Calcio venezuelano: Stifano punta in alto con il suo Zamora

Pubblicato il 19 dicembre 2015 da redazione

Francesco Stifano Campeón Adecuación 2015

Francesco Stifano Campeón Adecuación 2015

CARACAS – Il primo scudetto dell’era post Sanvicente è un punto di partenza e non di arrivo per lo Zamora. Lo sa bene Francesco Stifano che adesso è chiamato ad un passo successivo. Perchè vincere non è mai facile, confermarsi lo è ancora di meno.

Dal suo arrivo, la ‘furia llanera’, ha disputato 33 gare con un bottino di 18 vittorie, 9 pareggi e 6 sconfitte. Gli attaccanti messi in campo da Stifano hanno sfondato in 60 occasioni la porta avversaria e la difesa ha incassato 36 reti. Tra gli altri meriti di Francesco c’é quello di mantenere inviolato il rettangolo verde dello stadio La Carolina, dove l’imbattibilità dura da 28 gare.

“Abbiamo fatto qualcosa di straordinario – racconta il tecnico di origine campana -. Una marcia trionfale, sono orgoglioso dei miei ragazzi. È la vittoria di tutti, dico grazie alla squadra, allo staff e alla società che ha avuto fiducia in me nonostante non avessi una grande esperienza in Primera División”.

Possesso palla, pressing, velocità, freddezza sotto porta. C’è in realtà una sola parola che racchiude tutto questo, una parola che è anche il titolo di una favola, lo Zamora, attualmente, é una delle più belle che il calcio venezuelano: ‘Una macchina perfetta’.

I protagonisti di questa storia é indubbiamente l’allenatore italo-venezuelano, Francesco Stifano ed il suo gruppo di ragazzi non famosi, ma con tanta fame di vittorie.

“Durante questo Torneo Adecuación ho avuto a disposizione tanti giocatori della primavera e non si é notato in campo la loro gioventù, anzi, quando era necesario hanno fatto la differenza grazie alle loro qualità”.

Tante sono le virtú di questa società che in appena 13 anni di vita si é resa protagonista di pagine importanti negli almanacchi della Primera División: Un vice-campionato in ‘Copa Venezuela’ (2010), 3 ‘Torneos Clausura’ (2011, 2013, 2014), 2 ‘Estrellas’ (2012-2013 e 2013-2014) a cui va aggiunto l’inedito ‘Torneo Adcuación 2015’.

Il tecnico italo-venezuelano elogia il lavoro svolto dalla società: “Questa é un’instituzione che ti dà tutte le armi per poter puntare in alto. Oggigiorno sto lavorando con una delle direttive più vincenti del paese e i frutti si vedono riflessi nei risultati della squadra. Tutte queste vittorie non sono frutto della casualità, la direttiva pensa sempre al bene di tutti quelli che fanno parte del team”.

Molte squadre puntano ad aquistare giocatori giovani per puntare a cose grandi durante la stagione, nel Zamora la storia é diversa qui si punta sui giovani del vivaio che hanno dato i suoi frutti sia livello sportivo che monetario.

“Questa squadra ha una rosa di giovanissimi. Nelle ultime stagioni ha cambiato tantissimo, ma nonostante questo i giovani sono sempre stati lo zoccolo duro della rosa. Da quando sono arrivato, ho schierato fino a sette giocatori che non avevano mai lottato per un ‘título’, ma in questa squadra tutti hanno una specie di chip di campioni e sempre vogliono migliorare”.

Alla base dei parametri della tattica c’è il ‘tocco di Stifano’: Fase di possesso molto elaborata con una fitta trama di passaggi a partire dalla difesa e fino alla trequarti avversaria. Il pressing alto e la difesa che attua la tattica del fuorigioco.

“Una delle chiavi di questa vittoria é l’unione del gruppo: la relazione allenatore-giocatore é importante”.

Lo stadio La Carolina, sembra una sorta di sirena, che incanta a tutti gli allenatori che entrano con adosso i colori bianco e nero. Stifano non é il primo allenatore che si innamora della città llanera e del calore del suo pubblio.

“Sono felice di lavorare a Barinas, la sua gente, le loro amabilità: spero proprio di restare a lungo in questa città. Qui c’é una qualità umana stupenda, poi il senzo di appartenenza per la società ti stimola a lavorare meglio per continuare a regalare gioie a questa meravigliosa tifoseria”.

Adesso, però, bisogna fare un ulteriore passo in avanti per consacrare la realtà bianconera. Per il mese di gennaio dell’anno venturo la società farà un grande sforzo per dotarsi di due campi e degli spogliatoi di prima categoria.

La ‘furia llanera’ sa cosa vuol dire essere seduti sul trono della ‘Primera División’, ma la meta é quella di consacrarsi anche a livello continentale. Stifano sposa questa idea e punta a fare bene anche nelle manifestazioni internazionali.

“Anche se il torneo é finito, non vuol dire che il nostro lavoro sia finito. Stiamo lavorando per la prossima stagione. La nostra priorità é mantenere la rosa attuale e continuare a crescere con questo gruppo di giocatori. Loro hanno già assaporato la vittoria e per questo motivo puntiamo al grande colpo anche a livello internazionale”.

(Fioravante De Simone/Voce)

Ultima ora

00:30Roma ufficializza Kolarov dal City

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - La Roma ha perfezionto l'ingaggio di Aleksandar Kolarov. La società, attraverso una nota, ha comunicato di aver sottoscritto con il Manchester City il contratto per l'acquisizione a titolo definitivo del calciatore serbo a fronte di un corrispettivo di 5 milioni. Il calciatore 31enne, ha firmato un contratto che lo legherà al club fino al 30 giugno 2020. "Sono molto contento di essere qui", ha dichiarato il serbo. "Darò più del 100% alla Roma, il mio obiettivo è sempre uno: vincere". "Aleksandar è un calciatore con grande esperienza e che può dare da subito il suo contributo per il club", ha dichiarato il direttore sportivo Monchi. "Penso che con lui cresceremo sia dentro sia fuori dal campo. Desidero ringraziarlo per il suo entusiasmo e per la volontà dimostrata di venire alla Roma".

23:55Consip: gen. Maruccia sentito da pm come testimone

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il generale di Divisione Gaetano Maruccia, capo di Stato Maggiore dell'Arma dei Carabinieri, è stato ascoltato dai pm di Roma in qualità di persona informata sui fatti nell'inchiesta Consip. L'ufficiale, si apprende dallo stesso comando generale dei Carabinieri, si è detto "lieto di aver potuto contribuire alla ricerca della verità nella contorta vicenda".

23:46Calcio: amichevoli, Napoli-Chievo 1-1

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - Il Napoli non è riuscito ad andare oltre l'1-1 con il Chievo, nell'ultima amichevole nel ritiro di Dimaro, in Trentino. I gialloblù di Maran si erano portati in vantaggio con un gol di Inglese, dopo 26' di gioco, ma sono stati raggiunti dal neoacquisto Ounas (13' st), giocatore di origine algerina, ma proveniente dal Bordeaux. Finora la squadra partenopea aveva sempre vinto: 17-0 contro la Bassa Anaunia, 70 contro il Trento e 4-1 contro il Carpi. Prima di lasciare il ritiro di Dimaro, domani sera la squadra allenata da Maurizio Sarri verrà presentata ufficialmente. L'allenatore stasera ha schierato Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Rog, Jorginho, Hamsik; Callejón, Mertens, Insigne, come formazione di partenza. Nella ripresa cambio di formazione, sempre con il 4-3-3: Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Zielinski; Ounas, Milik, Mertens.

23:26Terremoto Kos, in serata due forti scosse di assestamento

(ANSA) - KOS (GRECIA), 22 LUG - Questa sera due forti scosse di assestamento di magnitudo 4.4 e 4.6, alla distanza di 16 minuti l'una dall'altra, hanno colpito l'isola greca di Kos, costringendo residenti e turisti a lasciare le case e i ristoranti. Lo riporta l'Istituto di Geodinamica di Atene. La prima scossa, avvenuta più vicina all'isola, è stata ad una profondità di 10 km. L'aeroporto è stato fatto evacuare. Poco di 24 ore fa una potente scossa di terremoto con epicentro a Bodrum, in Turchia, ha colpito sempre l'isola di Kos causando la morte di due turisti ed il ferimento di 500 persone.

23:17Mafia Capitale:Camera penale Roma, da Bindi più senso Stato

(ANSA) - ROMA, 22 LUG - La Camera Penale di Roma auspica da parte della Presidente della Commissione antimafia, on.le Bindi, "un maggiore senso dello Stato. Riscontriamo con stupore le esternazioni dell'on. Bindi - informa un a nota - rispetto alla sentenza di primo grado del processo "mafia capitale", con cui si accusano i giudici del Tribunale di Roma di non essere idonei, perché non specializzati, a giudicare i reati contestati dalla Procura. Risulta palese, da parte del Presidente della Commissione Antimafia, la violazione del principio, costituzionalmente garantito, dell'indipendenza della magistratura dal potere politico. Lo stesso principio più volte invocato rispetto a sentenze gradite. Ecco perchè auspichiamo un maggiore senso dello Stato".

22:38Calcio: Genoa, slitta trattativa per acquisizione del club

(ANSA) - GENOVA, 22 LUG - Potrebbe slittare di oltre un mese la cessione del Genoa. Le trattative, infatti, si fermerebbero fino alla fine del calciomercato, prima di riprendere a settembre. Sarebbe questo l'orientamento emerso nelle ultime ore. La decisione sarebbe stata presa insieme da Enrico Preziosi, proprietario del Genoa, e Giulio Gallazzi, presidente di Sri group, che si dice disposta ad acquisire il club ligure attraverso fondi stranieri. Prima sembrava che il termine ultimo delle trattative fosse stato fissato per fine luglio, adesso la decisione di far slittare la chiusura dell'affare a inizio settembre, quando si sarà già concluso il mercato estivo.

22:33Venezuela: ferito giovane violinista simbolo delle proteste

(ANSA) - CARACAS, 21 LUG - Wuilly Arteaga, il 23/enne violinista venezuelano simbolo delle proteste anti-Maduro, è stato ferito oggi durante una marcia dell'opposizione a Caracas. Arteaga è stato raggiunto da un pallettone di gomma sparato dagli uomini della 'guardia nazionale bolivariana' e subito dopo, ha precisato la stampa locale, è stato portato in un ospedale. Stava suonando il violino durante una manifestazione di piazza nella capitale per raggiungere la sede del Tribunale supremo di giustizia. Il giovane è spesso al centro dell'interesse dei media venezuelani e internazionali perchè durante le manifestazioni suona l'inno nazionale e canzoni tradizionali con il suo violino. E' stato fotografato e filmato decine di volte durante le proteste contro il 'chavismo'. Lo scorso 15 giugno aveva incontrato quattro membri del congresso Usa ai quali aveva chiesto di far pressione contro i paesi che vendono gas lacrimogeni e blindati al governo del presidente Nicolas Maduro.

Archivio Ultima ora