Calcio venezuelano: Stifano punta in alto con il suo Zamora

Pubblicato il 19 dicembre 2015 da redazione

Francesco Stifano Campeón Adecuación 2015

Francesco Stifano Campeón Adecuación 2015

CARACAS – Il primo scudetto dell’era post Sanvicente è un punto di partenza e non di arrivo per lo Zamora. Lo sa bene Francesco Stifano che adesso è chiamato ad un passo successivo. Perchè vincere non è mai facile, confermarsi lo è ancora di meno.

Dal suo arrivo, la ‘furia llanera’, ha disputato 33 gare con un bottino di 18 vittorie, 9 pareggi e 6 sconfitte. Gli attaccanti messi in campo da Stifano hanno sfondato in 60 occasioni la porta avversaria e la difesa ha incassato 36 reti. Tra gli altri meriti di Francesco c’é quello di mantenere inviolato il rettangolo verde dello stadio La Carolina, dove l’imbattibilità dura da 28 gare.

“Abbiamo fatto qualcosa di straordinario – racconta il tecnico di origine campana -. Una marcia trionfale, sono orgoglioso dei miei ragazzi. È la vittoria di tutti, dico grazie alla squadra, allo staff e alla società che ha avuto fiducia in me nonostante non avessi una grande esperienza in Primera División”.

Possesso palla, pressing, velocità, freddezza sotto porta. C’è in realtà una sola parola che racchiude tutto questo, una parola che è anche il titolo di una favola, lo Zamora, attualmente, é una delle più belle che il calcio venezuelano: ‘Una macchina perfetta’.

I protagonisti di questa storia é indubbiamente l’allenatore italo-venezuelano, Francesco Stifano ed il suo gruppo di ragazzi non famosi, ma con tanta fame di vittorie.

“Durante questo Torneo Adecuación ho avuto a disposizione tanti giocatori della primavera e non si é notato in campo la loro gioventù, anzi, quando era necesario hanno fatto la differenza grazie alle loro qualità”.

Tante sono le virtú di questa società che in appena 13 anni di vita si é resa protagonista di pagine importanti negli almanacchi della Primera División: Un vice-campionato in ‘Copa Venezuela’ (2010), 3 ‘Torneos Clausura’ (2011, 2013, 2014), 2 ‘Estrellas’ (2012-2013 e 2013-2014) a cui va aggiunto l’inedito ‘Torneo Adcuación 2015’.

Il tecnico italo-venezuelano elogia il lavoro svolto dalla società: “Questa é un’instituzione che ti dà tutte le armi per poter puntare in alto. Oggigiorno sto lavorando con una delle direttive più vincenti del paese e i frutti si vedono riflessi nei risultati della squadra. Tutte queste vittorie non sono frutto della casualità, la direttiva pensa sempre al bene di tutti quelli che fanno parte del team”.

Molte squadre puntano ad aquistare giocatori giovani per puntare a cose grandi durante la stagione, nel Zamora la storia é diversa qui si punta sui giovani del vivaio che hanno dato i suoi frutti sia livello sportivo che monetario.

“Questa squadra ha una rosa di giovanissimi. Nelle ultime stagioni ha cambiato tantissimo, ma nonostante questo i giovani sono sempre stati lo zoccolo duro della rosa. Da quando sono arrivato, ho schierato fino a sette giocatori che non avevano mai lottato per un ‘título’, ma in questa squadra tutti hanno una specie di chip di campioni e sempre vogliono migliorare”.

Alla base dei parametri della tattica c’è il ‘tocco di Stifano’: Fase di possesso molto elaborata con una fitta trama di passaggi a partire dalla difesa e fino alla trequarti avversaria. Il pressing alto e la difesa che attua la tattica del fuorigioco.

“Una delle chiavi di questa vittoria é l’unione del gruppo: la relazione allenatore-giocatore é importante”.

Lo stadio La Carolina, sembra una sorta di sirena, che incanta a tutti gli allenatori che entrano con adosso i colori bianco e nero. Stifano non é il primo allenatore che si innamora della città llanera e del calore del suo pubblio.

“Sono felice di lavorare a Barinas, la sua gente, le loro amabilità: spero proprio di restare a lungo in questa città. Qui c’é una qualità umana stupenda, poi il senzo di appartenenza per la società ti stimola a lavorare meglio per continuare a regalare gioie a questa meravigliosa tifoseria”.

Adesso, però, bisogna fare un ulteriore passo in avanti per consacrare la realtà bianconera. Per il mese di gennaio dell’anno venturo la società farà un grande sforzo per dotarsi di due campi e degli spogliatoi di prima categoria.

La ‘furia llanera’ sa cosa vuol dire essere seduti sul trono della ‘Primera División’, ma la meta é quella di consacrarsi anche a livello continentale. Stifano sposa questa idea e punta a fare bene anche nelle manifestazioni internazionali.

“Anche se il torneo é finito, non vuol dire che il nostro lavoro sia finito. Stiamo lavorando per la prossima stagione. La nostra priorità é mantenere la rosa attuale e continuare a crescere con questo gruppo di giocatori. Loro hanno già assaporato la vittoria e per questo motivo puntiamo al grande colpo anche a livello internazionale”.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

13:01Ue: Boldrini, a molti fa comodo un’Europa debole

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - "Dobbiamo rilanciare il progetto europeo in senso federale per andare verso gli Stati Uniti d'Europa. In questo momento molti vogliono la nostra disgregazione, a molti può fare comodo avere un'Europa debole". Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini, aprendo i lavori del convegno 'Europe Ambition' a Montecitorio.

13:00Proselitismo su web,smantellata cellula

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Una cellula terroristica che faceva proselitismo via web è stata smantellata dalla Polizia in un'operazione che ha portato all'arresto di 4 persone. In manette sono finiti tre tunisini e un marocchino che operavano tra Perugia, Milano e la Germania. L'inchiesta è stata condotta dalla Polizia Postale di Perugia insieme agli uomini del compartimento di Milano, sotto il coordinamento del Servizio di polizia postale e delle Comunicazioni a Roma. All'indagine ha contribuito anche la Digos e l'ufficio immigrazione di Milano, la polizia scientifica di Roma e il reparto prevenzione crimine Lombardia. Gli indagati avrebbero diffuso in rete centinaia di post contenenti foto, scritti e video, per sostenere l'ideologia delle frange più estreme del radicalismo islamico ed esprimere piena condivisione agli attentati realizzati dall'Is. A tutti viene contestata l'istigazione a delinquere con l'aggravante di aver commesso il fatto attraverso l'uso del mezzo informatico con finalità di terrorismo.

12:56Attacco Londra: un minuto silenzio in ricordo vittime

(ANSA) - LONDRA, 23 MAR - Un minuto di silenzio in ricordo delle vittime dell'attacco di ieri di fronte a Westminster è stato rispettato alle 9.33 ora locali (le 10.33 in Italia) nel Parlamento a Londra e nel Regno Unito.

12:56Imprenditore a rischio furti, ok Tar per detenzione pistola

(ANSA) - GENOVA, 23 MAR - Un imprenditore può usare un'arma legittimamente detenuta per difendere i beni aziendali all'interno del luogo dove viene esercitata l'attività, quando esiste il pericolo d'aggressione, in particolare di furti. È una delle motivazioni con cui il Tar della Liguria ha accolto il ricorso di un impresario che si era visto negare dal Prefetto di Savona il rinnovo dell'autorizzazione al porto di pistola per difesa personale. L'impresario aveva denunciato diversi furti di gasolio presso la propria ditta, evidenziando inoltre la necessità di trasportare spesso denaro contante per il pagamento di clienti e fornitori. Il Tar ha annullato così il provvedimento che aveva impedito il rinnovo del permesso per porto di rivoltella e ha condannato il Ministero dell'Interno al pagamento delle spese di giudizio (duemila euro). "La comunicazione dei motivi ostativi si è limitata a rilevare che il ricorrente potrebbe avvalersi dei servizi del sistema bancario per evitare il trasporto di elevate somme di denaro, e che non ha subito minacce, aggressioni e reati di altro genere contro la persona - spiega il Tar nella sentenza - Tali motivazioni non erano mai state ritenute sufficienti a negare il dimostrato bisogno per il rilascio della licenza per porto di pistola". L'ordinamento, prosegue il Tar, considera "scriminante - e dunque consentito - l'uso di un'arma legittimamente detenuta anche al fine di difendere i propri beni all'interno di un luogo ove venga esercitata un'attività imprenditoriale, quando non vi è desistenza e vi è pericolo d'aggressione". Il Tar aggiunge che l'uso dei contanti "sembrerebbe essere riferibile ad esigenze di fornitori e clienti", non del ricorrente che ha dimostrato di avere nel recente passato denunciato "svariati furti di gasolio presso il piazzale della propria ditta". (ANSA).

12:54F1: Vettel, la Ferrari fa grandi progressi

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - "A marzo è presto per sapere se saremo in lizza per il titolo, lo vedremo ad ottobre-novembre". Prudenza con la "p" maiuscola da parte del ferrarista Sebastian Vettel, nella prima conferenza stampa della nuova stagione di Formula 1, alla vigilia della tre giorni del Gran Premio d'Australia, tappa d'avvio del Mondiale. "Guardando alle prestazioni effettuate finora dalla macchina - aggiunge il pilota tedesco - c'è stato senz'altro un grosso passo avanti rispetto all'anno scorso. Ma questo è avvenuto anche grazie alle nuove regole, è una Formula 1 diversa e quindi ogni paragone non è del tutto appropriato. Di sicuro, è la macchina più veloce che abbiamo mai guidato. Se poi saremo competitivi, siamo qui per scoprirlo". Alla Ferrari, così come fra i suoi tifosi, si spera di poter finalmente insidiare lo strapotere della Mercedes. "Loro sono stati in grande forma negli ultimi anni e chiaramente sono sempre i favoriti - ammette Vettel - Vedremo nel corso della stagione quanto terreno riusciremo a recuperare".

12:51Calcio: stadio della Roma, “delibera della Giunta in arrivo”

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - "Questa Amministrazione intende promuovere una delibera di Giunta che riconsideri il pubblico interesse individuando i principi per la realizzazione di un nuovo progetto. Un progetto che permetta una revisione della precedente delibera a partire da una riparametrazione e riformulazione delle opere che determinano l'interesse pubblico dell'intervento". Lo ha detto l'assessore all'Urbanistica di Roma Luca Montuori, durante la seduta straordinaria dell'Assemblea capitolina sullo stadio della Roma, chiesta dalle opposizioni in aula Giulio Cesare. "Vogliamo considerare - ha aggiunto Montuori - un insieme di fattori che possano permetterci oggi di esaminare un nuovo equilibrio di sistema, con un interesse pubblico ampliato e riferito non solo alle aree specifiche intorno allo stadio, ma esteso a tutti i cittadini che abitano fra Tor di Valle e Ostia e a coloro che fanno il loro ingresso a Roma da Fiumicino e da Civitavecchia".

12:40Tennis: Atp-Wta Miami, oggi in campo Seppi ed Errani

(ANSA) - ROMA, 23 MAR - Esordio per Andreas Seppi oggi al Miami Open, Masters 1000 sui campi in cemento di Crandon Park, in Florida: l'altoatesino, numero 80 Atp, affronterà il qualificato moldavo Radu Albot, n. 86. Ieri, intanto, buon debutto per Fabio Fognini: il 29enne ligure, n. 40 Atp, ha battuto 6-4, 7-5, in un'ora e 37', lo statunitense Ryan Harrison, n. 47. Al secondo turno Fognini troverà il portoghese Joao Sousa, n. 35 e 30/a testa di serie. Al secondo turno, dopo il "bye" all'esordio, c'è anche Paolo Lorenzi, n. 37 e 32/a testa di serie, che se la vedrà con il vincente della sfida in programma oggi tra il francese Adrian Mannarino (n. 67) e il qualificato tedesco Benjamin Becker (n. 186). Nel tabellone femminile, secondo turno oggi per Sara Errani, n. 102 Wta, che sfiderà la 28enne cinese Shuai Zhang, n. 33 e 30/a testa di serie. E infine secondo turno, ma domani, anche per Roberta Vinci, n. 30 e 25/a testa di serie, all'esordio dopo un "bye", contro la qualificata statunitense Taylor Townsend, 20 anni, n. 111.

Archivio Ultima ora