, dall'unico punto di contatto con la superficie. Il presidente della Repubblica entrerà dalla Grave, poi farà lo stesso percorso, lungo circa 300 metri, che fece la prima volta Anelli.

12:18Anziano muore inseguendo truffatore, proseguono le indagini

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - Continuano le ricerche dei falsi tecnici del gas che, ieri sera a Chieri, nel Torinese, hanno tentato di raggirare un anziano, morto nel tentativo di fermarli. I carabinieri stanno cercando un'auto chiara, forse di colore bianco, con la quale secondo testimoni i malviventi - due uomini - sono fuggiti. Posti di blocco sono stati allestiti in tutta la zona e nelle province di Asti e Cuneo. La vittima è Giacomo Lazzarotto, 81 anni. L'anziano è riuscito ad impedire al truffatore di rubare gioielli e soldi, ma non a bloccarlo. Inseguito, è caduto per le scale di casa, al civico 21 di via Parini, ed è morto per le conseguenze di un trauma cranico. Il falso tecnico è scappato sull'auto guidata da un complice che lo attendeva in strada. (ANSA).

12:07Camorra:donna uccisa a Napoli, era ‘manovale’ clan Formicola

(ANSA) - NAPOLI, 23 GEN - Era considerata una 'manovale' del clan Formicola, Annamaria Palmieri, la donna uccisa ieri sera nel quartiere San Giovanni a Teduccio, alla periferia di Napoli, con tre colpi di arma da fuoco al volto. Le indagini, condotte dagli agenti Squadra Mobile di Napoli, diretti da Luigi Rinella, sono in corso. L'agguato, di chiaro stampo camorristico, potrebbe essere stato messo in atto per uno sgarro che la donna avrebbe potuto fare al clan o anche per un avvertimento 'esterno', di un altro clan quindi, diretto ai Formicola. Palmieri, 54 anni, si occupava degli affari del clan non in un ruolo di primo piano. Qualcuno l'ha attesa nei pressi della casa del figlio, in via dell'Alveo Artificiale, e l'ha uccisa proprio come se fosse un boss.

12:02Ciclismo: Giro Islanda in solitaria, nuova impresa Di Felice

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Archiviato con successo il "giro d'Italia in solitaria" (3.600 km in appena 9 giorni), Omar Di Felice, 37enne fondista romano, si appresta a compiere una nuova straordinaria impresa. Sabato 27 gennaio, infatti, partirà per l'Islanda dove, questa volta completamente da solo e senza auto di supporto al seguito, percorrerà in 9 giorni il periplo dell'isola lungo i 1.400 km della Ring Road, la suggestiva e pittoresca Route 1. Si tratta di una sorta di allenamento invernale, solo con il bagaglio minimo necessario per 'l'esplorazione in solitaria' dell'Islanda, affrontando lo SkeiÐarársandur, una vasta distesa di sabbia e detriti fluviali, soggetta a frequenti inondazioni di origine glaciale e vulcanica. Per evitare poi la temuta galleria di HvalfjörÐur, un tunnel di 6 km ad una profondità di 165 metri sotto il livello del mare, che di recente si è allagato per un'eruzione vulcanica, Omar Di Felice sarà costretto ad allungare il tracciato di 100 km.

12:01Calcio: Costa dedica gol a Dybala che ringrazia,torno presto

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - Una 'dybalamask', il gesto di esultanza di Paulo Dybala, per festeggiare il gol partita della Juventus contro il Genoa. E' la speciale dedica che Douglas Costa ha riservato al compagno di squadra infortunato, che sui social ricambia la gentilezza. "Grazie @douglascosta per il gol e per questa #dybalamask l'originale torna presto", scrive la 'Joya' regalando ai tifosi bianconeri qualche speranza sul suo pronto rientro. "Dopo una settimana di lavoro era importante prendere tre punti", è invece la gioia su Twitter di Benatia. "Siamo tornati con una vittoria", gli fa eco Khedira sempre su Twitter, dove Giorgio Chiellini rafforza il concetto: "vittoria importante dopo la sosta". "Riprendiamo il nostro cammino con una vittoria fondamentale e con la nostra solita ambizione" è il messaggio su Twitter di Marchisio, reduce da un problema muscolare ma che, come annunciato da Allegri, giovedì sarà aggregato nuovamente al gruppo.

Archivio Ultima ora