Nasce la nuova Libia, si firma il governo di unità

Pubblicato il 16 dicembre 2015 da redazione

libia

ROMA.- Tutto è pronto a Skhirat in Marocco per la firma dell’accordo sul governo di unità nazionale della Libia. Dopo lo stallo registrato nelle ultime ore, le parti libiche si apprestano a suggellare l’intesa con una cerimonia sotto l’egida della comunità internazionale.

Il premier Matteo Renzi, intanto, è tornato a ribadire che l’Italia “svolgerà una funzione di rilevante impegno” per la stabilizzazione del Paese che va considerato “il perno della politica del Mediterraneo”.

In una negoziazione dell’ultim’ora, dopo aver rinviato la firma all’intesa “per ragioni logistiche”, l’inviato speciale dell’Onu Martin Kobler è volato al comando militare di al-Marj (non lontano da Tobruk) dove ha incontrato il generale Khalifa Haftar, uomo forte nell’est del Paese e considerato uno dei ‘falchi’ che si oppone alla linea del dialogo.

Da questo fronte era arrivato l’eclatante ‘no’ all’intesa targata Onu dai presidenti dei due parlamenti rivali, Nouri Abu Sahmain (del Congresso di Tripoli, Gnc) e Aguila Saleh (del Parlamento di Tobruk, Hor), incontratisi a sorpresa a Malta. “Prendo atto dell’incontro di Malta. L’Onu incoraggia tutti gli sforzi libici per porre fine alle attuali divisioni attraverso un dialogo inclusivo, e continuerò a confrontarmi con tutte le parti libiche in questo senso”, ha detto diplomaticamente Kobler.

Nell’incontro con Haftar, l’inviato di Ban Ki-moon avrebbe invitato il generale ad accettare l’intesa, rinviando a un secondo momento la presa in esame delle richieste avanzate dal ‘fronte del no’ di Tobruk, che sarebbero imperniate soprattutto sulla fine dell’embargo all’import di armi.

Dopo l’incontro con Haftar, Kobler ha confermato la firma all’accordo politico – al quale parteciperà anche il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni – “concordato dalle delegazioni libiche, accolto dal Consiglio di sicurezza dell’Onu e nel corso della Conferenza di Roma”, di domenica scorsa, da un’ampia gamma di 17 Paesi, compresa la Russia.

A New York intanto, il Consiglio di sicurezza attende luce verde dal Marocco per mettere in agenda la risoluzione elaborata dalla Gran Bretagna di appoggio all’intesa. Una riunione è in cantiere già per lunedì 21.

Sul terreno intanto, l’appello al cessate il fuoco immediato lanciato dalla Conferenza di Roma è stato disatteso. Nuovi scontri hanno infiammato la tregua sostanziale che si era registrata nelle ultime settimane: in serata sono scoppiati violenti combattimenti nei pressi dell’aeroporto di Tripoli tra opposte milizie, a colpi di armi automatiche e lanciagranate.

Mentre ad Ajdabiya, centro nevralgico petrolifero a est di Sirte, l’esercito fedele a Tobruk ha ribadito di prepararsi a lanciare una vasta offensiva in chiave anti-Isis, dopo che i seguaci di Abu Bakr al Baghdadi hanno rafforzato le proprie posizioni nella regione. Forse con l’obiettivo di attaccare i campi e i depositi di petrolio e gas. Anche qui in serata sono stati segnalati violenti scontri armati.

A Bengasi infine, dove si registra l’emergenza più drammatica dal punto di vista umanitario, “caccia dell’aviazione libica hanno condotto almeno 5 raid contro postazioni di gruppi affiliati all’Isis”.

(di Claudio Accogli/ANSA)

Ultima ora

00:58Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:55Calcio: Var irrompe in Fa cup e regala un gol al Leicester

(ANSA) - LONDRA, 16 GEN - Svolta storica nel calcio inglese dove, per la prima volta, un gol è stato assegnato con l'ausilio della Var, sperimentata nella Fa cup nell'attesa della sua introduzione anche in Premier League. Durante la partita fra Leicester e Fleetwood Town (squadra di III Divisione), vinta dalle 'Foxes' 2-0 e valida per il terzo turno, l'arbitro ha fatto ricorso al sussidio tecnologico e, dopo avere annullato in un primo momento la rete del 2-0 firmata da Kelechi Iheanacho, dopo 70" di consultazione, ha ribaltato la propria decisione, concedendo il gol del raddoppio che era stato realizzato al 32' del secondo tempo. Una rivoluzione nella terra dove è nato il calcio. Un "grazie" con tanti punti esclamativi è apparso sull'account Twitter ufficiale del Leicester. (ANSA).

00:51Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:33Calcio: doppio Balo non basta, 2-2 in derby Costa Azzurra

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Una doppietta di Balotelli non basta al Nizza per aggiudicarsi in trasferta il derby della Costa Azzurra. Sul terreno del Louis II, a Montecarlo, finisce 2-2 con il Monaco, passato in vantaggio con Diakhaby (33'), ma raggiunto al 2' st e superato al 23' st dall'attaccante italiano, ora a quota 9 gol. Al 48' st Radamel Falcao mette tutti d'accordo e regala il definitivo 2-2 al Monaco. Nel tardo pomeriggio si erano disputate altre due partite della 21/a di Ligue 1: il Bordeaux è stato sconfitto in casa 2-0 dal Caen, in vantaggio al 44' st con Santini su rigore; il raddoppio è arrivato in pieno recupero, al 49', con Rodelin. Il Marsiglia, invece, ha sfruttato il fattore campo e superato 2-0 lo Strasburgo: gol di N'Jie al 34' st e Payet al 43' st. Nuova classifica: Paris Saint-Germain punti 53; Marsiglia 44; Monaco 43; Lione 42; Nantes; Nizza 31; Guincamp 39; Caen e Montpellier 27; Digione 25; Stade Rennais 25; Strasburgo 24; Bordeaux e Saint-Etienne 23; Lilla 22; Amiens e Troyes 21; Angers e Tolosa 19; Metz 12.(ANSA).

00:27Medico Casa Bianca, la salute di Trump è ottima

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - La salute di Donald Trump complessivamente è eccellente: lo ha detto il controammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, in un briefing sul primo checkup medico del presidente effettuato venerdì scorso. Anche la salute cardiaca è eccellente, ha aggiunto l'ufficiale medico, secondo cui Trump ha fortissime probabilità di completare il suo mandato senza problemi medici. Jackson ha fornito nel corso del briefing alcuni dati della visita: il presidente pesa 239 libbre (108,4 kg) mentre la sua pressione del sangue è 122/74. Donald Trump ha superato "estremamente bene" anche gli esami cognitivi (30 su 30), ha detto il medico. Se ci fosse stata la presenza dell'Alzheimer o di altri problemi mentali, ha aggiunto, i test lo avrebbero rivelato.

00:00Calcio: Ronaldinho si ritira, partita d’addio dopo Mondiali

(ANSA-AP) - SAN PAOLO (BRASILE), 16 GEN - Il fratello e agente del vincitore del Pallone d'Oro 2005, Roberto Assis, ha dichiarato che Ronaldinho lascia il calcio professionistico. Assis ha detto che la partita d'addio del fratello, che oggi ha 37 anni, molto probabilmente verrà disputata dopo la fine della Coppa del mondo in Russia, prevista il 15 luglio. Nel luglio dell'anno scorso, Ronaldinho, al termine di una partita-esibizione disputata in Cecenia, dichiarò che ormai si sentiva troppo vecchio per un certo tipo di calcio. 'Ronnie' aveva disputato l'ultima partita da professionista nel 2015, in Brasile, con la maglia del Fluminense. Nel corso della carriera ha vinto un titolo mondiale, nel 2002, una Champions con il Barcellona nel 2006 e il Pallone d'Oro. Ha pure giocato in Italia, con la maglia del Milan.

23:14Usa tagliano metà fondi all’agenzia Onu per i palestinesi

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - L'amministrazione Trump ha annunciato oggi di aver tagliato 65 dei 125 milioni di dollari destinati alla Unrwa, l'agenzia dell'Onu che assiste i profughi palestinesi. Lo rende noto il dipartimento di stato Usa in una lettera nella quale chiede all'agenzia un "riesame fondamentale" della sua attività. I restanti 60 milioni saranno erogati per impedire che l'Unrwa finisca il cash entro fine mese e chiuda. Era stato il presidente Donald Trump a minacciare il taglio dei fondi ai palestinesi se non fossero tornati al tavolo dei negoziati di pace con Israele.

Archivio Ultima ora