Softball: Il venezuelano Argenis Blanco brilla nei diamanti italiani

Pubblicato il 10 dicembre 2015 da redazione

argenis blanco foto

CARACAS – Da diversi anni nel mondo del softball italiano c’é un personaggo che sta aiutando alla crescita di questo sport nel Belpaese: stiamo parlando di Arenis Blanco. Questo ragazzo, nato nel settore popolare del 23 de Enero, circa 13 anni fa ha fatto le valige per trasferirsi in Italia, dove non avrebbe mai pensato che sarebbe diventato un punto di riferimento del softball ‘made in Italy’.

Tutto questo sforzo fatto da Argenis Blanco é stato riconosciuto dalla Federazione Italiana Baseball-Softball (Fibs). Pochi giorni fa, durante il ‘Gala dei Diamanti’, ha ricevuto da Riccardo Fraccari, presidente della ‘Confederación Mundial de Baseball-Softball’ una targa in riconoscimento dell’attività svolta nel settore. Questo grazie all’iniziativa da lui promossa nelle scuole di Caronno, in provincia di Varese.

“Quando sono arrivato in Italia ho notato diverse lacune nelle lezioni di scienze motorie (educazione física), ed ho iniziato a proporre la mia tesi ‘Softball en las escuelas’ (il softball nelle scuole) a tutte le scuole di Caronno con l’appoggio della Federazione Italiana Baseball-Softball – racconta Blanco nel comunicato stampa – Sono riuscito a dare un profilo accademico alla formazione e allo scouting di nuovi talenti ed ho perfezionato l’aspetto motorio, questo ha fatto sì che le mie ragazze iniziassero a volare sul diamante”.

Sotto la guida del manager Argenis Blanco, le ragazze del ‘Softball Caronno Rhea’ (categoria Under 13) hanno vinto il Campionato Regionale 2015 battendo in finale il ‘Milano 1946’ (per la cronaca la gara é finita 3-1). Il ‘Softball Caronno Rhea’ in questo 2015 ha disputato 38 gare con un bottino di 32 vittorie e solo 6 sconfitte, questa performance gli ha permesso di mettere in bacheca la ‘Billy Cup 2015’.

Il venezuelano Blanco é notizia non solo per il premio ricevuto dalla federazione internazionale, ma é anche entrato nel Guiness dei primati, per la sua partecipazione nella gara di Softball di più durata: 120 ore non stop.

L’incontro si é disputato alcuni anni fa in provincia di Varese, per la cronaca lo score finale tra il team ‘Tortellini’ e team ‘Fettuccine’ é stato di 761 a 749, in favore della squadra della pasta ripiena.

Durante la sua esperienza nello stivale, Argenis Blanco, ha portato a casa due campionati europei della ‘Little League’ ed una finale nel mondiale con la nazionale azzurra dove le sue ragazze si sono arrese soltanto alla delagazione statunitense. “Con la Fibs ho iniziato a fare corsi in tutto il paese. Adesso il softball sta attraendo nuove persone” commenta Blanco.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

08:35Libia: assalto carcere Tripoli, giallo su prigionieri

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - Una milizia armata fedele al governo di unione nazionale del premier Fayez al Sarraj (le brigate rivoluzionarie di Tripoli di Haitem Tajouri) ha assaltato ieri sera e preso il controllo del carcere di Al Hadaba, a Tripoli. Lo riferiscono i media libici. Nella struttura sono reclusi diversi esponenti dell'ex regime, compresi Saadi Gheddafi - figlio del defunto rais Muammar - e l'ex capo degli 007 Abdallah al Senoussi. Secondo diverse fonti, i prigionieri sono stati trasferiti in un "luogo sicuro".

08:32Mo: finito sciopero fame detenuti palestinesi

(ANSAmed) - TEL AVIV, 27 MAG - Dopo oltre 40 giorni e' terminato oggi lo sciopero della fame dei membri di al-Fatah detenuti in Israele indetto dal loro dirigente Marwan Barghouti. Lo rende noto il servizio carcerario israeliano. Secondo i media nella notte e' stato raggiunto un accordo fra Israele, Anp e la Croce rossa che prevede ''benefici di carattere umanitario'' per i palestinesi detenuti in Israele. Questo sviluppo e' giunto in concomitanza con l'inizio del digiuno del Ramadan.

06:53Usa: morto Brezinski, consigliere sicurezza di Jimmy Carter

WASHINGTON - E' morto Zbigniew Brzezinski, consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti durante la presidenza di Jimmy Carter. La notizia e' stata data dalla figlia Mika, conduttrice televisiva nel programma mattutino 'Morning Joe' dell'emittente MsNbc. Brzezinski aveva 89 anni.

04:29Usa: retromarcia Casa Bianca, pubblichera’ permessi lobbisti

NEW YORK - La Casa Bianca fa un passo indietro e decide che pubblichera' le dispense e i permessi concessi ad alcuni ex lobbisti per lavorare nell'amministrazione. Le esenzioni e i permessi sono necessari per coloro che vogliono lavorare a politiche governative che li vedevano direttamente coinvolti nel settore privato come lobbisti o legali di settore. Le deroghe sono emesse da ogni singola agenzia governativa e dalla Casa Bianca caso per caso, e consentono a chi le ottiene di ignorare le politiche etiche.

04:26Russiagate: Reuters, spuntano 3 nuove telefonate Kushner

NEW YORK - Jared Kushner, uno dei piu' stretti consiglieri di Donald Trump e marito di Ivanka, avrebbe avuto piu' contatti di quanto finora noto con l'ambasciatore russo negli Stati Uniti, Sergei Kislyak. Lo riporta la Reuters citando alcune fonti, secondo le quali Kushner avrebbe avuto almeno tre telefonate, finora non note, con Kislyak fra l'aprile e il novembre 2016. Kushner, afferma il suo legale Jamie Gorelick, non ricorda le telefonate.

04:23G7: nessuna conferenza stampa in programma per Trump

NEW YORK - Nessuna conferenza stampa in programma per il presidente Donald Trump al termine del G7. Secondo le indicazioni offerte dalla Casa Bianca, il presidente americano partecipa ai lavori del G7, con il primo appuntamento alle 9,15 del mattino italiane di sabato. Alle 11,45 Trump partecipa al pranzo del G7 e alla sessione di lavoro. Poi il programma presidenziale passa subito all'appuntamento delle 17,15 a Sigonella, dove Trump rilascera' una dichiarazione davanti alle forze militari americane. Alle 17,54 e' prevista la partenza con direzione Washington.

04:21Russiagate: Senato chiede documenti a campagna Trump da 2015

NEW YORK - La commissione di intelligence del Senato, alla quale fa capo l'indagine sulla possibile interferenza della Russia alle elezioni del 2016, ha chiesto alla campagna di Donald Trump di raccogliere e presentare tutti i documenti, le email e le telefonate con la Russia a partire dal 2015, da quando Trump ha lanciato la sua campagna elettorale. Lo riporta il Washington Post citando alcune fonti.

Archivio Ultima ora